CALIBRO 9X21 IMI

Sezione 1 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : alcuni consigli utili per la realizzazione di ricariche particolarmente adatte al tiro informale
Sezione 2 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : osservazioni pratiche sul corretto approcio alla ricarica per la disciplina del Tiro Dinamico Sportivo
Sezione 3 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : osservazioni pratiche sul corretto approcio alla ricarica per esigenze di difesa personale
Sezione 4 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : altre ricariche con polveri anomale per reperibilità, caratteristiche, modalità d'impiego o funzione
Sezione 5 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm: brevi note sulle applicazioni pratiche delle polveri a lenta combustione
Sezione 6 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm: brevi note sugli effettivi livelli pressori sviluppabili da una munizione calibro 9x21mm IMI, con distinzione tra pressioni di tipo ordinario (standard level), maggiorato (+P level) e alto (+P+ level)
Sezione 7 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm: brevi sulla corretta esecuzione delle operazioni di crimpatura
Sezione 8 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : note sulle differenze tra pressione di esercizio NORMALE e pressione di esercizio MASSIMA
Sezione 9 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : tavola sinottica per il calcolo approssimato delle differenze di velocità




La cartuccia calibro 9x21mm IMI (N.B. questa cartuccia è nota, nella letteratura specializzata con tutta una serie di sinonimi, quali 9x21mm, 9x21mm "+P", 9x21mm C.P., 9x21mm TSW e, infine 9x21mm "Italian") rappresenta il risultato CONCRETO di uno studio sviluppato verso i primi anni '80 del XX secolo per aggirare la limitazione legislativa che vietava ai tiratori italiani di detenere ed utilizzare armi camerate per il calibro 9x19mm. In quel tempo, chi voleva sparare una cartuccia calibro 9mm in Italia poteva impiegare solo le rarissime armi camerate per il calibro 9mm Steyr o, eventualmente, optare per le armi camerate per il calibro 9Corto. Di fondamentale importanza in questo studio volto a fornire ai tiratori italiani, per la prima volta, "...un calibro 9mm decente e funzionale..." furono senza dubbio gli sforzi dei tecnici della IMI (da cui il nome di 9x21 IMI). Tuttavia, non devono certo essere dimenticati gli sforzi profusi da moltissimi sperimentatori italiani che da tempo operavano per realizzare una nuova cartuccia in calibro 9mm tutta italiana.


                                                                                 



- Una Beretta M-98 in calibro 9x21mm. Diretta discendente del più famoso modello "92", che da anni equipaggia le FF.AA e di Polizia di moltissimi Paesi, fra cui l'Italia, quest'arma è una della più diffuse in tutto il mercato civile delle armi corte.


In particolare, devono essere ricordati i lavori e le sperimentazioni di Erasmo Giordano e di Armando Piscetta, entrambi volti alla realizzazione di una nuova cartuccia in calibro 9mm, anche se originati da punti di vista del tutto differenti. Infatti, mentre Piscetta preferì partire dal bossolo del 9mm Steyr, Giordano optò direttamente per un allungamento del bossolo del 9x19mm. Inizialmente prevalse il lavoro di Piscetta, ed entro poco tempo vennero camerate e catalogate nuove armi nel nuovissimo "9mm Jager". Tuttavia, per uno strano caso del destino, nello stesso periodo un giornalista informava la IMI del lavoro svolto da Giordano, ed  in brevissimo tempo la nota azienda israeliana realizzò una linea di produzione interamente dedicata alla nuova munizione. Il successo commerciale fu immediato e, da un certo punto di vista, assolutamente scontato. Infatti per sparare "...la nuova 9mm Jager..." era necessario essere un valente ricaricatore, problema che invece non si poneva minimamente per il nuovo 9x21mm IMI. Il successo fu talmente grande che andò ben oltre a quanto ipotizzato dai tecnici della IMI, tant'è vero che la nuova munizione divenne immediatamente la cartuccia di punta dell'intero mercato italiano!! Per questo motivo la munizione venne inizialmente identificata come una creazione tutta israeliana e ci vollero molti anni perchè fossero riconosciuti all'Italia ed a Giordano i loro reali meriti. La confusione è ancora oggi così elevata che addirittura, su molti manuali di ricarica (così come su molte riviste di settore estere), si legge ancora oggi che il calibro 9x21mm è stato realizzato dai tecnici della IMI, anche se ciò è del tutto falso!! In tempi estremamente rapidi, il calibro 9x21mm IMI si diffuse poi anche all'estero, essenzialmente grazie alla nascita ed alla diffusione delle competizioni di Tiro Dinamico Sportivo. Il motivo risiede nel fatto che in molti Paesi europei ed extraeuropei è VIETATO l'uso della cartuccia in calibro 9x19mm nelle competizioni di Tiro Dinamico Sportivo a causa degli incidenti che si sono verificati con munizioni caricate "a fattore". Viceversa, dal momento che il calibro 9x21mm consente di realizzare cartucce (ricaricate professionalmente) a fattore senza mettere a repentaglio l'incolumità fisica del tiratore, esso si è diffuso immediatamente anche fuori dall'Italia. Inoltre il 9x21mm IMI è molto più economico da ricaricare rispetto al .45 ACP, cosa che ha inciso parecchio sulla sua diffusione!! Le principali squadre nazionali di Tiro Dinamico Sportivo a livello europero utilizzano armi camerate in questo calibro. Allo stato attuale il 9x21mm IMI è una delle munizioni più popolari e diffuse in Italia, tant'è vero che ogni giorno vengono sparate migliaia di cartucce in questo calibro in TUTTE le Sezioni del TSN del nostro Paese. Quelli che seguono sono i principali dati dimensionali del calibro in commento :


- Diametro del colletto = 9,63mm
- Diametro del fondello = 9,96mm
- Lunghezza (massima) del bossolo = 21,15mm, ma in sede di ricarica casalinga i bossoli vengono tagliati e rifilati a 21mm esatti di lunghezza
- Spessore del fondello (medio) = 1,27mm, ma non mancano casi in cui lo spessore si aggira attorno a valori di 1,4 - 1,5mm
- Lunghezza massima della cartuccia finita (O.A.L.) = 29,75mm (N.B. ma nelle competizioni di Tiro Dinamico Sportivo vengono spesso usate cartucce lunghe 30,00 - 31,00mm, che richiedono però caricatori specializzati)
- Diametro del proiettile = 9,02mm (.355"), tuttavia le palle in lega ternaria o con copertura elettrolitica in Rame o Nickel hanno spesso diametri compresi tra 9,03 e 9,05mm e, ad ogni modo, 9,04mm è il diametro di gran lunga più comune in questa categoria di palle (N.B. ricordatevi che se acquistate palle blindate tradizionali con diametro INFERIORE ai 9,02mm, significa che chi ve le ha vendute vi ha fornito un prodotto di pessima qualità !!)
- Innesco (tipo) = Small Pistol Standard (V. note aggiuntive)
- Passo di rigatura (commerciale) tipico = 1 giro in 10" (1 giro in 254mm) con tutti i pesi di palla disponibili (N.B. alcuni preparatori di armi destinate al Tiro Dinamico Sportivo usano anche canne con passo di 1 giro in 14" per le loro realizzazioni, che sono comunque un  prodotto alquanto raro)


                                                                                 ATTENZIONE !!
 
SE DA UN LATO E' POSSIBILE INSERIRE LE DOSI DEL 9X19MM (9mm PARA / 9mm LUGER / 9mm NATO) NEL 9X21MM IMI, DALL'ALTRO NON E' POSSIBILE FARE IL CONTRARIO O SI RISCHIANO PERICOLOSI INCIDENTI !! NONOSTANTE LE APPARENTI SIMILITUDINI LE DUE CARTUCCE NON SONO UGUALI ED I DATI NON SONO ASSOLUTAMENTE INTERSCAMBIABILI!! VICEVERSA, E' POSSIBILE SOLO INSERIRE LE DOSI "MINORI" NELLA CARTUCCIA CON VOLUME MAGGIORE (N.B. cioè dal 9x19mm al 9x21mm), MA NON IL CONTRARIO (N.B. ossia dal 9x21mm al 9x19mm)!! PER UN'ANALISI PIU' APPROFONDITA SUL PUNTO SI CONSIGLIA (previa conoscenza basilare della lingua inglese !!) UNA BREVE LETTURA DEL MANUALE DI RICARICA SIERRA (ult. ed.), CHE ATTUALMENTE E' IL SOLO (a livello internazionale) AD OCCUPARSI APPROFONDITAMENTE DELL'ARGOMENTO!!



                                                                                 ATTENZIONE !!
 
LE FONTI BIBLIOGRAFICHE SERIE RELATIVE A 9X21mm IMI SONO ESTREMAMENTE RARE E SPESSO, LE DOSI RIPORTATE NON SONO ALTRO CHE QUELLE DEL 9X19mm (9mm NATO / 9mm PARA / 9mm Luger), SIA PER INCOMPETENZA, SIA PER DISINTERESSE DEGLI AUTORI !! PIU' PRECISAMENTE, A LIVELLO DI MANUALISTICA CORRENTE (N.B. il riferimento comprende ANCHE i manuali più blasonati, con la sola esclusione, forse, di quello della Sierra !!), SI TENDE A REIMPIEGARE LE DOSI DEL 9X19mm SPECIFICHE PER ARMI DI VECCHIA FATTURA NEL 9X21mm IMI, ANCHE SE IN QUESTO MODO RISULTA IMPOSSIBILE SFRUTTARE TUTTO IL POTENZIALE DI QUESTA INTERESSANTISIMA CARTUCCIA !! INFORMATEVI BENE SU COSA STATE FACENDO E SU QUALI DOSI STATE LAVORANDO PRIMA DI INIZIARE A RICARICARE, O RISCHIATE DI ASSEMBLARE CARICAMENTI DEL TUTTO DEPOTENZIATI SENZA CONOSCERNE LA RAGIONE !!




foto

- Sopra, a Sx, calco di tutta la canna di una Beretta M-98 inox realizzato per motivi di studio. A Dx, particolare del calco della rigatura, a livello centrale, della canna della medesima arma. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la gentile collaborazione prestata -

foto

- Sopra, a Sx, calco della camera della rigatura di una Beretta M-98 inox, con in evidenza il particolare dell'inizio di rigatura. A Dx, particolare ravvicinato del calco realizzato per motivi di studio. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la gentile collaborazione prestata -

foto

- Sopra, a Sx, calco della camera della rigatura di una Beretta M-98 inox, con in evidenza un bossolo inserito. A Dx, particolare ravvicinato del calco realizzato per motivi di studio. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la gentile collaborazione prestata -


foto

- Sopra, a Sx, calco della camera della rigatura di una Beretta M-98 inox, con in evidenza una cartuccia commerciale inserita. A Dx, particolare ravvicinato che mette in evidenza come le cartucce commerciali siano quasi sempre dotate di una lunghezza totale (O.A.L.) del tutto ERRATA!! Invece di usare la più consona lunghezza di 29,50mm, i fabbricanti si indirizzano inspiegabilmente verso una lunghezza di 28,00 o 28,20mm e, solo raramente, assemblano cartucce che superano i 29mm. Questo è profondamente ERRATO perchè non si sfruttano tutte le potenzialità che la cartuccia potrebbe fornire, cosa che appare palesemente quando a cartucce troppo corte vengono associate polveri con granuli di dimensioni eccessive (che intasano immediatamente il bossolo). A ciò si aggiunga che spesso molti produttori non crimpano nemmeno i proiettili, cosa che genera cartucce "ballerine" con la palla che si muove avanti e indietro durante il tiro, o semplicemente durante il semplice maneggio del caricatore. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la gentile collaborazione prestata -

foto

- Sopra, a Sx calibro digitale con una cartuccia fittizia assemblata per avere una luce di cameratura pari a zero una volta inserita in camera. La misura è di oltre 31mm, una misura che a volte viene impiegata nelle competizioni di Tiro Dinamico Sportivo, ma che richiede l'impiego di caricatori specifici (N.B. ad esempio quelli prodotti dall'italiana Mec - Gar). A Dx, particolare ravvicinato di una cartuccia commerciale inserita nelle pinze del calibro, che evidenzia una misura di "soli" 29,30mm!! Com'è facilmente intuibile, le cartucce in calibro 9x21mm dovrebbero avere, per lo meno, una O.A.L. 29,50mm, dato che misure inferiori sono del tutto controproducenti. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la gentile collaborazione prestata -


Il peso di palla oscilla (a livello commerciale) tra gli 88 ed i 150grs., anche se i risultati MIGLIORI (in termini di potenza e precisione) si ottengono con le palle, solitamente blindate, di peso compreso tra i 115 ed i 125grs. Ottimi risultati, in termini di precisione pura, si possono ottenere ANCHE con palle in lega ternaria sempre di 115 - 125 grs. di peso, anche se commercialmente sono MOLTO diffuse le palle da 120grs. di tipo RN. Il calibro in questione fornisce valori energetici standard di circa 45-50Kgm, per cui, onde non affaticare eccessivamente arma e tiratore è preferibile non superare (o superare limitatamente) il valore di 50Kgm per quanto concerne l'energia sviluppata. Chiaramente ci si riferisce ad un impiego reiterato in poligono per finalità ricreative e non ad impieghi particolari (agonismo nel Tiro Dinamico Sportivo)o professionali (difesa personale, guardia del corpo, Guardia Particolare Giurata). Il valore della durezza della molla standard nel 9x21mm (così come nel 9x19mm) è di 16 libbre (circa 8,5Kg). Questo valore fa riferimento ad armi con canne di lunghezza standard, cioè di 5" (127mm), ma si ricorda che, in genere, più la canna diminuisce di lunghezza è più la durezza della molla dovrà essere aumentata. Viceversa, più la lunghezza della canna aumenta e più la durezza della molla dovrà essere diminuita. Si rammenta che, comunque, esistono delle eccezioni, e che ad ogni modo la verifica andrà fatta caso per caso. Il calibro 9x21mm da il meglio di se con palle di peso compreso tra i 115 ed i 125grs., motivo questo che ha determinato la scelta delle ricariche a soli due tipi di (peso di) palla. Le ricariche che seguono sono state sviluppate con le seguenti armi:


- Beretta M-98 / M8000 Cougar
- Tanfoglio T-94 / Limited
- Glock M-17
- S&W M-6906 / 6904
- SIG-Sauer P-228 / P-226


    


- Una Beretta M-98 in calibro 9x21mm fotografata con il carrello aperto, accanto ad un caricatore (Sx) e chiuso, con il caricatore inserito in sede (Dx). La presenza di un caricatore ottimamente realizzato unita alla famosa "alimentazione in linea" brevettata dai tecnici della Beretta è la chiave della famosa affidabilità di quest'arma!! Anche se la cosa da fastidio a MOLTI "...esterofili ottusi di casa nostra...", l'alimentazione in linea brevettata dalla Beretta è una risoluzione progettuale con cui TUTTI i principali produttori mondiali di armi corte si sono dovuti confrontare  nell'ultimo quarto del XX secolo. Attualmente, ben pochi produttori sono stati in grado di fornire alternative convincenti, mentre nessuno è stato capace di fornire alternative tecnologicamente superiori. Forse sarebbe il caso che alcuni individui si collegassero il cervello alla bocca quando "...sparano a zero..." sulla Beretta la quale, a loro dire, "...farebbe schifo perchè è italiana..." !! -

foto

- Sopra, fianco Sx e Dx una superlativa CZ SP01 "Shadow". Dotata di un ottimo rapporto qualità/prezzo, quest'arma si sta sempre di più diffondendo tra i praticanti del tiro IDPA, gli agonisti della classe standard di tiro dinamico sportivo e, più in generale, tra gli amatori delle belle armi. La finitura spartana a base di vernici epossidiche ad alto spessore non deve trarre in inganno l'occhio poco esperto. Gli acciai sono di qualità superiore, come da sempre è nella tradizione dell'industria armiera ceca. La canna a rigatura tradizionale offre una superlativa precisione senza particolari rodaggi e con qualsiasi tipo di munizione, sia essa ricaricata o commerciale. Lo scatto in azione mista (dotato tra l'altro della vite per regolare il collasso di retroscatto) offre una fluidità impressionante, e consente anche ai principianti di togliersi grosse soddisfazioni al poligono già dopo le prime sessioni di tiro. Nelle mani di un tiratore smaliziato, a 25m è in grado di mettere tutti i colpi in un unico foro sfrangiato. Questo significa che la precisione è più che sufficiente per qualsiasi tipo di impiego, sia esso, professionale, difensivo, ludico o sportivo. La variante illustrata monta una tacca di mira regolabile solo in deriva, ed un mirino in fibra ottica. Sono disponibili anche altri tipi di mire, ivi comprese anche quelle al trizio. L'asse della canna particolarmente "basso" facilita altresì  il controllo durante il tiro rapido, anche con caricamenti sostenuti. Si ringrazia il Dr. Elio Borzoni della Sezione TSN di Novara per la gentile collaborazione prestata -

foto

- Sopra, foto di gruppo di una coppia di bellezze letali. Sono facilmente riconoscibili una CZ SP01 "Shadow" ed una Tanfoglio modello "Limited" nella variante "921 Custom". La prima è nota tra gli appasionati per essere dotata di un ottimo rapporto qualità/prezzo, e si sta sempre di più diffondendo tra i praticanti del tiro IDPA, gli agonisti della classe standard di tiro dinamico sportivo e, più in generale, tra gli amatori delle belle armi. La finitura spartana a base di vernici epossidiche ad alto spessore non deve trarre in inganno l'occhio poco esperto. Gli acciai sono di qualità superiore, come da sempre è nella tradizione dell'industria armiera ceca. La canna a rigatura tradizionale offre una superlativa precisione senza particolari rodaggi e con qualsiasi tipo di munizione, sia essa ricaricata o commerciale. Lo scatto in azione mista (dotato tra l'altro della vite per regolare il collasso di retroscatto) offre una fluidità impressionante, e consente anche ai principianti di togliersi grosse soddisfazioni al poligono già dopo le prime sessioni di tiro. Nelle mani di un tiratore smaliziato, a 25m è in grado di mettere tutti i colpi in un unico foro sfrangiato. Questo significa che la precisione è più che sufficiente per qualsiasi tipo di impiego, sia esso, professionale, difensivo, ludico o sportivo. La variante illustrata monta una tacca di mira regolabile solo in deriva, ed un mirino in fibra ottica. Sono disponibili anche altri tipi di mire, ivi comprese anche quelle al trizio. L'asse della canna particolarmente "basso" facilita altresì  il controllo durante il tiro rapido, anche con caricamenti sostenuti.  La seconda è costruita completamente  in acciaio inossidabile e dotata di uno scatto in sola Singola Azione (N.B. con possibilità di regolazione fine del collasso di retroscatto e della precorsa). Diversamente dal resto della produzione, viene realizzata con estrema cura dai tecnici specializzati del Tanfoglio "Custom Shop". Il caricatore in acciaio è completamente cromato ed è dotato di un fondello in Alluminio anodizzato tenuto in posizione non solo dal dente della piastrina di blocco, ma anche da una apposita vite di ritegno. Il frontalino ed il dorsalino dell'impugnatura sono completamente zigrinati. Il cane è alleggerito e serve per ridurre i tempi di percussione. Le  mire sono installate manualmente con estrema cura su intagli a coda di rondine. In particolare, la tacca di mira è una LPA completamente regolabile in alzo e in deriva. Di estremo interesse è la canna a rigatura semipoligonale di tipo pesante (V. foto a Dx). Questa canna ha un profilo tronco-conico che facilita il riallineamento in sede di chiusura, colpo dopo colpo, contribuendo così a massimizzare la precisione. Il fatto che sia una LW di tipo pesante (heavy barrel) contribuisce altresì a ridurre l'impennamento al momento dello sparo. Si ringrazia il Dr. Elio Borzoni della Sezione TSN di Novara per la gentile collaborazione prestata -


Tra le polveri più indicate per effettuare la ricarica del 9x21 con ottimi risultati vanno senza dubbio segnalate le seguenti:


palla da 115grs. di tipo blindato, varie morfologie (O.A.L. tipico 29,50mm)



Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Dose (grs.)
Bullseye
4,0 (min.)
6,0 (MAX)
HP-38
4,0 (min.)
6,0 (MAX)
HS-6      
6,0 (min.)
8,7 (MAX)
N-350
5,0 (min.)
7,4 (MAX)
3N37          
6,0 (min.)
7,6 (MAX)
3N38
6,0 (min.)
9,2 (MAX)
AA-5  
6,0 (min.)
8,0 (MAX)
AA-7       
7,0 (min.)
9,3 (MAX)
WW-540
6,0 (min.)
8,5 (MAX)
SP-2
6,0 (min.)
8,5 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - anche se il 9x21mm è un calibro ESTREMAMENTE flessibile dal punto di vista operativo, nel senso che consente di impiegare con soddisfazione una grande varietà di propellenti, ben POCHI soggetti sono consci di questa sua qualità!! Spesso si tende a sottocaricare o "...a caricare male..." le cartucce sia da parte di chi ricarica casalingamente (handloaders), sia da parte dei soggetti agenti a livello commerciale / industriale (ammo producers).

NOTE TECNICHE (2) - una delle polveri migliori in assoluto per la ricarica del 9x21mm, almeno per chi ricerca la potenza pura, è sicuramente rappresentata dalla Vectan SP-2. Si tratta di una polvere sferoidale a doppia base caratterizzata da alta scorrevolezza e facile dosabilità. A causa della sua natura fisica, essa consente di ottenere elevate densità di caricamento, che nel 9x21mm sono ESTREMAMENTE importanti. Un'altra caratteristica poco nota di questa polvere è rappresentata dal fatto che consente di ottenere ALTE velocità pur con basse pressioni di esercizio. Purtroppo questa polvere è poco nota ed è ancora troppo poco utilizzata non solo a livello amatoriale, ma anche e soprattutto a livello industriale. Ragionando in maniera razionale, si può dire che qualsiasi produttore di munizioni "...degno di questo nome..." dovrebbe tenere in considerazione la SP-2 se decidesse di produrre caricamenti commerciali per il 9x21mm (N.B. ma anche per tutte le cartucce affini) .

NOTE TECNICHE (3) - una delle polveri migliori in assoluto per la ricarica del 9x21mm, almeno per chi ricerca la potenza pura, è sicuramente rappresentata dalla Winchester 540 (WW-540). Si tratta di una polvere sferoidale a doppia base caratterizzata da alta scorrevolezza e facile dosabilità. A causa della sua natura fisica, essa consente di ottenere elevate densità di caricamento, che nel 9x21mm sono ESTREMAMENTE importanti. Un'altra caratteristica poco nota di questa polvere è rappresentata dal fatto che consente di ottenere ALTE velocità pur con basse pressioni di esercizio. Purtroppo questa polvere è poco nota ed è ancora troppo poco utilizzata non solo a livello amatoriale, ma anche e soprattutto a livello industriale. Ragionando in maniera razionale, si può dire che qualsiasi produttore di munizioni "...degno di questo nome..." dovrebbe tenere in considerazione la WW-540 se decidesse di produrre caricamenti commerciali per il 9x21mm (N.B. ma anche per tutte le cartucce affini) .

NOTE TECNICHE (4) - una delle polveri migliori in assoluto per la ricarica del 9x21mm, almeno per chi ricerca la potenza pura, è sicuramente rappresentata dalla Vihtavuori 3N37. Si tratta di una polvere cilindrica a singola base caratterizzata da una buona scorrevolezza e facile dosabilità. Diversamente dalle summenzionate SP-2 e WW540, la 3N37 ha lo svantaggio non consentire le medesime densità di caricamento (N.B. essenzialmente poichè è cilindrica e non sferoidale !!), ma offre il vantaggio di avere una minore tempratura di fiamma (N.B. essenzialmente perchè è monobasica !!) Ad ogni modo, a causa della sua natura fisica, essa consente di ottenere comunque densità di caricamento alquanto elevate, che nel 9x21mm sono ESTREMAMENTE importanti. Un'altra caratteristica poco nota di questa polvere è rappresentata dal fatto che consente di ottenere ALTE velocità pur con basse pressioni di esercizio. Purtroppo questa polvere è poco nota ed è ancora troppo poco utilizzata non solo a livello amatoriale, ma anche e soprattutto a livello industriale. Ragionando in maniera razionale, si può dire che qualsiasi produttore di munizioni "...degno di questo nome..." dovrebbe tenere in considerazione la 3N37 se decidesse di produrre caricamenti commerciali per il 9x21mm (N.B. ma anche per tutte le cartucce affini) .

NOTE TECNICHE (5) - solitamente i bossoli del 9x21mm sono molto capienti ed accolgono ampie quantità di polveri ad alta densità di tipo lamellare (ad es. SIPE-N, S4-N o  JK-3) o sferico (ad es. SP-2 o WW-540). Tuttavia, a volte si potrebbe incappare anche bossoli di capacità ridotta rispetto al normale, che NON consentono di usare ALTI quantitativi di polvere pur usando palle della medesima massa. A titolo di esempio, si ricordi che un bossolo di 9x21mm contiene 15,5grs. di Vectan SP-2, e che chi assembla ricariche per le palle di tipo THV da 51grs. di peso, introduce una dose massima di 14,0grs. Venendo a pesi di palla "ordinari", e sempre usando la Vectan SP-2 come esempio, solitamente si possono introdurre senza difficoltà fino a 8,0grs. con la palla da 124grs. di peso. Tuttavia, con alcuni bossoli molto spessi, non se ne possono introdurre più di 6,0grs. con lo stesso tipo di palla !! Questa problematica interessa da vicino gli agonisti del Tiro Dinamico Sportivo, oppure chi ha interesse ad assemblare ricariche per difesa personale (che sono necesssariamente molto potenti). Per favore, se appartenete ad una di queste categorie di utenti, fate molta attenzione al tipo di bossoli che intendete impegare.


palla da 125grs. di tipo blindato, varie morfologie (O.A.L. tipico 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Dose (grs.)
Bullseye
4,0 (min.)
5,8 (MAX)
HP-38    
4,0 (min.)
6,2 (MAX)
HS-6    
6,0 (min.)
8,5 (MAX)
N-350
5,0 (min.)
7,2 (MAX)
3N37  
5,0 (min.)
7,5 (MAX)
3N38
6,0 (min.)
9,0 (MAX)
AA-5   
6,0 (min.)
7,8 (MAX)
AA-7    
7,0 (min.)
9,2 (MAX)
WW-540
6,0 (min.)
8,0 (MAX)
SP-2
6,0 (min.)
8,0 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - anche con le palle da 123 - 125grs. di peso, una delle polveri migliori in assoluto per la ricarica del 9x21mm, almeno per chi ricerca la potenza pura, è sicuramente rappresentata dalla Vectan SP-2. Si tratta di una polvere sferoidale a doppia base caratterizzata da alta scorrevolezza e facile dosabilità. A causa della sua natura fisica, essa consente di ottenere elevate densità di caricamento, che nel 9x21mm sono ESTREMAMENTE importanti. Un'altra caratteristica poco nota di questa polvere è rappresentata dal fatto che consente di ottenere ALTE velocità pur con basse pressioni di esercizio. Purtroppo questa polvere è poco nota ed è ancora troppo poco utilizzata non solo a livello amatoriale, ma anche e soprattutto a livello industriale. Ragionando in maniera razionale, si può dire che qualsiasi produttore di munizioni "...degno di questo nome..." dovrebbe tenere in considerazione la SP-2 se decidesse di produrre caricamenti commerciali per il 9x21mm (N.B ma anche per tutte le cartucce affini).

NOTE TECNICHE (2) - anche con le palle da 123 - 125grs. di peso, una delle polveri migliori in assoluto per la ricarica del 9x21mm, almeno per chi ricerca la potenza pura, è sicuramente rappresentata dalla Winchester 540 (WW-540). Si tratta di una polvere sferoidale a doppia base caratterizzata da alta scorrevolezza e facile dosabilità. A causa della sua natura fisica, essa consente di ottenere elevate densità di caricamento, che nel 9x21mm sono ESTREMAMENTE importanti. Un'altra caratteristica poco nota di questa polvere è rappresentata dal fatto che consente di ottenere ALTE velocità pur con basse pressioni di esercizio. Purtroppo questa polvere è poco nota ed è ancora troppo poco utilizzata non solo a livello amatoriale, ma anche e soprattutto a livello industriale. Ragionando in maniera razionale, si può dire che qualsiasi produttore di munizioni "...degno di questo nome..." dovrebbe tenere in considerazione la WW-540 se decidesse di produrre caricamenti commerciali per il 9x21mm (N.B. ma anche per tutte le cartucce affini) .

NOTE TECNICHE (3) -anche con le palle da 123 - 125grs. di peso, una delle polveri migliori in assoluto per la ricarica del 9x21mm, almeno per chi ricerca la potenza pura, è sicuramente rappresentata dalla Vihtavuori 3N37. Si tratta di una polvere cilindrica a singola base caratterizzata da una buona scorrevolezza e facile dosabilità. Diversamente dalle summenzionate SP-2 e WW540, la 3N37 ha lo svantaggio non consentire le medesime densità di caricamento (N.B. essenzialmente poichè è cilindrica e non sferoidale !!), ma offre il vantaggio di avere una minore tempratura di fiamma (N.B. essenzialmente perchè è monobasica !!) Ad ogni modo, a causa della sua natura fisica, essa consente di ottenere comunque densità di caricamento alquanto elevate, che nel 9x21mm sono ESTREMAMENTE importanti. Un'altra caratteristica poco nota di questa polvere è rappresentata dal fatto che consente di ottenere ALTE velocità pur con basse pressioni di esercizio. Purtroppo questa polvere è poco nota ed è ancora troppo poco utilizzata non solo a livello amatoriale, ma anche e soprattutto a livello industriale. Ragionando in maniera razionale, si può dire che qualsiasi produttore di munizioni "...degno di questo nome..." dovrebbe tenere in considerazione la 3N37 se decidesse di produrre caricamenti commerciali per il 9x21mm (N.B. ma anche per tutte le cartucce affini).

NOTE TECNICHE (4) - solitamente i bossoli del 9x21mm sono molto capienti ed accolgono ampie quantità di polveri ad alta densità di tipo lamellare (ad es. SIPE-N, S4-N o  JK-3) o sferico (ad es. SP-2 o WW-540). Tuttavia, a volte si potrebbe incappare anche bossoli di capacità ridotta rispetto al normale, che NON consentono di usare ALTI quantitativi di polvere pur usando palle della medesima massa. A titolo di esempio, si ricordi che un bossolo di 9x21mm contiene 15,5grs. di WW-540, e che chi assembla ricariche per le palle di tipo THV da 51grs. di peso, introduce una dose massima di 14,0grs. Venendo a pesi di palla "ordinari", e sempre usando la WW-540 come esempio, solitamente si possono introdurre senza difficoltà fino a 8,0grs. con la palla da 124grs. di peso. Tuttavia, con alcuni bossoli molto spessi, non se ne possono introdurre più di 6,0grs. con lo stesso tipo di palla !! Questa problematica interessa da vicino gli agonisti del Tiro Dinamico Sportivo, oppure chi ha interesse ad assemblare ricariche per difesa personale (che sono necesssariamente molto potenti). Per favore, se appartenete ad una di queste categorie di utenti, fate molta attenzione al tipo di bossoli che intendete impegare.


palla da 145 - 150grs. di tipo blindato, varie morfologie (O.A.L. tipico 29,70 - 31,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Dose (grs.)
Bullseye   
3,5 (min.)
5,2 (MAX)
HP-38      
4,0 (min.)
5,2 (MAX)
HS-6      
6,0 (min.)
8,0 (MAX)
N-350
5,0 (min.)
6,8 (MAX)
3N37    
5,0 (min.)
7,3 (MAX)
3N38
5,0 (min.)
8,8 (MAX)
AA-5   
5,0 (min.)
7,3 (MAX)
AA-7      
6,0 (min.)
8,9 (MAX)
WW-540
5,0 (min.)
6,8 (MAX)
SP-2
5,0 (min.)
6,5 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - solitamente i bossoli del 9x21mm sono molto capienti ed accolgono ampie quantità di polveri ad alta densità di tipo lamellare (ad es. SIPE-N, S4-N o  JK-3) o sferico (ad es. SP-2 o WW-540). Tuttavia, a volte si potrebbe incappare anche bossoli di capacità ridotta rispetto al normale, che NON consentono di usare ALTI quantitativi di polvere pur usando palle della medesima massa. Per esempio, usando la Vectan SP-2, solitamente si possono introdurre senza difficoltà fino a 8,0grs. con la palla da 124grs. di peso. Tuttavia, con alcuni bossoli molto spessi, non se ne possono introdurre più di 6,0grs. con lo stesso tipo di palla !! Questa problematica interessa da vicino gli agonisti del Tiro Dinamico Sportivo, oppure chi ha interesse ad assemblare ricariche per difesa personale (che sono necesssariamente molto potenti). Per favore, se appartenete ad una di queste categorie di utenti, fate molta attenzione al tipo di bossoli che intendete impegare.


foto caracal F

- Sopra, fianco Sx e Dx di una poco diffusa Caracal modello F. Sotto il profilo dell'organizzazione meccanica, si tratta della più recente rivisitazione del progetto della Glock M17, che molto lentamente sta cominciando a stimolare l'interesse degli appassionati d'armi e, quindi, dei potenziali clienti. L'arma è molto precisa a 25m di distanza, sia con munizioni commerciali che ricaricate, ed il livello di precisione offerto è più che sufficiente per il tiro difensivo. Analogamente, con un simile livello di precisione, ne trarranno giovamento sia l'appassionato del tiro ricreativo che gli interessati alle competizioni IDPA o FIAS. Si ringrazia il Dr. Elio Borzoni della Sezione TSN di Novara per la gentile collaborazione prestata -


                                                                                      ATTENZIONE!!


La lunghezza massima EFFETTIVA delle cartucce commerciali in calibro 9x21 è di 29,75mm!! Esistono tuttavia cartucce di lunghezza SUPERIORE a questa che vengono utilizzate nel settore del Tiro Dinamico Sportivo. In  particolare, le armi costruite su telai Caspian o Para-Ordnance, possono impiegare senza problemi cartucce lunghe fino ad un massimo di 32,00mm!!



Sezione 1 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : alcuni consigli utili per la realizzazione di ricariche particolarmente adatte al tiro informale


A causa del suo elevato livello di flessibilità operativa,  i frequentatori delle diverse Sezioni UITS sparse sul territorio nazionale, non sempre prediligono ricaricare il 9x21mm con le polveri indicate in precedenza, ma preferiscono utilizzare un approcio il più economico possibile, cercando sempre di "...non intaccare le proprie finanze..." !! Quelle che seguono sono alcune delle combinazioni più diffuse sul territorio nazionale:


                                  TAVOLA RIASSUNTIVA DELLE RICARICHE PER IL TIRO RICREATIVO PIU' DIFFUSE NEI POLIGONI ITALIANI


 Polvere (tipo/dose) Palla (peso/tipo)
  V(m/s)
E(Kgm)
SD(m/s)
GM3          4,5(min.) - 4,8(MAX)
115 FMJ-RN
340-354
44-47
3-4
GM3          4,5(min.) - 4,7(MAX)
123 FMJ-RN
335-346
46-49
2-2
GM3          4,0(min.) - 4,5(MAX)
120 RNcast
330-354
44-50
4-6
Rex28        4,7(min.) - 5,0(MAX) 
115 FMJ-RN 
332-346
42-45 
5-1
Rex28        4,5(min.) - 4,9(MAX)
123 FMJ-RN   
324-347
43-49
3-1
Rex28        4,2(min.) - 4,5(MAX)
120 RNcast 
324-337 43-46
2-3
Rex32        5,0(min.) - 5,5(MAX) 
115 FMJ-RN   
322-346
39-45 
4-3
Rex32        4,6(min.) - 5,0(MAX)  
123 FMJ-RN
318-339
41-47
2-6
Rex32        4,6(min.) - 4,8(MAX)  
120 RNcast
325-334
43-45
4-2
WW-450   4,7(min.) - 5,1(MAX)
115 FMJ-RN
324-352
40-47
2-3
WW-450   4,7(min.) - 5,0(MAX)
123 FMJ-RN 
329-340
44-47
4-2
WW-450   4,4(min.) - 4,7(MAX)  
120 RNcast  
324-342
43-47
3-3
WW-231   4,7(min.) - 5,2(MAX)
115 FMJ-RN
328-354        
41-48
6-5
WW-231   4,5(min.) - 5,3(MAX) 
123 FMJ-RN 
316-349        
40-50
4-2
WW-231   4,0(min.) - 5,0(MAX)
120 RNcast 
309-361        
38-53
6-3
N-340       5,4(min.) - 5,8(MAX)
115 FMJ-RN
338-352        
43-47
5-8
N-340       5,2(min.) - 5,8(MAX)
123 FMJ-RN
316-349        
40-50
3-1
N-340       4,7(min.) - 5,0(MAX)
120 RNcast 
312-325        
39-43
4-2
 


                                                                                          ATTENZIONE!!

Le dosi riportate nella tabella soprastante sono da intendersi solo come maggiormente indicate al tiro informale. Per questo motivo, esse non sempre rappresentano le dosi effettivamente  massime in riferimento ai singoli propellenti, ma solo quelle suggerite come massime in riferimento alle finalità del tiro di ricreativo, di mero divertimento o di precisione!! Si ricorda gli unici due scopi cui mirano queste ricariche sono la bassa pressione ed il basso rinculo, con conseguenti scarse sollecitazioni alla meccanica dell'arma ed elevata precisione. Il tutto, al solo scopo di fare divertire il tiratore.



Per motivi di completezza sono inclusi anche i dati relativi a palle in lega ternaria da 120grs. Per ottenere il massimo della precisione con queste palle, è buona norma utilizzare sempre le dosi minime, anche se talvolta potrebbero esserci delle eccezioni. Tutti i dati pubblicati hanno valore puramente indicativo, dal momento che ogni arma gradisce una particolare ricarica e che, quindi, non esiste una ricarica che va bene per tutti. In linea di massima si consiglia di indirizzarsi verso le ricariche che hanno la deviazione standard più bassa possibile. Per quanto riguarda le polveri utilizzate, si può dire quanto segue:

GM-3

Pur non essendo una polvere specifica per il calibro in commento, essendo in realtà nata esclusivamente per il caricamento della cartucce in calibro 12/70, questa polvere tende a sviluppare risultati interessanti. per chi pratica il tiro informale. Di estremo interesse per l'elevata precisione svilippata e per lo scarso rinculo, è la ricarica con palla da 123 - 125grs. spinti da 4,5grs. di questa polvere. Per chi è interessato al tiro di puro divertimento basato su una ricarica economica, questa polvere potrebbe rappresentare la scelta ideale. Vicerversa, chi è interessato all'assemblaggio di ricariche a piena potenza, deve indirizzarsi verso polveri con diverse caratteristiche chimiche .

Rex28 (Rex Rossa / Rex-1)

Pur non essendo una polvere specifica per il calibro in commento, essendo in realtà nata esclusivamente per il caricamento della cartucce in calibro 12/70 contenenti fino a 28 grammi di Piombo, la Rex28 (o Rex Rossa che dir si voglia) ha fornito buoni risultati con palle da 115grs. spinte da una dose di 5,0grs. Contraraimente  a quanto solitamente affermato, le polveri Rex Verde e Rex Gialla sono comunque da preferire rispetto alla Rex Rossa per la ricarica del calibro in commento. Per chi è interessato al tiro di puro divertimento basato su una ricarica economica e senza troppe pretese, questa polvere potrebbe rappresentare la scelta ideale. Vicerversa, chi è interessato all'assemblaggio di ricariche a piena potenza, deve indirizzarsi verso polveri con diverse caratteristiche chimiche. Come tutte le Rex, presenta il difetto delle pessime tolleranze produttive.

Rex32 (Rex Gialla / Rex-2)


Similmente alla Rex Rossa, anche la Rex32 (o Rex Gialla che dir si voglia) non è una polvere nata per il caricamento delle munizioni per arma corta, essendo stata realizzata per il caricamento delle munizioni in calibro 12/70 contenenti fino a 32 grammi di Piombo. Questa polvere ha comunque fornito risultati interessanti con le palle camiciate. Per il tiro di mero divertimento al poligono si consigliano indicativamente 5,3grs. con la palla da 115grs., oppure 4,6grs. con la palla da 123-125grs. Degne di nota sono poi 4,8grs. con le palle RN in lega ternaria da 120grs. Si tratta di un'ottima polvere per chiunque desideri ricaricare, con una spesa modesta, cartucce estremamente precise per il calibro in commento. Vicerversa, chi è interessato all'assemblaggio di ricariche a piena potenza, deve indirizzarsi verso polveri con diverse caratteristiche chimiche. Come tutte le Rex, presenta il difetto delle pessime tolleranze produttive.

WW-450

Nata originarimente per il caricamento delle cartucce in calibro 12/70 , questa polvere ha fornito buoni risultati con palle FMJ-RN da 123-125grs. spinte da 5,0grs., oppure con palle FMJ-RN da 115grs. spinte da 4,7grs. A causa della maggiore progressività rispetto ad altre polveri spesso usate nella ricarica del 9x21mm, sicuramente si tratta di una polvere che va preferita rispetto alla più nota WW231 per la ricarica casalinga di questo calibro. La gamma reale di caricamento con questa polvere va da 4,7 a 5,7grs. con le palle da 115grs. , per arrivare a 4,5 - 5,5grs. con le palle da 125grs. Non si consiglia di superare il limite dei 125grs. come peso di palla, anche se alcuni ricaricatori la usano in dosi comprese tra i 3,8 ed i 4,2grs. con palle da 135grs. di peso. Per chiunque voglia usare palle di peso superiore ai 125grs. è consigliabile abbandonare la WW-450 e passare alla più indicata (e più progressiva !!) WW-540. In estrema sintesi, per chi è interessato al tiro di puro divertimento basato su una ricarica economica e con le classiche palle da 115 - 125grs. di peso, sicuramente questa polvere potrebbe rappresentare la scelta ideale, specie se si vuole lavorare con palle blindate. Vicerversa, chi è interessato all'assemblaggio di ricariche a piena potenza, deve indirizzarsi verso polveri con diverse caratteristiche chimiche .

WW-231

Questa polvere ha dato i risultati più deludenti con tutte le palle provate nel corso dello studio. I risultati migliori si ottengono con palle da 115grs., anche se i valori della deviazione standard sono comunque molto elevati. In generale si tratta di una polvere non indicata per la ricarica casalinga del calibro in commento, a meno che non la si voglia usare esclusivamente per realizzare cartucce con palle in Piombo spinte da bassisime dosi di questo propellente. Per chi è interessato al tiro di puro divertimento basato su una ricarica economica, questa polvere potrebbe rappresentare una ragionevole opzione. Vicerversa, chi è interessato all'assemblaggio di ricariche a piena potenza, deve indirizzarsi verso polveri con diverse caratteristiche chimiche .

Vihtavuori N-340

Questa polvere, paradossalmente nata anch'essa per il caricamento delle munizioni per il fucile a canna liscia in calibrio 12/70, ha dato ottimi risultati con la palla FMJ-RN da 123-125grs. spinti da 5,8grs. Per i tiratori che prediligono le palle in lega 90/5/5, sono degni di rilievo anche i risultati ottenuti con la palla RN da 120grs. in lega ternaria spinti da 5,0grs. Nonostante la sua orgine, le sue caratteristiche fisico-chimiche (alta dosabilità, bassa temperatura di combustione, struttura monobasica, etc.) la rendono una delle polveri più indicate per la ricarica casalinga del calibro in commento. Sicuramente è da preferire rispetto alla N-320, polvere molto più indicata per la ricarica del .38 Special o del .45 ACP/HP. Tutti i tiratori "comuni" possono essere più che soddisfatti dalle prestazioni di quesa polvere. Tuttavia, chi vuole maggiori energie cinetiche e, quindi, maggiori velocità, deve passare  alla N-350 o alla eccellente 3N37. Chi si dedica al Tiro Dinamico Sportivo, viceversa, potrà ottenere migliori risultati con la 3N38 o con la N-105.



Anche se sono ampiamente SCONSIGLIATE a causa del loro peso eccessivamente ridotto, le palle da 100grs. (comunemente considerate come alternative a quelle da 90 - 95grs., nel calibro 9mm Corto) potrebbero essere utilizzate da alcuni ricaricatori particolarmente inesperti o impossibilitati a reperire palle di peso convenzionale. Per questo motivo si accludono anche alcuni dati di ricarica relativi a palle con questo peso che, in ogni caso, risulta del tutto ANOMALO per il calibro in commento.



Polvere (tipo/dose)
Palla (peso/tipo) V (m/s)
E (Kgm)
SD (m/s)
GM-3        4,8 (min.) - 5,2 (MAX)
100 FMJ-RN 
370-395
45-51
3-2
Rex28        4,8 (min.) - 5,2 (MAX)
100 FMJ-RN
348-365
40-44
4-2
Rex32        5,0 (min.) - 5,4 (MAX)
100 FMJ-RN
345-358
39-42
5-2
WW-450   5,0 (min.) - 5,4 (MAX)
100 FMJ-RN
331-378
36-47
5-2
WW-231   5,2 (min.) - 5,5 (MAX)
100 FMJ-RN
356-368
42-45
8-5
N-340       5,0 (min.) - 6,0 (MAX) 
100 FMJ-RN
334-348
37-40
11-7



Come si vede chiaramente dalla tabella, i valori della deviazione standard sono tendenzialmente SUPERIORI a quelli tipici delle palla da 115 e 125 grs., motivo per cui le palle di peso compreso tra i 115 ed i 125 sono ampiamente da PREFERIRE nella ricarica casalinga. Un dettaglio molto importante sottolineare, è che per il tiro a segno informale o da divertimento è consigliabile ricaricare con palle di peso compreso tra i 123 ed i 125grs., a velocità comprese tra i 280 ed i 300m/s. Dal momento che i depositi di Piombo sulla rigatura determinano un rapido decadimento della precisione di qualsiasi arma, è preferibile utilizzare palle dotate di trattamento elettrolitico o palle in lega ternaria. Le palle realizzate con la comune lega 90/5/5 vanno benissimo se utilizzate con BASSE dosi di polvere. Se l'esborso economico non è un problema, allora è possibile utilizzare anche le palle blindate convenzionali. In ogni caso, per EVITARE la formazione rapida di fastidiosi residui di Piombo, fortemente DELETERI ai fini della precisione, è vivamente consigliabile NON superare (ampiamente) il limite dei 300m/s. Nella tabella in epigrafe si indicano alcune delle dosi di ricarica maggiormente utilizzate nei poligoni italiani dai possessori di armi camerate nel calibro in commento.


                                           TAVOLA DELLE RICARICHE SUBSONICHE PER IL 9X21 PIU' DIFFUSE NEI POLIGONI ITALIANI

 

Polvere (tipo)
Dose (grs.) V(m/s)
GM3
3,7 
290
WW-450
4,5
300
WW-231
4,2
295
N310 
3,2
290
N340 
4,2
285
Rex gialla 
3,8
285
Rex verde 
4,8
300


NOTE TECNICHE (1) - alcune fonti bibliografiche suggeriscono l'impiego della N-320, in luogo della N-310, in dose compresa tra 3,8 e 4,2grs. (per la palla da 124grs. LRN), oppure tra 4,0 e 4,6grs. (per la palla da 115grs. LRN). Se le palle sono del tipo blindato o ramato, si possono aumentare le dosi massime di circa 0,1grs. Gli inneschi sono sempre gli Small Pistol Standard e la lunghezza complessiva della munizione assemblata è di 29,20 - 29,50mm.

NOTE TECNICHE (2) - alcune fonti bibliografiche suggeriscono l'impiego della SIPE-N in dose compresa tra 4,0 e 4,5grs. (per la palla da 124grs. LRN), oppure tra 4,5 e 5,0grs. (per la palla da 115grs. LRN). Se le palle sono del tipo blindato o ramato, si possono aumentare le dosi massime di circa 0,1grs. Gli inneschi sono sempre gli Small Pistol Standard e la lunghezza complessiva della munizione assemblata è di 29,20 - 29,50mm.


NOTE TECNICHE (3) - impiegando le dosi di polvere tipiche di queste ricariche subosoniche, a volte può capitare che l'arma non funzioni perchè la molla di recupero è "troppo dura" in relazione dalla carica impiegata. In questo cosa dovete valutare se sostituire la molla di recupero per passare ad una più debole, oppure se cambiare la ricarica e passare ad una un po' più potente


Una polvere scarsamente impiegata per la ricarica più "informale"  del 9x21mm è la Vectan SP-8. Al di fuori del settore del tiro dinamico sportivo (dove gode di una certa diffusione assieme alla "sorella" SP-2), questa polvere è scarsamente usata e poco conosciuta dai ricaricatori. Anche se è solitamente nota tra i frequentatori dei vari poligoni italiani come "la polvere che non perdona" o "la polvere a tolleranza zero", in pochi sanno che con questa polvere è possibile assemblare ricariche molto dolci, specifiche per il tiro propedeutico o per il mero tiro da divertimento.


                TAVOLA DELLE RICARICHE CON POLVERE SP-8 PER IL TIRO PROPEDEUTICO PIU' DIFFUSE NEI POLIGONI ITALIANI


Polvere / Dose (tipo / grs.)
Palla (peso)
Velocità (m/s)
SP-8 / 5,0grs.
FMJ-RN 123grs.
237
SP-8 / 5,5grs.
FMJ-RN 123grs.
269
SP-8 / 6,0grs.
FMJ-RN 123grs.
274


NOTE TECNICHE (1) - arma impiegata = Tanfoglio Stock - II (canna da 5")

NOTE TECNICHE (2) - inneschi CCI-500 small pistol standard

NOTE TECNICHE (3) - rilevazione cronografica effettuata alla minima distanza possibile

NOTE TECNICHE (4) - si presti attenzione al fatto che i lotti di vecchia produzione della SP-8 sono riconoscibili per avere i granuli di dimensioni INFERIORI rispetto a quelli di produzione più recente. Pur trattandosi in ambo i casi di minuscoli dischetti di tipo schiacciato, tuttavia, questo significa che tendenzialmente con i vecchi lotti era possibile (a parità di cartuccia e di peso di palla) introdurre un maggior quantitativo di propellente

NOTE TECNICHE (5) - delle tre ricariche impiegate, la prima da qualche problema di alimentazione, e risulta spesso eccessivamente debole. La seconda da pochissimo rinculo e rilevamento assente, e si gestisce benissimo da parte del tiratore. Anche la terza consente un'ottima gestione da parte del tiratore. Si ringrazia il Sig. Giancarlo Alunni per la gentile collaborazione prestata



Fra le polveri impiegate nella ricarica del calibro 9x21mm, moltissimi tiratori italiani prediligono la Rex Verde (Rex-3) e la Rex Gialla (Rex-2), a causa delle loro forte reperibilità sul territorio nazionale. In realtà i ricaricatori più esperti e smaliziati si rifiutano categoricamente di usare le polveri Rex per la ricarica del 9x21mm (o per altri calibri da pistola), per i seguenti motivi :

- pessime tolleranze produttive (N.B. ciò significa che usando i dosatori volumetrici i dosaggi sarano alquanto irregolari volta dopo volta)
- intasamento del bossolo molto rapido (N.B. a causa delle grosse dimensioni dei dischetti, i bossoli delle munzioni per armi corte verranno rapidamente riempiti)
- scarsa capacità di sviluppare alte velocità in ogni calibro per arma corta
- alta sensibilità ai mutamenti climatici
- pessima dosabilità
- scarsa adattabilità alle caratteristiche termodinamiche delle munizioni per armi corte
- basso livello qualitativo (N.B. se paragonato ad altre polveri specifiche per armi corte e/o per il calibro 12/70)

Il ragionamento fatto dai ricaricatori più esperti è, in definitiva, che non è possibile usare pedissequamente nella ricarica per le armi corte tutte le polveri nate per la ricarica delle munizioni calibro 12/70 (o comunque a canna liscia), ma che bisogna saper scegliere attentamente. Tuttavia, nonostante queste limitazioni palesi, un numero molto elevato di frequentatori delle varie Sezioni del TSN sceglie le polveri Rex per i seguenti motivi :

- economicità rispetto a prodotti più blasonati
- forte reperibilità su tutto il territorio nazionale
- irrilevanza del basso livello qualitativo rispetto agli scopi perseguiti (N.B. a chi interessa solo bucare un foglio di carta al poligono il sabato pomeriggio, poco importa della reale qualità del prodotto !!)

Per questo motivo, in questa sede si darà un breve cenno ANCHE le dosi massime e minime in riferimento a combinazioni di queste due polveri con palle in lega ternaria.



Polvere (tipo)
Palla (peso)
Dose (grs.)
Rex Gialla 
120grs. LRN
3,5 (min.) - 4,5 MAX)
Rex Verde  
120grs. LRN 
4,5 (min.) - 5,2 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - impiegando la polvere Rex GIALLA, alcuni tiratori preferiscono scendere fino a 3,0grs. come dose di partenza. Anche se non è pericoloso, questo potrebbe a volte determinare dei malfunzionamenti perchè la molla di recupero risulta "troppo dura" in relazione dalla carica impiegata. Solitamente questo problema viene risolto aumentando il dosaggio ed assemblando una cartuccia leggermente più potente.

NOTE TECNICHE (2) - impiegando la polvere Rex VERDE, alcuni tiratori preferiscono scendere fino a 4,3grs. come dose di partenza. Anche se non è pericoloso, questo potrebbe a volte determinare dei malfunzionamenti perchè la molla di recupero risulta "troppo dura" in relazione dalla carica impiegata. Solitamente questo problema viene risolto aumentando il dosaggio ed assemblando una cartuccia leggermente più potente.



Si noti che, nonostante alle voci che circolano nei poligoni o nelle armerie, per le polveri Rex - Nitrokemia (note più semplicemente come polveri Rex) NON esistono dati ufficiali di ricarica (anche se è stato realizzato un sito internet specifico all'indirizzo www.rexpowders.com e sono in circolazione alcuni opuscoli informativi presso le armerie più fornite), ed i dati attualmente in circolazione in Italia sono il risultato di anni di ricerca e di sperimentazione operata da parte di moltissimi tiratori su tutto il territorio nazionale. Per motivi di correttezza, si ricorda che delle tre polveri Rex attualmente disponibili in commercio, solo il tipo Verde (o Rex 34) e quello Giallo (o Rex 32) sono i più adatti al calibro in commento, mentre la c.d Rex Rossa (o Rex 28) non è molto adatta al calibro 9x21mm, ma è più adatta a calibri come il .45ACP/HP, il .38 Special (in particolare con le palle da 148grs. WC) o il 7,65 Browning.


                                                              TAVOLA DI RICOSCIMENTO DELLE POLVERI  REX-NITROKEMIA



Denominazione commerciale
Scopo originario
Rex - 0 / Azzurra
munizioni calibro 12 fino a 24 grammi di Piombo
Rex - 1 / Rossa
munizioni calibro 12 fino a 28 grammi di Piombo
Rex - 2 / Gialla    
munizioni calibro 12 fino a 32 grammi di Piombo
Rex - 3 / Verde
munizioni calibro 12 fino a 36 grammi di Piombo


                                    PRINCIPALI DIFFERENZE FISICO-CHIMICHE TRA LE POLVERI REX ROSSA, GIALLA E VERDE


Denominazione
Rex-28
Rex-32
Rex-36
Nitrocellulosa (%)
97,71
97,12
97,67
Titolo azotometrico (%)
13,15
13,15
13,15
Nitroglicerina (%)



Stabilizzanti (%)
1,17
1,69
1,17
Grafite (%)
0,15
0,16
0,1
Umidità residua (%)
0,97
1,03
1,06
Natura chimica
MBG
MBG
MBG
Metodo di produzione
estrusa
estrusa
estrusa
Aspetto fisico
discoidale
discoidale
discoidale
Dimensione (mm)
1,6
1,6
1,6
Spessore (mm)
0,24
0,20
0,20
Colore
grigio
grigio
grigio
Densità (g/l)
463
464
464
Modalità di combustione
molto vivace
semi vivace
semi vivace
Potenziale calorico (cal/g)
968
953
969


NOTE TECNICHE (1) - la Rex 28 è una polvere nata per la ricarica del calibro 12/70 con 24 - 28 grammi di piombo. Nel calibro 12/70 richiede un innesco di forte potenza ed una pressione statica su borra di circa 3 Kg.

NOTE TECNICHE (2) - la Rex 32 è una polvere nata per la ricarica del calibro 12/70 con 30 - 34 grammi di piombo.
Nel calibro 12/70 richiede un innesco di forte potenza ed una pressione statica su borra di circa 3 Kg.

NOTE TECNICHE (3) - la Rex 36 è una polvere nata per la ricarica del calibro 12/70 con 32 - 36 grammi di piombo. Nel calibro 12/70 richiede un innesco di forte potenza ed una pressione statica su borra di circa 4 Kg.

NOTE TECNICHE (4) - la sigla MBG sta per "monobasica gelatinizzata" .


Sezione 2 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : osservazioni pratiche sul corretto approcio alla ricarica per la disciplina del Tiro Dinamico Sportivo


Oltre che per il tiro a segno informale e per il generico divertimento in poligono, il calibro 9x21mm può essere sfruttato proficuamente nel settore del Tiro Dinamico Sportivo. Con riferimento a questa interessantissima disciplina, è fondamentale non solo la precisione, ma anche la velocità alla quale si spara, dal momento che gli agonisti si sfidano sul filo dei centesimi di secondo. Per questo motivo è necessario disporre di una cartuccia in grado di sviluppare una certa potenza (il c.d. Power Factor), richiesta dal regolamento, ma con uno scarso rinculo. Lo scarso rinculo è una carateristica tipica del calibro in commento, mentre per quanto concerne la potenza è necessario disporre di binomi peso di palla/velocità alla bocca tali da superare la soglia minima di 175000. Com'è noto, se non si supera questa soglia gli agonisti devono competere per la categoria "minor", che comporta un diverso piazzamento in classifica rispetto agli agonisti che adottano munizioni di tipo "major". Per superare questa soglia, diventano  NECESSARI  i seguenti accoppiamenti tra velocità alla bocca e peso di palla:


Palla / velocità (grs. - fps.)
Palla / velocità (g - m/s)
115grs. / 1525 fps.
7,5g.  /  465 m/s
125grs. / 1400 fps.
8,0g.  /  427 m/s
135grs. / 1300 fps.
8,7g. /  396 m/s
150grs. / 1170 fps.
9,7g. /  356 m/s


                                                                                ATTENZIONE!!


ANCHE SE IL 9X21MM E' STATO CREATO PER LAVORARE AD ALTE PRESSIONI E PUO' ESSERE UTILIZZATO IN TAL SENSO CON ESTREMA SODDISFAZIONE, PER FAVORE,  CERCATE SEMPRE DI IMPIEGARE IN MANIERA COSTANTE RICARICHE A BASSA PRESSIONE!! IL PRIMO MOTIVO E' CHE L'USO IN SICUREZZA DI  RICARICHE AD ALTA PRESSIONE RICHIEDE COGNIZIONI TECNICHE ED ESPERIENZA PRATICA CHE NON TUTTI POSSIEDONO. IL SECONDO MOTIVO E' CHE IN TAL MODO IL RINCULO E' INFERIORE, L'ARMA E' PIU' CONTROLLABILE E SOTTOPOSTA A MINORE USURA. PER EVITARE INCIDENTI, PER FAVORE USATE SOLO CARICAMENTI O RICARICHE A PRESSIONI (relativamente) BASSE, SALVO CHE NON ABBIATE LE COGNIZIONI TECNCHE NECESSARIE (oltre ad un seria necessità personale) PER LAVORARE CON CARICAMENTI AD ALTA PRESSIONE !!



Moltiplicando il peso della palla (in grani) per la velocità alla bocca (in piedi al secondo)si ottiene il valore del Power Factor. Per raggiungere questi livelli con il calibro 9x21mm, è consigliabile utilizzare palle con un peso minimo di 135grs., ed eventualmente optare per quelle da 145 o 150grs. di peso. Solitamente si tratta di palle di tipo blindato a profilo tondeggante (FMJ-RN)o tronco-conico (FMJ-TC), ma comunque vi sono agonisti che fanno largo uso di palle in lega ternaria molto dura da 145 o 155grs. di peso, solitamente di tipo RNBB. Le ricariche che seguono sono state sviluppate in una Tanfoglio Gold Custom con canna a rigatura semipoligonale a profilo tronco-conico, compensatore progressivo a tripla camera, carrello pesante e molla Wolff originale da 16 libbre (nuova). In altre parole, queste ricariche sono perfettamente sicure SOLO in armi specificamente destinate al Tiro Dinamico Sportivo per espressa ammissione del costruttore (e/o del preparatore). Si ricorda agli STUPIDI (N.B. che sono una categoria trasversale e che in molte categorie rappresentano quasi sempre la maggioranza !!) che con la ricarica non si scherza e si raccomanda di NON utilizzare queste ricariche in armi NON destinate alla disciplina del Tiro Dinamico Sportivo !! Si ribadisce di NON utilizzare queste ricariche in armi sprovviste dei seguenti elementi:


- carrello pesante
- molla di recupero nuova e più dura del normale (solitamente da 16 libbre, ma ci possono essere delle eccezioni)
- compensatore a tripla camera, progressivo o non progressivo
- canna pesante, a profilo lineare o tronco-conico, in perfette condizioni e comunque non usurata


Tra le polveri in origine maggiormente utilizzate in Italia vi erano la stupenda WW540, putroppo non sempre reperibile in modo costante, e la più rara AA#5, anche questa di difficile reperibilità e per certi versi molto più rara della precedente. Non va poi dimentica la diffusissima SIPE - N, che per molti tiratori ha costituito una importantissima base di partenza e di sperimentazione. Alcune rare sperimentazioni vennero effettuate con la SP-8 o la più diffusa Bofors JK-3. Recentemente hanno cominciato a diffondersi sempre di più le Vihtavuori 3N37, 3N38 e N-105, oltre alla bellissima Vectan SP-2. Tutti i bossoli devono essere perfettamente preparati prima di iniziare le operazioni di ricarica, ponendo particolare attenzione alle condizioni del foro di vampa e della sede dell'innesco. Deve necessariamente trattarsi di bossoli nuovi o sparati una sola volta, nonchè dotati della lunghezza corretta o rifilati alla lunghezza massima prevista. Due dati fondamentali nell'assemblaggio delle ricariche sono:


- la pesatura della polvere nel modo più corretto possibile
- il rispetto categorico delle dimensioni finali massime


Prima della modifica del regolamento IPSC, alcune delle ricariche a fattore più utilizzate in Italia nella classe OPEN erano le seguenti:


Polvere (tipo/dose)              
Palla (peso/tipo)
V(0)
PF 
PE
OAL(mm)
WW540    8,0grs. 
135grs. FMJ-RN
409
181
2930  
(A)
AA#5        7,7grs.                  
135grs. FMJ-RN
400
177
2841
(A)
WW540    8,2grs.
135grs. FMJ-RN
403
179
2937
(B)
AA#5        7,9grs.
135grs. FMJ-RN
400
177
2468
(B)
WW540    7,4grs.
145grs. RNBB
381
181
2806
(A)
AA#5        6,8grs.
145grs. RNBB
370
176
2420
(A)
AA#5        6,9grs. 
145grs. RNBB 
371
177
2517
(B)
AA#5        6,8grs.
150grs. FMJ-RN
361
178
2579
(A)
WW540    7,5grs.
150grs. FMJ-RN
367
180
2751
(B)
AA#5        7,3grs.
150grs. FMJ-RN 
370
182
2882
(B)
SP-8         6,0grs.
156grs. RNBB
350
179
2751
(C)
JK-3         6,5grs.
156grs. RNBB
344
176
2750
(C)
SIPE - N   5,5grs.
156grs. RNBB 
349
179
2780
(C)
SIPE - N   6,5grs.
146grs. RNBB
374
179
2750
(C)
 


                                                                                       LEGENDA


- V(0) = velocità (media) alla bocca in m/s
- PF = Power Factor
- PE = Pressione di esercizio in bar (media su 10 cartucce provate)
- Inneschi = per tutte le ricariche sono stati utilizzati inneschi Remington 7 1/2 (N.B. cioè Small Rifle Standard), ad eccezione delle ricariche basate su polvere SIPE-N, JK-3 ed SP-8 che prevedono l'utilizzo di inneschi CCI#500 (N.B. cioè Small Pistol Standard)
- OAL = lunghezza della cartuccia finita in mm
- (A) = OAL di 29,50mm
- (B) = OAL di 30,00mm
- (C) = OAL di 29,70mm



La modifica del regolamento IPSC avvenuta anni orsono (2000) e la conseguente riduzione del PF per la categoria "major" a 160 in luogo dei vecchi 175, ha determinato una riduzione dei livelli di caricamento utilizzati in precedenza. Attualmente, alcune delle ricariche "a fattore" più utilizzate in Italia dai tiratori che gareggiano nella classe OPEN sono le seguenti:



Polvere (tipo/dose)
Palla (peso/tipo)
inneschi
OAL(mm)
9,1grs.      SP-2 
124grs. LTC 
CCI#500 29,70
7,9grs.     3N37  
123grs. FMJ-RN
CCI#500
29,70
7,3grs.     SIPE - N
124grs. LRN
CCI#500
29,50
10,0grs.   APG-4
122grs. LRN
CCI#500
29,50
7,6grs.      S-4
124grs. LRN
CCI#500
29,50
9,0grs.      JK-3
129grs. FMJ (1)
CCI#500
29,60
9,3grs.     APG-4
124grs. LRN
CCI#500
29,50
9,7grs.     APG-4
122grs. LRN
CCI#500
29,50
8,6grs.      3N37
123grs. FMJ-RN
CCI#500
31,50 (*)
7,7grs.     N-350
125grs. LRN
CCI#500
31,00 (*)
8,0grs.     N-350
123grs. FMJ-RN
CCI#500
31,00 (*)
7,1grs.     N-350
129grs. FMJ-RN (1)
CCI#500
31,00 (*)
8,2grs.     3N37
123grs. FMJ-RN
WSP
31,50 (*)
8,0grs.     3N37
123grs. FMJ-RN
WSP
31,50 (*)
7,4grs.     N-350
124grs. RNBB-CP
WSP
29,40
9,9grs.     N-105
123grs. FMJ-RN
CCI#500
32,00 (*)
8,8grs.     SP-2
123grs. FMJ-RN
CCI#550
29,50 (2)
8,8grs.     SP-2
122grs. RNBB-CP
CCI#550
29,50 (2)
8,5grs.     SP-2
122grs. LRN
CCI#550
29,50 (2)
8,6grs.     SP-2
129grs. FMJ-RN (1)
CCI#550
29,50 (2)
9,4grs.     SP-2
124grs. FMJ-RN
CCI#550
29,40
7,5grs.     N-350
123grs. FMJ-RN
CCI#550
29,50 (2)



Nella classe PRODUCTION, invece, sono molto usate le seguenti ricariche:



Polvere (tipo/dose)
Palla (peso/tipo)
inneschi
OAL(mm)
5,2grs.   WW-450
115grs. LRN
CCI#500
29,50
4,3grs.   GM-3
124grs. LRN
CCI#500
29,50
4,1grs.   Rex Gialla
124grs. LRN
CCI#500
29,50
4,5grs.   APG-2
124grs. LRN
CCI#500
29,50
5,0grs.   WW-450
124grs. LFP
CCI#500
29,50
4,1grs.   GM-3
122grs. LTC
CCI#500
29,50
4,6grs.   Rex Rossa
123grs. LTC
CCI#500
29,50


                                                                                 LEGENDA

- polvere = indica il tipo e la dose di polvere impiegata
- palla = indica il peso e la conformazione della palla impiegata
- inneschi = indica il tipo di inneschi impiegati (N.B. di norma vengono consigliati i CCI-500 per la loro ELEVATA qualità, tuttavia potete sostituirli benissimo con dei Winchester Small Pistol se impiegate un percussore in Titanio o se avete installato una molla del cane di tipo depotenziato. Mentre i CCI sono universalmente noti per avere una coppetta più "dura", i Winchester sono conosciuti per l'estrema morbidezza della loro coppetta!! Questo è il motivo per cui i CCI mostreranno sempre delle impronte "normali" del percussore, mentre i Winchester risulteranno sempre "piatti", anche se vengono impiegate dosi modeste di qualsiasi propellente !!)
- OAL = indica la lunghezza complessiva della cartuccia assemblata (in mm). Si ricorda a tal proposito che molti agonisti del Tiro Dinamico Sportivo sono soliti impiegare armi  in calibro 9x21mm con caricatori per il calibro .38 Super Auto, il che consente di superare agevolmente la lunghezza complessiva massima riporata dai manuali di ricarica per il 9x21mm. Si ricorda inoltre che le armi costruite attorno ai fusti Para-Ordnance, STI, SVI, Caspian e Tanfoglio, possono impiegare cartucce in calibro 9x21mm lunghe fino a 32,00mm. Questo consente agli agonisti del Tiro Dinamico Sportivo di immettere nel bossolo più polvere rispetto a quello che sarebbe possibile fare con una cartuccia "normale" (N.B. per favore NON cimentatevi in simili operazioni se non ne avete la assoluta necessità e se non possedete le necessarie cognizioni tecniche !!).
- (*) = da usare in un'arma con caricatori in grado di accogliere cartucce lunghe fino a 32,00mm
- LTC = palla in lega ternaria ad alto tenore di antimonio da 9,06mm di diametro (.356") con profilo tronco-conico. In alternativa può essere usata una palla di identico profilo e diametro, ma dotata di copertura elettrolitica in rame iperpuro
- LRN = palla in lega ternaria ad alto tenore di antimonio da 9,06mm di diametro (.356") con profilo tondo. In alternativa può essere usata una palla di identico profilo e diametro ma dotata di copertura elettrolitica in rame iperpuro
- FMJ-RN = palla blindata convenzionale con profilo tondo
- RNBB-CP= Round Nose Bevel Base-Copper Plated (palla ramata con base rastremata e rivestimento in rame da 120micron)
- (1) = è la palla commercialmente  impiegata nel .38 Super Auto
- (2) = alcuni tiratori adottano una lunghezza di 28,50mm in luogo della canonica lunghezza di 29,50mm


        RICARICHE SPECIALISTICHE PER TANFOGLIO GT-21S ELABORATA PER LA CLASSE OPEN DI TIRO DINAMICO SPORTIVO


Polvere
Palla
Inneschi
V(0)
PF
SD
Note
SIPE / 7,5 grs.
RCBS/ RNGC, 126grs.
WSP
426
176,17
11,2
1
SIPE / 7,7 grs.
RCBS/ RNGC, 126grs.
WSP
438
179,17
7
2
SIPE / 7,8 grs.
RCBS/ RNGC, 126grs.
WSP
439
181,46
6,4
3
SIPE / 8,0 grs.
RCBS/ RNGC, 126grs.
WSP
446
184,48
6,5
4
SIPE / 7,8 grs,
RCBS/ RNGC, 126grs.
CCI-500
441
182,5
10,2
5
SIPE / 7,8 grs.
GFL / RN, 129grs.
WSP
411
174,9
8,1
6
SIPE / 7,8 grs.
Dallera / RN, 125grs.
WSP
436
179,06
7

SIPE / 6,1 grs.
Saeco / RN, 143grs.
CCI-500
361
169,7
4,6
7
JK-3 / 8,3 grs.
Dallera / RN, 129grs.
Federal
381
176,33
7,4
8
SIPE / 7,0 grs.
C.P. Elite,  135grs.
Federal
382
169,29
8,4
9
SIPE / 7,5 grs.
C.P. Elite,  135grs.
Federal
400
174,47
9
10
SIPE / 7,7 grs.
C.P. Elite,  135grs.
Federal
412
182,57
10,66
11
S4 / 7,5 grs.
C.P. Elite,  135grs.
Federal
399
177
7,4
12
S4 / 7,5 grs.
C.P. Elite,  135grs.
Federal
405
179,48
11,4
13


                                                                                          LEGENDA

- Polvere = indica la dose ed il tipo di polvere
- Palla = indica il peso ed il tipo di palla
- V(0) = velocità (media) alla bocca in m/s
- PF = indica il power factor
- SD = indica la deviazione standard
- (1) = O.A.L. 29,50mm

- (2) =
O.A.L. 29,50mm
- (3) = O.A.L. 29,50mm
- (4) = O.A.L. 29,50mm
- (5) = O.A.L. 29,50mm
- (6) = togliendo il colpo migliore e quello peggiore la SD è pari a 5,6 e il PF è pari a 174,4
- (7) = O.A.L. 29,65mm
- (8) = O.A.L. 29,30mm. Ricariche originali suggerite dal Sig. Dallera, che nella Sua Tanfoglio generano un PF pari a 182,1
- (9) = O.A.L. 29,50mm
- (10) = O.A.L. 29,50mm
- (11) = O.A.L. 29,50mm. Ricarica più "morbida" rispetto a 6,1grs. di SIPE con palla Saeco. La precisione a 25m è pari a quella a distanze comprese tra 0 e 20m
- (12) = O.A.L. 29,50mm
- (13) = O.A.L. 29,50mm; caricamento molto "morbido"
- N.B. (1) = tutte le rilevazioni fanno riferimento a medie di 10 colpi, salvo ove diversamente specificato
- N.B. (2) = si ringrazia il Sig. Massimo Ballarè per la gentile collaborazione prestata
- N.B. (3) = i dati qui riportati dimostrano inequivocabilmente come sia possibile ricaricare professionalmente munizioni a fattore Major in maniera ASSOLUTAMENTE sicura se le operazioni di ricarica vengono condotte da un professionista serio e competente. Questo, tanto per dimostrare la stupidità di chi per anni ha sostenuto che "...è impossibile caricare munizioni a fattore Major per il calibro 9x21mm...". In realtà,  TUTTO dipende dalla corretta scelta delle polveri e dalla modalità di assemblaggio prescelta dal tiratore.
-
N.B. (4) = le polveri SIPE, S4 e JK-3 sono da decenni le più apprezzate dai tiratori italiani che partecipano alle competizioni della classe OPEN di tiro dinamico sportivo. Si tratta di propellenti nati in origine per il caricamento industriale delle munizioni in calibro 12/70, ma che si sono dimostrate flessibili al punto tale da poter essere impiegate con profitto anche per il caricamento di munizioni per arma corta capaci di generare elevate prestazioni. Tra i vantaggi principali di queste polveri vanno menzionati  : (1) ALTE velocità alla bocca, (2) BASSE pressioni di esercizio anche in condizioni operative "al limite" e (3) SCARSA sensibilità ai mutamenti climatici.
- N.B. (5) = molti si chiedono che differenza ci sia tra le versioni originali della SIPE e della S-4 e quelle attuali di tipo "N". Diciamo che sono stati apportati dei cambiamenti che hanno modificato il potenziale calorico e le modalità di combustione, tali per cui, rispetto al passato, questi stessi propellenti sono in grado di sviluppare velocità più elevate a parità di peso di palla (e di lunghezza di canna) impiegata.
- ATTENZIONE !! Le ricariche indicate sono state sviluppate da un SERIO professionista che gareggia da ANNI nella classe OPEN di Tiro Dinamico Sportivo SOLO ed esclusivamente per le armi utilizzate in questa categoria. Sono ricariche che DEVONO essere raggiunte unicamente e scrupolosamente per gradi da indivdui dotati della necessaria competenza. Non assemblate ricariche del genere se non avete le armi e le conoscenze adatte per farlo
!!
- ARMA UTILIZZATA : Tanfoglio GT-21S accuratizzata dal Sig. S. Amadini su carrello e castello GT-21. Canna Tanfoglio originale con 6 righe destrorse e passo di 1 in 16". Rigatura tradizionale e non semipoligonale. Lunghezza totale della canna pari a 133mm.


        RICARICHE SPECIALISTICHE PER TANFOGLIO GT-21S ELABORATA PER LA CLASSE OPEN DI TIRO DINAMICO SPORTIVO


Polvere
Palla
Inneschi
V(0)
PF
SD
Note
SIPE / 5,8 grs.
RCBS SWC, 150grs.
WSP
365
179,6
7,9
1
SIPE / 6,5 grs.
Lyman RN, 145grs.
WSP
386
183,71
3,8
2
SIPE / 6,7 grs.
Lyman RN, 145grs.
WSP
393
187,19
6,9
3
SIPE /6,0 grs.
Lyman RN, 145grs.
REM.
378
179,82
9,8
4
SIPE / 6,5 grs,
Lyman RN, 145grs.
REM.
396
183,15
3,3
5
SIPE / 6,3 grs.
Lyman RN, 145grs.
REM.
387
179,21
7,6
6
SIPE / 7,7 grs.
Lyman CN, 145grs.
WSP
442
193,11
5
7
SIPE / 5,6 grs.
RCBS SWC, 150grs.
REM.
368
181,2
6,4
8
SIPE / 5,5 grs.
Lyman RN, 145grs.
REM.
345
165
8,4
9
SIPE / 7,3 grs.
Lyman CN, 145grs.
REM.
426
186,01
7
10
SIPE / 7,0 grs.
Lyman CN, 145grs.
REM.
413
180,34
5,6
11
SIPE / 6,8 grs.
Lyman CN, 145grs.
REM.
411
179,47
4,8
12
SIPE / 6,6 grs.
Lyman CN, 145grs.
REM.
-
176,82
3
13


                                                                                          LEGENDA

- Polvere = indica la dose ed il tipo di polvere
- Palla = indica il peso ed il tipo di palla
- V(0) = velocità (media) alla bocca in m/s
- PF = indica il power factor
- SD = indica la deviazione standard
- (1) = O.A.L. 27,80mm ; pressione O.K.

- (2) =
O.A.L. 29,35mm ; pressione O.K.
- (3) = O.A.L. 29,35mm ; pressione O.K.
- (4) = O.A.L. 29,40mm ; pressione O.K.
- (5) = O.A.L. 29,40mm (N.B. dati SOLO su tre colpi !!) ; pressione O.K.
- (6) = O.A.L. 29,20mm ; pressione O.K.
- (7) = O.A.L. 27,70mm ; pressione O.K.
- (8) = O.A.L. 27,80mm ; pressione O.K.
- (9) = O.A.L. 29,50mm ; pressione BASSA
- (10) = O.A.L. minima in riferimento alla palla usata
- (11) = idem c.s.
- (12) = idem c.s.
- (13) = idem c.s.
- N.B. (1) = tutte le rilevazioni fanno riferimento a medie di 10 colpi, salvo ove diversamente specificato
- N.B. (2) = si ringrazia il Sig. Massimo Ballarè per la gentile collaborazione prestata
- N.B. (3) = i dati qui riportati dimostrano inequivocabilmente come sia possibile ricaricare professionalmente munizioni a fattore Major in maniera ASSOLUTAMENTE sicura se le operazioni di ricarica vengono condotte da un professionista serio e competente. Questo, tanto per dimostrare la stupidità di chi per anni ha sostenuto che "...è impossibile caricare munizioni a fattore Major per il calibro 9x21mm...". In realtà,  TUTTO dipende dalla corretta scelta delle polveri e dalla modalità di assemblaggio prescelta dal tiratore.
- ATTENZIONE !! Le ricariche indicate sono state sviluppate da un SERIO professionista che gareggia da ANNI nella classe OPEN di Tiro Dinamico Sportivo SOLO ed esclusivamente per le armi utilizzate in questa categoria. Sono ricariche che DEVONO essere raggiunte unicamente e scrupolosamente per gradi da indivdui dotati della necessaria competenza. Non assemblate ricariche del genere se non avete le armi e le conoscenze adatte per farlo
!!
- ARMA UTILIZZATA : Tanfoglio GT-21S accuratizzata dal Sig. S. Amadini su carrello e castello GT-21. Canna Tanfoglio originale con 6 righe destrorse e passo di 1 in 16". Rigatura tradizionale e non semipoligonale. Lunghezza totale della canna pari a 133mm.


         RICARICHE SPECIALISTICHE PER TANFOGLIO GT-21S ELABORATA PER LA CLASSE OPEN DI TIRO DINAMICO SPORTIVO


Polvere
Palla
Inneschi
V(0)
PF
SD
Note
SIPE / 6,2 grs.
Dallera SWC, 143grs.
CCI-500
364
171,1
5
1
SIPE / 6,4 grs.
Dallera SWC, 143grs.
CCI-500
376
176,77
5,2
2
SIPE / 6,6 grs.
Dallera SWC, 143grs.
CCI-500
386
181,38
4,6
3
SIPE /6,0 grs.
Dallera RN, 152grs.
CCI-500
354
176,53
4,6
4
SIPE / 6,3 grs,
Dallera RN, 152grs.
CCI-500
367
183,19
6,8
5
SIPE / 6,5 grs.
Dallera RN, 152grs.
CCI-500
378
188,48
5,6
6
SIPE / 6,8 grs.
Dallera SWC, 143grs.
CCI-500
392
184,13
10,6
7
SIPE / 6,0 grs.
RCBS SWC, 150grs.
WSP
368
181,38
3,2
8
SIPE / 6,2 grs.
Dallera SWC, 143grs.
CCI-500
372
175,48
14,2
9
SIPE / 6,2 grs.
Dallera SWC, 143grs.
Fed. "BR"
370
173,60
8,4
10
SIPE / 6,2 grs.
Dallera SWC, 143grs.
WSP
379
175,17
4
11
SIPE / 6,3 grs.
RCBS SWC, 150grs.
WSP
383
188,64
6,8
12
SIPE / 6,0 grs.
RCBS SWC, 150grs.
WSP
377
185,82
3,7
13


                                                                                          LEGENDA

- Polvere = indica la dose ed il tipo di polvere
- Palla = indica il peso ed il tipo di palla
- V(0) = velocità (media) alla bocca in m/s
- PF = indica il power factor
- SD = indica la deviazione standard
- (1) = O.A.L. 29,50mm ; pressione O.K.

- (2) =
O.A.L. 29,50mm ; pressione O.K.
- (3) = O.A.L. 29,50mm ; pressione alta ma NON eccessiva
- (4) = O.A.L. 29,50mm ; pressione O.K.
- (5) = O.A.L. 29,50mm ; pressione O.K.
- (6) = O.A.L. 29,50mm ; pressione alta ma NON eccessiva
- (7) = O.A.L. 29,50mm ; 1 colpo con un grosso scarto velocitario (385m/s); pressione ALTA !!
- (8) = O.A.L. 28,50mm ; pressione O.K.
- (9) = O.A.L. 29,50mm ; caricamento INCOSTANTE !!
- (10) = O.A.L. 29,50mm
- (11) = O.A.L. 29,50mm; dati riferiti a soli 2 colpi (390 e 374m/s)
- (12) = O.A.L. 28,50mm; bossoli GeCo
- (13) = O.A.L. 28,00mm; dati riferiti a 7 colpi
- N.B. (1) = sono stati usati bossoli GFL nuovi, salvo ove diversamente specificato
- N.B. (2) = tutte le rilevazioni fanno riferimento a medie di 5 colpi, salvo ove diversamente specificato

- N.B. (3) = si ringrazia il Sig. Massimo Ballarè per la gentile collaborazione prestata
- N.B. (4) = i dati qui riportati dimostrano inequivocabilmente come sia possibile ricaricare professionalmente munizioni a fattore Major in maniera ASSOLUTAMENTE sicura se le operazioni di ricarica vengono condotte da un professionista serio e competente. Questo, tanto per dimostrare la stupidità di chi per anni ha sostenuto che "...è impossibile caricare munizioni a fattore Major per il calibro 9x21mm...". In realtà,  TUTTO dipende dalla corretta scelta delle polveri e dalla modalità di assemblaggio prescelta dal tiratore.
- ATTENZIONE !! Le ricariche indicate sono state sviluppate da un SERIO professionista che gareggia da ANNI nella classe OPEN di Tiro Dinamico Sportivo SOLO ed esclusivamente per le armi utilizzate in questa categoria. Sono ricariche che DEVONO essere raggiunte unicamente e scrupolosamente per gradi da indivdui dotati della necessaria competenza. Non assemblate ricariche del genere se non avete le armi e le conoscenze adatte per farlo
!!
- ARMA UTILIZZATA : Tanfoglio GT-21S accuratizzata dal Sig. S. Amadini su carrello e castello GT-21. Canna Tanfoglio originale con 6 righe destrorse e passo di 1 in 16". Rigatura tradizionale e non semipoligonale. Lunghezza totale della canna pari a 133mm.


        RICARICHE SPECIALISTICHE PER TANFOGLIO LIMITED "HC-CUSTOM" DESTINATA ALLA CLASSE STANDARD DI TIRO DINAMICO SPORTIVO


Polvere
Palla
Inneschi
V(0)
PF
ES
SD
O.A.L.
Clima
Note
3N37 / 5,1grs.
SB / 145grs.
CCI-550
282,16
133,49
17,47
7,66
29,60
(1)
(1)
3N37 / 4,9grs.
SB / 145grs.
CCI-550
275,20
130,93
3,46
1,29
29,60
(2)
(2)
3N37 / 4,9grs.
SB / 145grs.
CCI-550
271
128,93
3,46
1,29
29,50
(3)
(3)
3N37 / 5,1grs.
SB / 145grs.
CCI-550
274,40
130,54
9,94
4,23
29,55
(4)
(4)

                                                                                          LEGENDA

- Polvere = indica la dose ed il tipo di polvere
- Palla = Shooter's Bullets da 145grs. tipo RN-TMJ (diametro .356")
- V(0) = velocità (media) alla bocca in m/s
- PF = indica il power factor
- SD = indica la deviazione standard
- ES = indica la XX
- clima (1) = bellissimo
- clima (2) = bello, venticello
- clima (3) = bello, venticello
- clima (4) = bello, venticello
- note (1) = molto precisa
- note (2) = semplicemente fantastica
- note (3) = semplicemente fantastica
- note (4) = precisa
- N.B. (1) = tutte le rilevazioni fanno riferimento a medie di 5 colpi, salvo ove diversamente specificato
- ARMA UTILIZZATA : Tanfoglio Limited "HC-Custom". Canna Tanfoglio originale, a profilo tronco conico, con 6 righe destrorse e passo costante di 1 in 10". Rigatura semipoligonale. Lunghezza totale della canna pari a 127mm.


                                                                                    ATTENZIONE!!


QUESTE RICARICHE SONO SICURE NELLE ARMI DEGLI SVILUPPATORI, MA POTREBBERO NON ESSERLO IN ARMI NON SPECIFICAMENTE PREPARATE !! DAL MOMENTO CHE LA RICARICA DELLE MUNIZIONI PER IL TIRO DINAMICO SPORTIVO E ' ESTREMAMENTE COMPLESSA, SI PREGA DI NON REPLICARE PER NESSUN MOTIVO LE RICARICHE QUI ILLUSTRATE, SALVO CHE NON SI SIA REALMENTE IN POSSESSO DELLA NECESSARIA ESPERIENZA E DELLA STRUMENTAZIONE PIU' ADATTA!!



>Sezione 3 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : osservazioni pratiche sul corretto approcio alla ricarica per esigenze di difesa personale


Venendo alla difesa personale, il calibro in commento rappresenta una scelta ottimale per tutti coloro che hanno (purtroppo) bisogno di trascorrere gran parte della propria vita con un arma al fianco. Da "...sciocchi esterofili..." quali siamo, noi italiani siamo sempre pronti a gettarci fango addosso quando, per moltissime cose, la soluzione dei vari problemi sta proprio in casa nostra!! Il calibro 9x21mm è, al pari di qualsiasi altro calibro moderno, un calibro ECCELLENTE se impiegato per difesa personale da un tiratore CORRETTAMENTE addestrato che impiega munizioni REALISTICAMENTE adatte alla difesa personale!! Al pari del suo illustre progenitore, anche il calibro 9x21mm genera il massimo della lesività sui tessuti biologici con palle di peso INFERIORE ai 130grs. lanciate a velocità ampiamente supersonica. Tuttavia, diversamente dal calibro 9x19mm che massimizza la propria azione invasiva sui tessuti biologici con caricamenti +P (o +P+) basati su palle blindate a punta cava (JHP) da 115grs., il calibro 9x21mm è in grado di sfoderare il meglio di se ANCHE  con le palle da 125grs. Sul punto, è notorio che il massimo in termini di effetto lesivo sul bersaglio biologico si ottiene con palle blindate a punta cava tuttavia, anche se allo stato attuale, non esistono in commercio caricamenti realizzati specificamente per finalità difensive. Questo, con tutta probabilità, è dovuto al fatto che NON è ancora del tutto chiara l'esatta portata della direttiva comunitaria in tema di munizioni recepita dal nostro ordinamento con la L.356/92, che è tutt'oggi oggetto di interpretazioni contrastanti da parte degli operatori del diritto. Allo stato attuale nessun produttore italiano si è quindi impegnato a sviluppare munizioni specifiche per impeghi difensivi. Le aziende del settore potrebbero però "...limitare i danni..." realizzando alcuni caricamenti basati su palle blindate di tipo tronco-conico, lanciate a velocità ampiamente supersonica. Se i costi dovessero essere un problema, si potrebbe ricorrere a palle in lega sottoposte a trattamento elettrolitico in Rame extrapuro. Ad ogni modo, per quanto concerne le problematiche relative all'impiego di palle non deformabili in difesa personale, si rimanda il lettore alla pagina "Fattori limitativi delle munizioni per arma corta" presente in questo sito. Premesso questo, va sottolineato che allo stato attuale se ci sono poche polveri in grado di spremere al massimo il calibro 9x21mm senza mettere a repentaglio l'integrità strutturale dell'arma e quella fisica del tiratore, tuttavia, ben poche sono in grado di svolgere questo compito come la Vihtavuori 3N37. Si tratta di una polvere monobasica nata specificamente per il calibro 9x19mm, in grado di sviluppare alte  velocità ma senza originare pressioni pericolose.


Polvere (dose/tipo) 
Palla (peso/tipo)
OAL(mm)
7,6grs. 3N37 (1)
115grs. FMJ-TC
29,50 (2)
7,5grs. 3N37
125grs. FMJ-TC
29,50 (3)
7,3grs. 3N37 (4)
150grs. FMJ-TC
29,50


NOTE TECNICHE (1) - a titolo di comparazione si tenga presente che il manuale di ricarica Vihtavuori (ultima edizione) cita espressamente (quale dose massima) 7,4grs. di 3N37 dietro una palla da 115grs., in grado di sviluppare 422 m/s di velocità media in una cartuccia calibro 9x19mm. Il manuale di ricarica Sierra (ultima edizione) cita espressamente 7,6grs. di 3N37 dietro una palla da 115grs., in grado di sviluppare 410 m/s di velocità media in una cartuccia calibro 9x21mm IMI in un'arma con una canna da 5" (127mm). Tenuto conto del fatto che è possibile inserire 7,9grs. di questa stessa polvere dietro una palla da 124grs. SENZA alcun problema, con la palla da 115grs. sarà possibile utilizzare 7,6 grs.  di 3N37 SENZA alcun inconveniente di sorta (N.B. si consiglia di inserire sempre una molla di recupero di durezza corretta). In altre parole, il calibro 9x21mm può agevolmente lanciare una palla da 115grs. a 420 m/s secondo SENZA problemi per l'incolumità del tiratore.

NOTE TECNICHE (2) - l'altezza media è solitamente di 29,50mm, ma commercialmente esistono anche cartucce lunghe 29,20 - 29,30mm basate su palle da 115grs. di peso. A livello pratico non esistono problemi per quello che concerne le munizioni commerciali, tuttavia, chi pratica la ricarica delle proprie munizioni dovrà verificare con quale O.A.L.  sarà in grado di lavorare  la propria arma perchè non tutti i caricatori sono uguali.

NOTE TECNICHE  (3) - vedi al punto (2)

NOTE TECNICHE (4) - questa ricarica permette di duplicare le prestazioni dei caricamenti commerciali dell'eccellente .357SIG con palla da 147 grs. di peso


Un'altra ECCELLENTE soluzione per realizzare ottime cartucce per difesa personale è quella di ricorrere alla "...cara e vecchia SIPE-N..." . Si tratta di una polvere snobbata praticamente da tutti, ma che nelle mani di un ricaricatore smaliziato può dare grosse ed interessanti sorprese!! Stando ai "guru" della ricarica, questa polvere "...non è adatta alla ricarica del 9x21...", anche se si tratta della solita affermazione data senza alcuna spiegazione. Altri la detestano perche dicono che "...brucia le canne essendo una doppia base...". Più in generale, stando alle voci correnti,  i dosaggi massimi sarebbero di 4,5 e 5,5grs rispettivamente per palle di 125  e 115grs., anche se la realtà dimostra che NON è assolutamente così. La verità è che questo propellente ha un'eccezionale flessibilità operativa e che possiede la RARA qualità di associare comunque BASSE pressioni all'aumentare dell'entità della carica di lancio. Inoltre, ha una fenomenale COSTANZA di combustione ed un rinculo particolarmente morbido ANCHE alle dosi massime. Qualsiasi ricaricatore RAZIONALE farebbe un'ampia scorta di questa polvere (N.B. ovviamente sempre nei limiti delle leggi vigenti!!), che tra le altre cose ha anche una gamma applicativa amplissima, non essendo limitata al solo 9x21mm!!



Polvere (dose/tipo) 
Palla (peso/tipo)
OAL(mm)
7,0 SIPE-N
115grs. FMJ-TC
29,50
7,0 SIPE-N
123 - 125grs. FMJ-TC
29,50


NOTE TECNICHE (1) - per la palla da 123grs. di peso di consiglia di non scendere mai sotto i 7,0grs. di peso con una lunghezza di 29,50mm. In questo modo si ottiene una munizione fortemente supersonica che da prestazioni vicine (N.B. si rammenta che in balistica interna "vicino" NON significa "uguale"!!) quelle del .357 SIG e che  non sfigura nemmeno davanti al più blasonato .357 Magnum. In ogni caso il rinculo non è mai rabbioso e l'arma non è eccessivamente sollecitata a causa della natura di questa polvere. Si tratta certamente di una polvere da prendere in considerazione per chi ha l'impellente necessità di assemblare ricariche a piena carica per difesa personale.


NOTE TECNICHE (2) - per la palla da 115grs. questa combinazione consente di ottenere prestazioni sicuramente superiori a quelle offerte dai comuni caricamenti commerciali.

NOTE TECNICHE (3) - si consiglia la palla di tipo TC rispetto a quella RN al solo scopo di cercare di limitare la penetrazione. Si ricordi comunque che tutti i proiettili indeformabili sono affetti da fenomeni di ipostabilità intrabersaglio quando vengono lanciati a velocità supersonica. A prescindere dalla morfologia del proiettile, il fenomeno aumenta comunque all'aumentare della velocità di impatto.


NOTE TECNICHE (4) - la SIPE-N è uno dei rari propellenti (N.B. insieme alla stupenda WW-540 o alla Vectan SP-2 e poche altre polveri) che offrono prestazioni ELEVATE anche impiegando palle specialistiche come le THV prodotte dall'italiana IGF o le "Eliminator" prodotte dalla sudafricana NGA.

NOTE TECNICHE (5) - in caso di necessità, la SIPE-N può essere validamente sostituita con la "sorella" S4-N. La similitudine tra questi due propellenti fa si che il dosaggio sia analogo
 


        CORRELAZIONE TRA CARICA DI LANCIO E VELOCITA' ALLA BOCCA CON LA POLVERE SIPE-N




Polvere (dose/tipo)
Palla (peso/tipo)
V0(m/s)
OAL (mm)
LC
5,7 SIPE-N
115grs. FMJ-RN
368,9
29,50
L
6,4 SIPE-N
-
380,0
-
-
6,6 SIPE-N
-
390,8
-
-
6,8 SIPE-N
-
393,2
-
-
7,0 SIPE-N
-
400,1
-
-
7,2 SIPE-N
-
404,0
-
-
7,4 SIPE-N
-
409,7
-
-
7,6 SIPE-N
-
416,1
-
-
7,8 SIPE-N
-
437,6
-
-
5,6 SIPE-N
123grs. FMJ-RN
346,4
29,50
M
5,8 SIPE-N
-
362,8
-
-
6,0 SIPE-N
-
370,8
-
-
6,3 SIPE-N
-
378,4
-
-
6,6 SIPE-N
-
388,8
-
-
6,8 SIPE-N
-
390,2
-
-
7,0 SIPE-N
-
392,6
-
-
7,3 SIPE-N
-
401,4
-
-
7,4 SIPE-N
-
415,0
-
-
7,5 SIPE-N
-
419,2
-
-


NOTE TECNICHE (1) - i dati sono stati ottenuti con una convenzionale Beretta M-98

NOTE TECNICHE (2) - la sigla LC indica il livello di crimpatura apportato in sede di assemblaggio. L sta per "leggero", mentre "M" sta per medio. Per questa operazione si è usata la matrice di crimpatura industriale LEE, facilmente reperibile presso tutte le armerie

NOTE TECNICHE (3) - si ringrazia il Sig. Alfredo Marcedula per tutta la sperimentazione effettuata con la polvere SIPE-N contenuta in questa pagina, nonchè per le rilevazioni cronografiche, le comparazioni e le verifiche pratiche  effettuate con la Beretta M-98.


                                                                             
                               


- Sopra, macrofotografia di una serie di bossoli di risulta provenienti da diverse ricariche assemblate con dosi crescenti di SIPE-N. Come si può notare non sono visibili evidenti segni di deformazione o di sovrapressione. Si ringrazia il Sig. Alfredo Marcedula per la gentile collaborazione prestata  -


                                                        


- Sopra, macrofotografia di un bossolo di risulta proveniente da prove effettuate con l'ausilio della polvere SIPE-N nel calibro 9x21mm. Si tratta di un bossolo derivante da una prova effettuata con ben 7,5grs. posti dietro ad una palla GFL di tipo FMJ-RN da 123grs. di peso. Anche se il forte ingrandimento potrebbe trarre in inganno l'occhio meno esperto, NON esiste nessun segno di sovrapressione o di altre anomalie. Tutti i caricamenti effettuati con questo dosaggio si sono rivelati perfettamente sicuri. Se volete effettuare delle sperimentazioni, si consiglia come sempre di partire dalla dose minima e di proseguire gradualmente verso quella massima. Se non avete esigenze particolari, si prega di NON sollecitare inutilmente la vostra arma e di scegliere sempre i dosaggi minori. Si ringrazia il Sig. Alfredo Marcedula per la gentile collaborazione prestata  -




                                                     PRINCIPALI DIFFERENZE TRA LE POLVERI S4-N E SIPE-N


Denominazione
SIPE-N
S4-N
Nitrocellulosa (%)
50
50
Titolo azotometrico (%)
12,2
12,2
Nitroglicerina (%)
48
48
Stabilizzanti (%)
0,7
0,7
Grafite (%)
1
1
Umidità residua (%)
0,3
0,3
Natura chimica
DB
DB
Metodo di produzione
laminata
laminata
Aspetto fisico
lamelle
lamelle
Dimensione (mm)
0,85x0,85
1x1
Spessore (mm)
0,15
0,12
Colore
grigio
grigio
Densità (g/l)
690
620
Modalità di combustione
semivivace
semivivace
Potenziale calorico (cal/g)
1280
1280


NOTE TECNICHE (1) - la principale differenza tra le polveri SIPE-N ed S4-N è costituita dal fatto che la PRIMA è stata ORIGINARIAMENTE creata per caricamenti nel calibro 12 con 31 - 36 grammi di piombo, mentre la SECONDA è destinata ai caricamenti con 30 - 34grammi di piombo .

NOTE TECNICHE (2) - una ulteriore differenza tra le polveri SIPE-N ed S4N è costituita dalla diversa DIMENSIONE delle lamelle .


NOTE TECNICHE (3) - la sigla DB sta per "doppia base" .


NOTE TECNICHE (4) - una ulteriore differenza tra le polveri SIPE-N ed S4N è costituita dalla DIVERSA densità .



                                                     PRINCIPALI DIFFERENZE TRA LE POLVERI WW-540 E WW-571


Denominazione
WW-540
WW-571
Nitrocellulosa (%)
79,25
79,9
Titolo azotometrico (%)
13,15
13,15
Nitroglicerina (%)
18
18
Stabilizzanti (%)
1,75
2,1
Grafite (%)
0,5
0,5
Umidità residua (%)
0,5
0,5
Natura chimica
DB
DB
Metodo di produzione
granulata
granulata
Aspetto fisico
sferoidale
sferoidale
Dimensione (mm)
0,64
0,64
Spessore (mm)
0,24
0,25
Colore
grigio
grigio
Densità (g/l)
925
940
Modalità di combustione
molto lenta
molto lenta
Potenziale calorico (cal/g)
1050
1040


NOTE TECNICHE (1) - la principale differenza tra le polveri WW-540 e WW-571 è costituita dal fatto che la PRIMA è stata ORIGINARIAMENTE creata per caricamenti nel calibro 12 con 34 - 36 grammi di piombo, mentre la SECONDA è destinata ai caricamenti con 38 - 53 grammi di piombo. Quanto ciò premesso, la WW-540 ben si adatta alla realizzazione di ricariche personalizzate ad alta potenza, oppure a ricariche che impiegano palle particolari (come le "Eliminator" o le "THV"), nel 9x21mm .

NOTE TECNICHE (2) - la sigla DB sta per "doppia base" .



Un'altra soluzione per realizzare ottime cartucce per difesa personale è quella di ricorrere a palle IPERLEGGERE a struttura omogenea come le vecchie THV prodotte dalla francese SFM. Putroppo queste cartucce sono del tutto introvabili allo stato attuale, anche se il problema potrebbe essere risolto grazie a dei surrogati di produzione nazionale, recentemente commercializzati dalla IGF di Santa Marina di Salerno (N.B. per ulteriori informazioni, rivolgetevi allo 338 / 3586315). Non si tratta di cartucce già complete ma di palle a struttura omogenea di tipo iperleggero realizzate per asportazione di truciolo tramite macchine a controllo numerico. Per le armi corte, la lista dei calibri attualmente disponibili comprende:


- palla da 29grs. in caibro 7,65 mm
- palla da 49grs. in calbro 9mm (N.B. idealmente andrebbe utilizzata per il calibro 9 Corto)
- palla da 51 grs. in calibro 9mm (N.B. idealmente andrebbe utilizzata per tutti gli altri calibri diversi dal 9 Corto)
- palla da 70 grs. in calibro 10mm / .40 " (N.B. è adatta per i calibri 10mm o .40 S&W)
- palla da 95grs. in calibro .45" (N.B. è adatta a tutti i calibri .45")


Ipotizzando per semplicità di utilizzare la palla da 51grs. (N.B. il peso reale è spesso attorno ai 48 - 49grs., per cui si consiglia di misurare il peso con una bilancia PRIMA di ricaricare !!), alcune ricariche molto interessanti, ADATTE unicamente a realizzare cartucce idonee per difesa personale (N.B. per qualsiasi altro scopo queste palle sono del tutto inutili !!), sono ottenibili grazie alle seguenti dosi:


Polvere (tipo)
Dosi (grs.)
N-310
da 6,0 (min.) a 6,9 (MAX)
N-320   
da 8,0 (min.) a 9,0 (MAX)
N-340   
da 8,0 (min.) a 10,5 (MAX)
3N37
da 9,0 (min.) a 11,0 (MAX)
3N38
da 9,0 (min.) a 11,5 (MAX)
WW-540
da 11,0 (min.) a 14,5 (MAX)
R-1           
da 6,0 (min.) a 7,0 (MAX)
GM-3  
da 8,0 (min.) a 9,8 (MAX)
BA-9
da 10,0 (min.) a 11,0 (MAX)
BA-10  
da 6,0 (min.) a 6,9 (MAX)
SP-2  
da 11,0 (min.) a 14,5 (MAX)
SIPE - N   
da 10,0 (min.) a 13,5 (MAX)
S4 - N   
da 10,0 (min.) a 13,5 (MAX)
JK - 3   
da 9,0 (min.) a 13,0 (MAX)



NOTE TECNICHE (1) - lunghezza massima della cartuccia assemblata (O.A.L.) NON inferiore a 29,50mm

NOTE TECNICHE
(2) - inneschi CCI#500 "Small Pistol" o equivalenti

NOTE TECNICHE
(3) - si prega di avvicinarsi SEMPRE con  CAUTELA alle dosi massime con incrementi di 0,1grs. alla volta!! Chi voglia replicare l'assemblaggio di queste ricariche è TASSATIVAMENTE pregato di NON partire MAI dalla dose indicata come massima !!

NOTE TECNICHE
(4) - si ponga particolare ATTENZIONE sul fatto che assemblare queste ricariche significa spesso lavorare con caricamenti più o meno COMPRESSI !! Le dosi riportate sono perfettamente SICURE nelle armi impiegate dagli sviluppatori, ma per motivi di sicurezza si consiglia di partire SEMPRE dalla dose indicata come minima e di salire con incrementi minimi. Per favore ponete SEMPRE la MASSIMA attenzione ad eventuali segni di sovrapressione !!

NOTE TECNICHE
(5) - dal momento che impiegare munizioni ricaricate con queste palle signfica lavorare con caricamenti più o meno COMPRESSI, per favore ricordatevi di misurare SEMPRE ogni singola PALLA prima di iniziare le operazioni di ricarica. Cercate di avere PICCOLI gruppi di palle il cui peso sia il più omogeneo possibile. In caso di peso eccessivo, strofinate leggermente la base della palla su una lima o su della carta abrasiva in maniera tale da avere un insieme di palle di peso il più simile possibile. Per favore NON  andate mai "...a occhio..." ma aiutatevi SEMPRE con l'apposito bilancino!!

NOTE TECNICHE
(6) - dal momento che impiegare munizioni ricaricate con queste palle signfica lavorare con caricamenti più o meno COMPRESSI, per favore ricordatevi di misurare SEMPRE ogni singola CARICA !!

NOTE TECNICHE
 (7) - ci sono alcuni "...puristi della ricarica..." che acquistano palle iperleggere prodotte dalla IGF, le misurano singolarmente, e ne riducono poi il peso a 42 - 44grs. (N.B. l'operazione viene fatta rimuovendo un modesto quantitativo di materiale con una fresa o una punta del trapano da 7mm di diametro !!) onde assemblare ricariche IDENTICHE in tutto a per tutto alle THV prodotte dalla SFM!! Anche se l'operazione è del tutto SICURA, per favore NON tentate simili operazioni se non siete più che esperti. In qualsiasi caso, ricordatevi sempre di misurare tutti singoli componenti quando lavorate con palle del genere !!

NOTE TECNICHE
  (8) - si ponga particolare ATTENZIONE sul fatto che anche se sono state indicate numerose polveri, in realtà le polveri più ADATTE per realizzare le ricariche indicate in questa sede con le palle di produzione IGF sono SOLO quelle più progressive in riferimento al 9x21mm. In altre parole, occorre scegliere quelle più "lente a bruciare", in modo da accelerare le palle nel modo più adeguato, raggiungendo così le velocità più elevate .

NOTE TECNICHE
(9) - si ponga particolare ATTENZIONE sul fatto che le dosi riportate per il 9x21 NON sono adatte per il calibro 9x19mm, in riferimento al quale è NECESSARIO partire SEMPRE dalla dose indicata come MINIMA e SCENDERE  di almeno 2 - 3grs. prima di iniziare ogni sperimentazione !!



                                               


- Una cartuccia calibro 9x21mm ricaricata professionalmente con le eccellenti palle monostrutturate prodotte dall'italiana IGF. Contrariamente a quanto molti possono credere, non è assolutamente vero che in Italia non ci siano persone capaci di realizzare simili proiettili !! Purtroppo la fotografia non consente di apprezzare a pieno l'elevato livello qualitativo di queste palle iperleggere ricavate per asportazione di truciolo con macchine a controllo numerico. Tanto per dare una vaga idea delle potenzialità di questo tipo di palla, si consideri ad esempio che assemblando una ricarica con 13,0grs. di WW-540 (N.B. attenzione, 14,5grs. è la dose massima con la palla da 51grs. prodotta dalla IGF !!) si ottiene una velocità media di 730m/s senza nessun problema  per arma (N.B. l'alimentazione è ottimale anche effettuando del tiro rapido, ed il rinculo è drasticamente ridotto !!) e tiratore (N.B. media su 10 colpi sparati con una Beretta 98). Nella pagina relativa alla balistica terminale (file n°14), su può vedere l'effetto sui simulatori tissutali di una palla IGF spinta da 14,0grs. di WW-540, sparata da una Tanfoglio Limited "921-HC-custom". Si consiglia di visionarlo per farsi un'idea più chiara della materia -



        


- A Sx, una Beretta M-98 accanto ad un caricatore pieno di cartucce ricaricate con palle monostrutturate di produzione IGF : si tratta di un'ottima combinazione per difesa personale, pur se scarsamente considerata da molti "...esperti di tutto e niente..." !! A parità di numero di cartucce, il PESO delle munizioni basate su palle IGF è nettamente INFERIORE rispetto alle munizioni caricate con palle di tipo (peso) convenzionale. Si tenga poi conto del fatto che il rinculo generato da munizioni di tipo IGF è nettamente INFERIORE rispetto a quello generato da munizioni di tipo convenzionale, il che AUMENTA notevolmente il controllo durante il tiro rapido. A Dx, una Beretta M-98 accanto ad una fondina in Cordura per il porto dissimulato prodotta dalla Eagle Industries, con portacaricatore supplementare integrato e sistema di regolazione del pulsante di ritegno. -


Lavorando con ATTENZIONE è possibile realizzare in TOTALE sicurezza cartucce che, alle dosi massime, sono in grado di lanciare la palla da 51grs. a ben oltre 750 m/s!! A titolo di paragone, si rammenta che la cartuccia THV originale in calibro 9x19mm lanciava una palla da 44grs. a 730 m/s (N.B. in fase prototipale ne venne realizzata una versione che viaggiava a ben 790 m/s, che però non venne mai commercializzata) in una canna da 100mm (4") lavorando SEMPRE a pressione ordinaria (cioè stando sotto ai 2700 bar).



                                                                                    ATTENZIONE!!


RICARICANDO CON PALLE DI TIPO IPERLEGGERO COME QUELLE PRODOTTE DALLA IGF, E' NECESSARIO ACCERTARSI DEL PESO EFFETTIVO DI OGNI PALLA PRIMA DI UTILIZZARLA!! ANCHE SE OGNI PALLA VIENE REALIZZATA CON MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO CHE CONSENTONO DI OTTENERE BASSISSIMI SCARTI PONDERALI, E' COMUNQUE NECESSARIO PESARE SINGOLARMENTE OGNI PALLA PRIMA DI INSERIRLA NEL RISPETTIVO BOSSOLO PER ASSICURARSI CHE LA DIFFERENZA PONDERALE SIA INFERIORE A +/- 2 GRANI RISPETTO AL PESO FORMALMENTE DICHIARATO DAL COSTRUTTORE!!



Un'altra soluzione realmente interessante e ricca di soddifazioni sarebbe quella di assemblare ricariche professionali basate sulle palle NGA modello "Eliminator", disponibili in Italia tramite la Northwest di Genova. Ad esempio, con una palla da 60grs, spinta da 10,0grs. di WW-540 (O.A.L. 29,50mm) si può ottenere un'ottima cartuccia per difesa personale


   

-A Sx, due cartucce ricaricate con palle NGA modello "Eliminator": si tratta di un'ottima combinazione per difesa personale, pur se scarsamente considerata da molti "...esperti di tutto e niente..." !! A parità di numero di cartucce, il PESO delle munizioni basate su palle NGA è nettamente INFERIORE rispetto alle munizioni caricate con palle di tipo (peso) convenzionale. Si tenga poi conto del fatto che il rinculo generato da munizioni di tipo NGA è nettamente INFERIORE rispetto a quello generato da munizioni di tipo convenzionale (N.B. si ricordi che a parità di calibro, il rinculo cresce al crescere del peso di palla), il che AUMENTA notevolmente il controllo durante il tiro rapido. A Dx, una manciata di cartucce in calibro 9x21 ricaricate con palle di tipo "Eliminator". Per ulteriori informazioni, si prega di contattare l'importatore italiano di questo prodotto che è la Northwest di Genova, all'indirizzo info@northwestbullets.com -


   

- A Sx, varie prospettive della palla modello "Eliminator" che consentono di apprezzare vari particolari . A Dx, vista ravvicinata di due cartucce calibro 9x21 ricaricate con palle di tipo "Eliminator" . Una polvere molto adatta all'assemblaggio delle ricariche personalizzate con le palle modello "Eliminator" è la WW-540 (N.B. un'alternativa convincente è l'eccellente Vectan SP-2). Con la palla da 60grs. illustrata in questa sede, si consiglia di partire da 8,0grs. per arrivare fino a 10,0grs., dose che da più fonti viene indicata come massima . Si prega di misurare con il MASSIMO scrupolo il quantitativo di polvere immesso in ogni bossolo, e di verificare anche le lunghezza della cartuccia finita, che non va mai tenuta al di sotto dei 29,50mm. Si prega di ispezionare visivamente le palle prima di impiegarle, onde individuare ed eliminare (con una lima per metalli a taglio fine) le imperfezioni di fusione che a volte sono presenti sull'ogiva (N.B. se non eliminate preventivamente, queste imperfezioni morfologiche possono falsare la lettura della lunghezza della cartuccia effettuata con il calibro) -



                      RICARICHE SPECIALISTICHE PER DIFESA PERSONALE CON PALLE NGA "ELIMINATOR" DA 60GRS. DI PESO


Polvere (tipo)
Dosi (grs.)
3N37
da 6,5 (min.) a 8,5 (MAX)
3N38
da 6,5 (min.) a 8,5 (MAX)
WW-540
da 8,0 (min.) a 10,0 (MAX)
SP-2  
da 8,0 (min.) a 10,0 (MAX)
SIPE - N   
da 7,0 (min.) a 9,0 (MAX)
S4 - N   
da 7,0 (min.) a 9,0 (MAX)
JK-3   
da 7,0 (min.) a 9,0 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - lunghezza massima della cartuccia assemblata (O.A.L.) NON inferiore a 29,50mm

NOTE TECNICHE
(2) - inneschi CCI#500 "Small Pistol" o equivalenti

NOTE TECNICHE
(3) - si prega di avvicinarsi SEMPRE con  CAUTELA alle dosi massime con incrementi di 0,1grs. alla volta!! Chi voglia replicare l'assemblaggio di queste ricariche è TASSATIVAMENTE pregato di NON partire MAI dalla dose indicata come massima !!

NOTE TECNICHE
(4) - si ponga particolare ATTENZIONE sul fatto che assemblare queste ricariche significa spesso lavorare con caricamenti più o meno COMPRESSI !! Le dosi riportate sono perfettamente SICURE nelle armi impiegate dagli sviluppatori (N.B. Beretta M-98, M-90-two, GT Elite - II, Glock M-17, M-19, Tanfoglio Limited, Limited Custom, Professional Defence, S&W 6909, M&P-9 e H&K USP), ma per motivi di sicurezza si consiglia di partire SEMPRE dalla dose indicata come minima e di salire con incrementi minimi. Per favore ponete SEMPRE la MASSIMA attenzione ad eventuali segni di sovrapressione !!

NOTE TECNICHE
(5) - dal momento che impiegare munizioni ricaricate con queste palle signfica lavorare con caricamenti più o meno COMPRESSI, per favore ricordatevi di misurare SEMPRE ogni singola PALLA prima di iniziare le operazioni di ricarica. Cercate di avere PICCOLI gruppi di palle il cui peso sia il più omogeneo possibile. Per favore NON  andate mai "...a occhio..." ma aiutatevi SEMPRE con l'apposito bilancino!!



Dal momento che, lavorando a queste condizioni, il 9x21 offre circa il 20% di velocità in più rispetto al 9x19, ci si può rendere facilmente conto di che tipo di cartuccia sia possibile realizzare. Seguendo questi scarni consigli, qualsiasi azienda produttrice di munizioni potrebbe realizzare con poca spesa una cartuccia a carica piena (full-power load) specifica per difesa personale. Si spera che i vertici della GFL ci stiano ascoltando, anche perchè sono troppi anni che manca un caricamento del genere sul mercato nazionale (possibilmente creato da un produttore nazionale!!). Una cartuccia (ottimizzata impiegando un nucleo in Piombo iper - puro, possibilmente percorso da 3 o 4 profondi intagli radiali) che poteva rivelarsi veramente interessante, era la GECO con palla SJSP da 125grs., anche se purtroppo è scomparsa dal mercato da un po' di tempo a questa parte. Se la GECO si decidesse a reintrodurla aumentando DRASTICAMENTE la velocità alla bocca (perchè alla velocità con cui era stata commercializzata la palla non sortiva alcun effetto ecclatante), sicuramente farebbe una cosa davvero gradita a molti tiratori italiani!! Altresì interessante per difesa personale sarebbe una cartuccia con palla iperleggera con nucleo struttura preframmentata simile alla "mitica" Glaser "Safety-Slug". Purtroppo non ci sono ne importatori intenzionati a fare arrivare in Italia questa cartuccia, ne imprenditori nazionali interessati a produrre un "clone tricolore" di questa interessantissima e validissima cartuccia!! Con queste poche note il GRURIFRASCA spera di avere soddisfatto le curiosità di molti possessori di armi camerate per il calibro in commento. In conclusione, la munizione in calibro 9x21mm è una cartuccia molto piacevole da sparare a causa del rinculo non eccessivo e della buona precisione intrinseca. Con una ricarica casalinga oculata è possibile elevare ampiamente il già alto livello di precisione comunemente offerto da questa cartuccia. Un arma moderna in buone condizioni può realizzare normalmente rosate da 25-30mm a 25m SENZA alcun problema. Infine, l'ampia scelta di polveri permette di ottenere cartucce in grado di soddisfare anche i patiti delle alte velocità o gli agonisti del tiro dinamico.



                                                                                       ATTENZIONE!!

NONOSTANTE QUANTO SOSTENUTO DA NUMEROSI "...ESPERTI DEL TUTTO E NIENTE...", NON E' ASSOLUTAMENTE VERO CHE IL 9X21 ED IL 9X19 SIANO "...LA STESSA COSA..." DAL PUNTO DI VISTA BALISTICO!! QUALSIASI  (VERO !!) ESPERTO DI RICARICA PUO' AGEVOLMENTE DIMOSTRARE CHE LE VELOCITA' E LE ENERGIE SVILUPPABILI (IN TUTTA SICUREZZA !!) CON UN 9X21 SONO DIVERSE (E SUPERIORI ) RISPETTO A QUELLE TIPICHE DI UN 9X19!! ANALOGAMENTE, NON E' ASSOLUTAMENTE VERO CHE IL 9X21 E' SIMILE AL 9X19 PERCHE' "...SPINGENDO PIU' DENTRO LA PALLA NEL BOSSOLO..." DEL 9X21 SI OTTIENE UNA CARTUCCIA CALIBRO 9X19!! SE IL 9X19 HA UNA LUNGHEZZA TIPICA DI 28,60MM (O.A.L.) MENTRE IL 9X21 HA UNA LUNGHEZZA TIPICA DI 29,50MM (O.A.L.), CIO' EVIDENTEMENTE SIGNIFICA CHE LE DUE CARTUCCE SONO COMPLETAMENTE DIFFORMI, E CHE I VOLUMI INTERNI SONO DEL TUTTO DIVERSI!! ANCHE SE SECONDO ALCUNI "ESPERTI" LA LUNGHEZZA MASSIMA DEL 9X19MM E' DI 29,70MM MENTRE QUELLA DEL 9X21 E' DI 29,75MM, IN REALTA' ESITONO AMBITI SPECIFICI (AD ESEMPIO IL TIRO DINAMICO SPORTIVO) IN CUI PER IL 9X21 VENGONO USATE MUNIZIONI DI LUNGHEZZA PARI O SUPERIORE A 30,00MM, COSA CHE NON PUO' ASSOLUTAMENTE AVVENIRE PER IL 9X19!!. NON SEGUITE PER NESSUN MOTIVO I "...CONSIGLI TECNICI..." DI CHI SOSTIENE SCIOCCAMENTE CHE "...BASTA SPINGERE PIU' DENTRO LA PALLA IN UN 9X21 PER AVERE UN 9X19...", DAL MOMENTO CHE SE I MANUALI DI RICARICA PIU' SOFISTICATI DIVERSIFICANO I DUE CALIBRI, EVIDENTEMENTE NE DEVE SUSSISTERE UNA RAGIONE BEN PRECISA !!



   

- A Sx, particolare di una GFL modello "Black Mamba" completamente disassemblata che mostra il propellente, la palla ed il colletto del bossolo. La palla pesa 100grs. ed è completamente ricoperta di una vernice di colore nero opaco, per alcuni aspetti smile alla copertura impiegata anni addietro dalla Winchester per la realizzazione delle sue famose "Black Talon". A Dx, stesso particolare della foto precedente, ma con il fondello del bossolo bene in evidenza. Ogni cartuccia contiene una media di circa 5,0grs. di polvere lamellare la cui esatta natura NON è stata resa nota dal produttore. Alcune "...voci di corridoio..." non ben specificate, affermano che si tratterebbe della Bofors JK-3, mentre altre forse più credibili affermano che si tratterebbe delle S4-N -


   

- A Sx, una ricarica sperimentale (realizzata per meri fini di studio) assemblata con polvere SIPE-N, inneschi CCI-500, bossoli WW e palle Lapua "MS" da 123grs. di peso. La palla è stata debitamente modificata prima di essere impiegata, a causa dei suoi noti DIFETTI costruttivi. A Dx, il fondello di un bossolo calibro 9x21mm prodotto dall'americana C.P. Bullets : la qualità dei bossoli è FONDAMENTALE per ottenere buoni risultati nel campo della ricarica personalizzata -



Sezione 4 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm : altre ricariche con polveri anomale per reperibilità, caratteristiche, modalità d'impiego o funzione



Vista la GROSSA diffusione del calibro in commento nel nostro Paese, si riportano qui di seguito altre ricariche, solitamente abbastanza economiche, che attualmente godono di estrema diffusione tra i tiratori di tutti i livelli che frequentano le varie Sezioni del TSN. In queste brevi note si farà esclusivo riferimento a ricariche basate su palle molto economiche spinte a velocità del tutto modeste. Per questo motivo, molte delle dosi riportate potrebbero risultare eccessivamente "basse" ai ricaricatori più esperti.



                                                 


- Una superlativa Tanfoglio modello "Limited" nella variante "921 HC-Custom" in calibro 9x21mm. Completamente realizzata in acciaio inossidabile e dotata di una pesante canna tronco-conica con rigatura semipoligonale, quest'arma è uno dei modelli di punta della famosa Azienda bresciana (insieme al più famoso modello "Gold Custom") ed è, da molti anni a questa parte, uno dei dominatori assoluti delle competizioni di Tiro Dinamico Sportivo nella categoria "Limited". Sotto il profilo costruttivo si tratta di una evoluzione del famosissimo modello "Limited", già in circolazione da alcuni anni e che ha mietuto successi sui campi di tiro di tutto il mondo. Il peso superiore rispetto alle "sorelle" di altre marche, le eccellenti zigrinature su ambo le parti dell'impugnatura ed il baricentro molto basso, sono tutti fattori che contribuiscono a massimizzare il controllo durante il tiro rapido -


                                                 


- Sopra, fondello di un bossolo in calibro 9x21 prodotto dall'americana C.P. Bullets. Pur essendo genericamente nota per la produzione di canne e di alesatori per la disciplina del Tiro Dinamico Sportivo, quest'azienda in realtà ha in catalogo anche un'ampia gamma di bossoli di qualità superiore alla media. Allo stato attuale questo bossolo costiuisce un'assoluta rarità, per lo meno nel nostro Paese, dove bossoli di altre marche sono molto più diffusi. Non sempre però la qualità dei prodotti proposti dai concorrenti è allo stesso livello. La sigla "+P+" presente sul fondello evidenzia il fatto che è stato prodotto per la disciplina del tiro dinamico sportivo. Si ringrazia il Sig. Giuseppe Isoni per la gentile collaborazione prestata -


Un altra particolarità delle presenti note è che talvolta si farà riferimento a polveri "anomale" per reperibilità (perchè difficilmente o saltuariamente reperibili), caratteristiche (perchè dotate di caratteristiche chimico - fisiche particolari), modalità d'impiego (perchè ne vengono utilizzate dosi estremamente ridotte) o funzione specifica (perchè non sono destinate al caricamento  del calibro in commento ne, più in generale, alle munzioni per arma corta). Tutte le ricariche utilizzano inneschi convenzionali di tipo Small Pistol, palle in lega 90/5/5 o in alternativa palle ricoperte elettroliticamente con  Rame iperpuro e bossoli WW originali. I bossoli hanno la sede del'innesco alesata ed uniformata tramite l'apposita fresa manuale in carburo di Tungsteno prodotta dalla K&M Services. Inoltre si è provveduto ad uniformare le dimensioni interne del foro di vampa tramite l'apposito utensile reperibile in tutte le armerie (di produzione Lee, Lyman, etc.). Tutti i bossoli che presentavano un foro di vampa palesemente eccentrico (N.B. è tale quando è palesemente  visibile ad occhio nudo !!) sono stati scartati.


                                                                                       ATTENZIONE!!

RIPULIRE IL FORO DI VAMPA DI UN BOSSOLO DALLE IMPERFEZIONI PRESENTI AL SUO INTERNO IN SEGUITO AL CICLO DI PRODUZIONE INDUSTRIALE DELLO STESSO, NON SIGNIFICA, PER NESSUN MOTIVO, AMPLIARNE IL DIAMETRO ORIGINALE!! PER NESSUNA RAGIONE, NONOSTANTE QUANTO A VOLTE SOSTENUTO DAI SOLITI "...ESPERTI DEL TUTTO E NIENTE...", DEVE ESSERE AMPLIATO IL DIAMETRO DEL FORO DI VAMPA, O NE POTREBBE DERIVARE UN INCONTROLLATO AUMENTO DELLE PRESSIONI CON CONSEGUENZE TRAGICHE PER IL TIRATORE!!



Si tratta di "cautele preparatorie" utilizzate da TUTTI i ricaricatori più coscienziosi durante la fase di preparazione dei bossoli. Naturalmente si possono utilizzare bossoli di qualsiasi marca, a patto che siano in buone condizioni, così com'è possibile utilizzare qualsiasi tipo di innesco del tipo Small-Pistol. Iniziamo la nostra analisi con alcune polveri prodotte dall'italiana Baschieri & Pellagri. Si tratta di polveri fondamentalmente INADATTE sotto il profilo funzionale al caricamento di munizioni  per arma corta, ma che comunque possono essere utilizzate dal ricaricatore più smaliziato per sostituire egregiamente i normali propellenti in caso di loro improvvisa mancanza o irreperibilità duratura. Si rammenta che si tratta di polveri destinate al caricamento delle cartucce per fucile ad anima liscia e che, come tali, devono essere pesate (singolarmente ed) accuratamente ed introdotte nel bossolo in quantità estremamente ridotte.


Polveri Baschieri & Pellagri, palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
BP-101 3,0 (min.) - 3,9 (MAX)
BP F2-SS 3,0 (min.) - 4,1 (MAX)
BP MB 205-S 3,0 (min.) - 4,2 (MAX)
   

Passiamo ora ad analizzare alcune ricariche basate sulle polveri di produzione SNIA. Fra tutte  le polveri citate, due, e cioè la SIPE -N  e la GM-3,  sono sicuramente molto utilizzate dai ricaricatori nostrani. Viceversa, le altre polveri sono utilizzate in maniera estremamente rara. Anche in questo caso si sono utilizzate cariche MOLTO ridotte, ideali per lavorare con palle in Piombo od in lega ternaria a velocità pressochè subsonica. Questo è evidente, ad esempio, con la  SIPE-N o con la  S-4. Tutti i ricaricatori più capaci sanno perfettamente che con queste due polveri è possibile "...pompare un po' di più le dosi...", tuttavia è preferibile NON esagerare ed optare per caricamenti depotenziati, maggiormente idonei  al tiro da divertimento.


Polveri SNIA, palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
SIPE N 4,0 (min.) - 4,9 (MAX)
S-4 4,0 (min.) - 4,9 (MAX)
PRIMA 3,5 (min.) - 4,2 (MAX)
SIDNA 4,0 (min.) - 5,0 (MAX)
GM-3 4,0 (min.) - 4,3 (MAX)
TECNA 5,0 (min.) - 6,1 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 5,6grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 346,4m/s usando una Beretta M-98. Si tratta di un'ottima carica per il tiro di puro divertimento : leggera, gestibile ed estremamente precisa. A questo punto si rifletta sul fatto che nel Tiro Dinamico Sportivo si usano, ad esempio, 6,5grs. dietro ad un palla da 145grs. per un velocità media di circa 370m/s : è veramente una polvere da buttare?

NOTE TECNICHE (2) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 6,0grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 370,8m/s usando una Beretta M-98. Si rifletta ora sul fatto che nel Tiro Dinamico Sportivo si usano, ad esempio, 6,5grs. dietro ad un palla da 145grs. per un velocità media di circa 370m/s : è veramente una polvere "da buttare" come sostenuto da molti?

NOTE TECNICHE (3) - anche se la SIPE-N è considerta una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 6,3grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 378,4m/s usando una Beretta M-98. Si rifletta ora sul fatto che nel Tiro Dinamico Sportivo si usano, ad esempio, 6,5grs. dietro ad un palla da 145grs. per un velocità media di circa 370m/s : è veramente una polvere "da buttare" come sostenuto da molti?

NOTE TECNICHE (4) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 6,6grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 386,8m/s (N.B. sempre usando una convenzionale Beretta M-98), il che significa avere a disposizione circa 61Kgm spendendo pochissimi soldi. Si rifletta poi sul fatto che nel Tiro Dinamico Sportivo si usano, ad esempio, 6,5grs. dietro ad un palla da 145grs. per un velocità media di circa 370m/s :è veramente una polvere "da buttare" come sostenuto da molti?

NOTE TECNICHE (5) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si provi a riflettere sul fatto che una scatola di munizioni commerciali GFL con palla da 123grs. in conformazione FMJ-TC sviluppa una velocità media di circa 356,2 m/s ( usando una Beretta M-98), che sono "...veramente un po' pochini.." se si confronta questo dato con il fatto che gli stessi componenti usati dalla GFL ma spinti da 6,6grs. di SIPE-N sviluppano una velocità media di 386,8m/s alle MEDESIME condizioni operative. Dal momento che è nettamente meglio avere una cartuccia "...decisamente supersonica..." rispetto ad una "...solo leggermente supersonica...", soprattutto in difesa personale (N.B. 61Kgm sono un fattore realmente positivo e 6,6grs. di SIPE-N non sono ancora la dose massima !!), si spera che questa banale osservazione pratica costituisca un valido elemento di riflessione per la Sezione Ricerca & Sviluppo della G.F.L. e per tutti gli altri fabbricanti di munizioni eventualmente all'ascolto !!

NOTE TECNICHE (6) - i caratteri fondamentali che contraddistiguono la SIPE-N rispetto a molte altre polveri, sono i seguenti. Il primo è rappresentato dalla BASSA sensibilità ai mutamenti degli agenti atmosferici, il che signfica avere velocità costanti al mutare di temperatura, pressione ed umidità. Il secondo è rappresentato dalla ENORME  flessibilità di caricamento, parametro questo che consente di avere il più ampio spettro possibile di cartucce ricaricate a livello casalingo (N.B. questo discorso non vale solo per il 9x21mm, ma praticamente anche per qualsiasi altra cartuccia). Il terzo è rappresentato dalla COSTANZA di rendimento, il che consente di avere basse deviazioni standard anche se le ricariche vengono impiegate a parecchio tempo di distanza dopo essere state assemblate.

NOTE TECNICHE (7) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 6,8grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 390,2m/s (N.B. sempre usando una convenzionale Beretta M-98) SENZA nessun segno di sovrapressione od altre anomalie. Non si riesce a comprendere come molti "...esperti di ricarica..." insistano nel considerarla  a tutti i costi come "...una polvere tecnicamente superata..." !!

NOTE TECNICHE (8) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 7,0grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 392,6m/s (N.B. sempre usando una convenzionale Beretta M-98SENZA nessun segno di sovrapressione od altre anomalie. Per questo motivo, non si riesce a comprendere come molti "...esperti di ricarica..." insistano nel considerarla  a tutti i costi come "...una polvere tecnicamente superata..." !!

NOTE TECNICHE (9) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 7,3grs. di questa polvere dietro ad una palla di GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 401,4m/s (N.B. sempre usando una convenzionale Beretta M-98SENZA nessun segno di sovrapressione od altre anomalie. Tutto ciò, con buona pace dei vari pseudo-esperti secondo i quali il 9x21 è inadatto per difesa personale "...perchè è italiano...", dato che questa ricarica casalinga realizzata con pochi soldi eroga circa 66Kgm alla bocca (N.B. in anatomia patologica è ricorrente l'affermazione secondo la quale "...8Kgm sono sufficienti per uccidere un uomo...", per cui mettete in funzione i vostri neuroni e traete le vostre conclusioni). Per questo motivo, non si riesce a comprendere come molti "...esperti di ricarica italioti..." insistano nel considerare la SIPE-N come "...una polvere tecnicamente superata ed inadatta alla ricarica del 9x21mm..." !!

NOTE TECNICHE (10) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 7,4grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 415,0m/s (N.B. sempre usando una convenzionale Beretta M-98SENZA nessun segno di sovrapressione od altre anomalie. Per questo motivo, non si riesce a comprendere come molti "...esperti di ricarica..." insistano nel considerarla  a tutti i costi come "...una polvere tecnicamente superata ed inadatta alla ricarica del 9x21mm..." !!

NOTE TECNICHE (11) - anche se la SIPE-N è considerata una polvere "...inadatta e superata..." da molti "...esperti di tutto e niente...", si rammenti che 7,5grs. di questa polvere dietro ad una palla GFL da 123grs. in conformazione FMJ-RN danno una velocità media di 419,2m/s (N.B. sempre usando una convenzionale Beretta M-98SENZA nessun segno di sovrapressione od altre anomalie. Per questo motivo, non si riesce a comprendere come molti "...esperti di ricarica..." insistano nel considerarla  a tutti i costi come "...una polvere tecnicamente superata ed inadatta alla ricarica del 9x21mm..." !!

NOTE TECNICHE (12) - superando i 7,5grs. di SIPE-N con la palla GFL in conformazione FMJ-RN da 123grs. è necessaria la compressione del propellente!! Per questo motivo, la dose di 7,5grs. DEVE essere considerata come MASSIMA con questa combinazione palla - polvere (O.A.L. = 29,50mm). Ad ogni modo, con questa combinazione i bossoli di risulta sono praticamente identici a quelli di risulta provenienti dai caricamenti commerciali. Inoltre, non vi sono ne segni di sovrapressione ne di altre anomalie, ed il rinculo è ancora molto MORBIDO, così come avviene impiegando dosaggi pari o superiori a 6,8grs.

NOTE TECNICHE (13) - per gli amanti dei numeri, si rammenta che 419,2m/s sviluppano un'energia cinetica di circa 72Kgm alla bocca. Sarebbe interessante chiedere ai vari "...esperti italioti di ricarica...", quale delle polveri oggi pubblicizzate in pompa magna sulle varie riviste di settore consente di fare la stessa cosa nel 9x21 con una palla da 123grs. di peso. Ci sarebbe anche da chiedere a questi signori quante polveri possiedono una gamma di caricamenti così AMPIA, ma soprattutto così SICURA (da 5,5 - 5,6 fino a 7,5 con lo stesso tipo di palla). Ma la domanda più interessante è un'altra. Quante delle polveri oggi così tanto "strombazzate" mantengono la pressione a livelli accettabili (=SICURI) a fronte di un aumento ponderale così ampio della carica di lancio? Meditate gente, meditate.

NOTE TECNICHE (14) - se si pensa che una scatola di munizioni commerciali GFL con palla da 123grs. in conformazione FMJ-TC sviluppa una velocità media di circa 356,2 m/s ( usando una Beretta M-98), non si riesce a capire per quale motivo la GFL (o qualsiasi altro produttore italiano) non si decida a commercializzare un caricamento capace di sviluppare una velocità media pari o superiore ai 400m/s alle MEDESIME condizioni operative, cosa che per altro la SIPE-N permetterebbe di fare in totale sicurezza. Normalmente la "favoletta" che viene raccontata è che "...i livelli energetici vengono tenuti bassi per motivi di sicurezza...", anche se questo consente ai produttori di acquistare i componenti più scadenti per propinare agli utenti finali dell'autentica spazzatura. A parte questo, un qualsiasi produttore potrebbe benissimo realizzare due linee di prodotti separate, una di basso livello qualitativo e di potenza mediocre ed una di alto livello qualitativo e di potenza elevata, per dare maggiore possibilità di scelta ai consumatori. Basterebbe solo volerlo.

NOTE TECNICHE (15) - si ringrazia il Sig. Alfredo Marcedula per tutta la sperimentazione effettuata con la polvere SIPE-N contenuta in questa pagina, nonchè per le rilevazioni cronografiche, le comparazioni e le verifiche pratiche  effettuate con la Beretta M-98.


Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati di ricarica relativi alle polveri PEFL, prodotte nell'opificio militare di Fontana Liri ma commercializzate dalla Baschieri & Pellagri in due tipologie. Si tratta di polveri discretamente diffuse tra i ricaricatori nostrani ma che non hanno mai smesso di fomentare feroci discussioni tra sostenitori e detrattori. Chi le critca sostiene che si tratta di polveri non adatte al calibro in commento (e a molti altri calibri) perchè vengono generate pressioni di esercizio comprese tra i 1500 ed i 2000bar, il che costringerebbe  i tiratori "...ad usare un 9x21 caricato come un .22 L.R. ...". Un'altra critica che viene mossa è che queste polveri  non consentono di sviluppare velocità elevate con NESSUNA combinazione. I sostenitori dell'uso di queste polveri affermano che esse costituiscono una valida altenativa a polveri molto più costose e che sono molto piacevoli da usare al poligono nel tiro informale. Le polveri attualmente prodotte dalla PEFL sono le seguenti  :


Denominazione
Funzione
PEFL-18
7,62NATO
PEFL-19
5,56NATO
PEFL-20
9mmNATO
PEFL-21
9mmNATO
PEFL-22A
calibro 12/70
PEFL-23A
calibro 12/70
PEFL-24A
calibro 12/70
PEFL-26A
calibro 12/70
PEFL-27A
calibro 12/70
PEFL-28
calibro 12/70
PEFL-29
5,56NATO a salve
PEFL-30
mortaio 81mm, cariche aggiuntive
PEFL-31
5,56NATO corta gittata
PEFL-33
mortaio 60mm, cariche aggiuntive
PEFL-35
12,7NATO / mortaio 120mm


Dal punto di vista chimico, da più parti si sostiene che le PEFL-18 e 19 sarebbero molto simili alla più nota WW-748 ed hanno una velocità di combustione quasi del tutto sovrapponibile. Si precisa che alcuni esperti considerano le PEFL-18 e 19 come due varianti della WW-748, che avrebbero pertanto le stesse applicazioni. Altre fonti sostengono invece che la PEFL-18 sarebbe simile alla WW-748, mentre la PEFL-19 sarebbe più simile alla BL-C2. Ancora, altri esperti specificano invece che la PEFL-18 è stata sviluppata per il 7,62NATO ed è simile alla WW852, mentre la PEFL-19 è stata sviluppata per il 5,56NATO ed è simile alla WW846. Per esempio, con la palla FMJ-SN da 147grs. del 7,62NATO sarebbe ammissibile l'impiego di una dose massima di 47,8grs. di PEFL-18, mentre con la palla FMJ-SN da 62grs. del 5,56NATO sarebbe ammissibile l'impiego di una dose massima di 25,6grs. di PEFL-19. Proseguendo oltre, le polveri PEFL-20 e 21 sarebbero affini alla poco nota WSF, dalla quale si discosterebbero per il fatto di essere entrambe più LENTE a bruciare (N.B. si coglie l'occasione per sottolineare come da più parti la PEFL-20 è indicata come simile, ma più RAPIDA a bruciare, rispetto alla WW820). Stando ad alcune fonti bibliografiche più analitiche, dal punto di vista dell'indice di combustione la PEFL-20 si collocherebbe tra la WSF e la WW-540. Per il 9mmNATO si indica una dose di 7,7grs. di PEFL-20 e di 6,6grs. di PEFL-21, in ambo i casi con la palla da 115grs. di peso. Inoltre, si sostiene da più parti che sia la PEFL-20 che la PEFL-21 risulterebbero  potenzialmente idonee  al caricamento delle munizioni in calibro 12/70 e, più precisamente  :

- la PEFL-20 sarebbe adatta ai caricamenti medio-pesanti (N.B. alcune fonti indicano i caricamenti per il calibro 12 compresi tra 36 e 42grammi di piombo)
- la PEFL-21 sarebbe adatta ai caricamenti medi (N.B. alcune fonti indicano i caricamenti per il calibro 12 compresi tra 28 e 36grammi di piombo)

Molte fonti indicano che le PEFL-22 e 28 sarebbero equivalenti rispettivamente alle B&P 540 e 571 le quali, stando almeno a certe fonti, sarebbero a loro volta simili alle ben più note WW540 e WW571. La PEFL-26 (o la sua variante, la 26A) sarebbe per taluni affine alla N-320 o alla Rex GIALLA, mentre altre fonti bibliografiche la indicano come affine alla GM-3 oppure alla Lovex D032-03. Non essendo mai stati pubblicati dati ufficiali da parte del produttore, purtroppo c'è una grossa confusione in merito. Infine, la PEFL-35 è assimilabile alla WW870 e viene impiegata per il caricamento del 12,7NATO, oppure per la realizzazione delle cariche aggiuntive per le granate da mortaio da 120mm. Il polverificio militare di Fontana Liri è contattabile ai seguenti numeri  :

tel. 0776/525777
fax 0776/525000

Per ulteriori informazioni, si visiti il sito web www.aid.difesa.it


Polveri PEFL (B&P), palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
PEFL-26
4,0 (min.) - 4,9 (MAX)
PEFL-28
5,0 (min.) - 6,3 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - alcune fonti bibliografiche indicano una dose di PEFL-26 compresa tra 4,4 e 5,1grs. unita ad una palla FMJ-RN da 123 - 125grs. di peso. Per favore iniziate sempre dalla dose indicata come minima e procedete sempre con la massima attenzione.

NOTE TECNICHE (2) - alcune fonti bibliografiche indicano una dose di PEFL-26 compresa tra 4,7 e 5,4grs. unita ad una palla FMJ-RN da 115grs. di peso. Per favore iniziate sempre dalla dose indicata come minima e procedete sempre con la massima attenzione.

NOTE TECNICHE (3) - alcune fonti bibliografiche indicano una dose di PEFL-28 compresa tra 6,0 e 6,5grs. unita ad una palla FMJ-RN da 123 - 125grs. di peso. Per favore iniziate sempre dalla dose indicata come minima e procedete sempre con la massima attenzione.


Veniamo ora ad alcuni dati di ricarica relativi alle polveri della serie Granular - S prodotte dalla Cheddite nelle varianti FINE e GROSSA. Sotto il profilo chimico-fisico, si tratta di polveri che la casa produttrice consiglia esplicitamente per la ricarica del munizionamento per armi a canna liscia, e segnatamente per il calibro 12/70. In tempi relativamente recenti, la stessa casa produttrice ha messo in circolazione alcune tabelle di ricarica che hanno cominciato ad interessare in manera progressiva i frequentatori delle varie Sezioni del TSN. Si tratta di polveri discretamente diffuse tra i ricaricatori nostrani ma che, al pari delle PEFL (V. voce a se),  non hanno mai smesso di generare discussioni tra sostenitori e detrattori. Chi le critica sostiene che si tratta di polveri non adatte al calibro in commento (e a molti altri calibri) perchè vengono generate pressioni di esercizio eccessivamente modeste, il che costringerebbe  i tiratori "...ad usare un 9x21 patetico ...". Un'altra critica che viene mossa è che queste polveri  non consentono di sviluppare velocità elevate con NESSUNA combinazione. Una critica ulteriore, fatta sulla base di certe dichiarazioni rilasciate dallo stesso produttore, è quella in base alla quale le polveri in commento altro non sarebbero che derivati diretti della preesistenti GM-3 in precedenza prodotta dalla SNIA-BPD. In pratica si dice che sarebbe più semplice usare la vecchia GM-3 piuttosto che andare alla ricerca della nuova Granular-S. Viceversa, i sostenitori dell'uso di queste polveri affermano che esse costituiscono una valida altenativa a polveri molto più costose e che sono molto piacevoli da usare al poligono nel tiro informale. Si aggiunge poi che l'arma ed il tiratore non vengono stressati oltremodo e la precisione è molto elevata.


Polveri Granular -S (Cheddite), palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Granular-S fine
3,0 (min.) - 4,4 (MAX)
Granular-S grossa
3,5 (min.) - 4,7 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - alcune fonti bibliografiche indicano una dose di Granular-S Grossa compresa tra 3,9 e 4,1grs. unita ad una palla in piombo con copertura elettrolitica da 135 - 137grs. di peso. Per favore iniziate sempre dalla dose indicata come MINIMA e procedete sempre con la massima attenzione.

NOTE TECNICHE (2) - la casa produttrice consiglia di ridurre il dosaggio di 0,1grs. se si riduce la lunghezza massima (O.A.L.) da 29,50 a 29,00mm. Per favore iniziate sempre dalla dose indicata come MINIMA e procedete sempre con la massima attenzione, ponendo sempre la massima attenzione ad eventuali segni di sovrapressione.

NOTE TECNICHE (3) - con una dose di 3,5grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 124grs. (RN) in lega ternaria si ottiene una velocità media di 298 m/s usando una Tanfoglio Limited ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 990 mBar, umidità relativa 85%, temperatura 8,5 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.

NOTE TECNICHE (4) - con una dose di 3,7grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 124grs. (RN) in lega ternaria si ottiene una velocità media di 306  m/s usando una Glock M-17 ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 990 mBar, umidità relativa 85%, temperatura 8,5 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.

NOTE TECNICHE (5) - con una dose di 3,7grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 122grs. (TC) in lega ternaria si ottiene una velocità media di 306,7  m/s usando una Glock M-17 ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 990 mBar, umidità relativa 85%, temperatura 8,5 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.

NOTE TECNICHE (6) - con una dose di 3,8grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 123grs. in lega ternaria si ottiene una velocità media di 310,8 m/s usando una Glock M-17 ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 1009 mBar, umidità relativa 75%, temperatura 9 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.

NOTE TECNICHE (7) - con una dose di 3,9grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 123grs. in lega ternaria si ottiene una velocità media di 313,6 m/s usando una Glock M-17 ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 1009 mBar, umidità relativa 75%, temperatura 9 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.

NOTE TECNICHE (8) - con una dose di 4,0grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 123grs. in lega ternaria si ottiene una velocità media di 317,9 m/s usando una Glock M-17 ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 1009 mBar, umidità relativa 75%, temperatura 9 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.

NOTE TECNICHE (9) - con una dose di 4,1grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 123grs. in lega ternaria si ottiene una velocità media di 323,7 m/s usando una Glock M-17 ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 1009 mBar, umidità relativa 75%, temperatura 9 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.

NOTE TECNICHE (10) - con una dose di 4,2grs. di Cheddite Granular S grossa e una palla da 123grs. in lega ternaria si ottiene una velocità media di 328,4 m/s usando una Glock M-17 ed effettuando la rilevazione cronografica a 2m dalla volata. (pressione atmosferica 1009 mBar, umidità relativa 75%, temperatura 9 °C). Si ringrazia il Sig. E.B. della Brig. Par. "Folgore" per la gentile collaborazione prestata.



Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati di ricarica relativi alle polveri ICI di produzione Nobel Sport. Si tratta di polveri di tipo vivace, scarsamente reperibili e, per questo, non particolarmente diffuse tra i ricaricatori nostrani.


Polveri ICI (Nobel), palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
ICI  n°2 5,0 (min.) - 5,4 (MAX)
ICI  n°3 4,0 (min.) - 4,4 (MAX)

    
Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati di ricarica relativi alle polveri di produzione Vectan specifiche per la ricarica delle cartucce a pallini. Si tratta di polveri di tipo vivace, per lungo tempo scarsamente reperibili nel nostro Paese e, per questo, non particolarmente diffuse. Attualmente la situazione sembra stia migliorando, almeno in rifermento alle polveri della serie "BA", ed anche le polveri prodotte dalla Vectan stanno cominciando a diffondersi maggiormente rispetto al passato.


Polveri Vectan, palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
BA-9 4,0 (min.) - 5,1 (MAX)
BA-10 2,0 (min.) - 3,1 (MAX)
AS 2,5 (min.) - 3,1 (MAX)
A1 2,5 (min.) - 3,4 (MAX)


Il prossimo gruppo di polveri che analizzeremo è quello prodotto dall'americana Du-Pont, in riferimento alla quale sono state scelte le versioni più vivaci (N.B. sono tutte polveri specifiche per il caricamento delle cartucce a pallini) allo scopo di approntare caricamenti in grado di "...sviluppare basso stress..." sia per l'arma che per il tiratore.


Polveri IMR (Du Pont), palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
700-X 3,0 (min.) - 4,2 (MAX)
4576 4,0 (min.) - 5,2 (MAX)
800-X 6,0 (min.) - 7,0 (MAX)
PB 3,0 (min) - 4,1 (MAX)
SR-7625 3,0 (min.) - 4,3 (MAX)


Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati di ricarica relativi alle polveri prodotte dall'americana Accurate Arms. Si tratta, più precisamente, di un'unica polvere di tipo particolarmente vivace, idonea a sviluppare elevata precisione insieme a scarso rilevamento e rinculo. Non si tratta chiaramente di una polvere in grado di spremere al massimo il calibro in commento, come si potrebbe fare con la ben più idonea AA#5, bensì di una polvere specifica per il tiro da divertimento.


Polveri Accurate Arms, palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
AA#2 4,0 (min.) - 4,5 (MAX)


Tra le tante polveri utilizzate dai ricaricatori nostrani, una che non può essere dimenticata facilmente è la  famosa JK- 3 prodotta dalla svedese Bofors. Dato che i dosaggi relativi a questa polvere potenzialmente sarebbero molteplici (N.B. basta frequentare una qualsiasi Sezione del TSN per capirlo), ci si limiterà a riportare solo uno di quelli più adatti alle ricariche specifiche per il tiro informale.


Polveri Bofors, palla in Piombo da 120 - 125grs.,  vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
JK-3 5,0 (min.) - 6,8 (MAX)
JK-6/B
4,0 (min.) - 5,0 (MAX)



NOTE TECNICHE (1) - 4,5grs. di JK-6/B uniti a bossoli GFL ed inneschi WSP danno una velocità media di 318,6m/s impiegando una palla GFL da 123grs. tipo FMJ-RN.

NOTE TECNICHE (2) - 4,7grs. di JK-6/B uniti a bossoli GFL ed inneschi WSP danno una velocità media di 326,5m/s impiegando una palla GFL da 123grs. tipo FMJ-RN.

NOTE TECNICHE (3) - 5,0grs. di JK-6/B uniti a bossoli GFL ed inneschi WSP danno una velocità media di 330,8m/s impiegando una palla GFL da 123grs. tipo FMJ-RN.

NOTE TECNICHE (4) - 5,2grs. di JK-6/B uniti a bossoli GFL ed inneschi WSP danno una velocità media di 346,5m/s impiegando una palla GFL da 123grs. tipo FMJ-RN.

NOTE TECNICHE (5) - la dose di 5,2grs. di JK-6/B unita a bossoli GFL, inneschi WSP e palle GFL da 123grs. rappresenta una dose quasi massima per questo tipo di propellente. Oltre i 5,4grs. diventa necessaria la compressione della polvere. Nonostante quello che viene comunemente affermato, la JK-6/B non è una polvere specificamente adatta al 9x21mm, a meno che l'interesse di chi ricarica non sia solo quello di assemblare ricariche depotenziate.

NOTE TECNICHE (6) - si ringrazia il Sig. Alfredo Marcedula per tutta la sperimentazione effettuata con la polvere JK-6/B contenuta in questa pagina, nonchè per le rilevazioni cronografiche, le comparazioni e le verifiche pratiche  effettuate con la Beretta M-98.



Non  poteva mancare, a questo punto, una breve disamina delle polveri prodotte dal gruppo industriale Rex - Nitrokemia, così tanto diffuse presso i tiratori italiani. Naturalmente si tratta di dosi "ribassate", specifiche per il tiro informale, com'è evidente se si confrontano questi dati con quelli riportati in precedenza in questo stesso sito.


Polveri Rex - Nitrokemia, palla in Piombo da 120 - 125 grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Rex Rossa 3,5 (min.) - 4,0 (MAX)
Rex Gialla 4,0 (min.) - 4,8 (MAX)
Rex Verde 4,0 (min.) - 5,0 (MAX)


Prima di concludere,  verrà fatta una breve analisi di due polveri prodotte dall'americana Hodgdon che hanno incontrato un gradimento via via crescente da parte dei tiratori italiani, probabilmente grazie anche alla sempre maggiore disponibilità sul mercato nazionale.


Polveri Hodgdon, palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
HP-38 3,5 (min.) - 4,4 (MAX)
HS-6 5,0 (min.) - 6,5 (MAX)


Ovviamente si tratta di dosi MOLTO ridotte rispetto a quelle previste per l'impiego con palle blindate, cosa che è facilmente comprensibile se si pensa che con le palle a 115grs., di solito, per la HP-38 le dosi vanno da 4,8 a 6,0grs., mentre per la  HS-6 le dosi oscillano tra 7,6 e 8,7 grs. Naturalmente, se lo scopo è quello del tiro da divertimento od infromale è meglio non esagerare, ed  optare per i dosaggi maggiormente ridotti. Non  poteva mancare, a questo punto, una sintetica disamina delle polveri commercializzate dalla GFL, con la denominazione di GF-Blu. Per prima cosa non bisogna dimenticare che trattasi di polveri lamellari a doppia base (N.B. visivamente sono molto simili a propellenti più noti come la Sipe-N, la S4-N, la JK-3 e simili) concepite per il caricamento delle munizioni spezzate destinate alle armi a canna liscia. Nonostante quella che è la loro PRINCIPALE destinazione d'uso, questa famiglia di propellenti presenta alcuni profili applicativi riguardanti le armi corte che meritano di essere analizzati per i vantaggi pratici che potrebbero portare. La gamma oggi disponibile di queste polveri è la seguente :

- GF-Blu24
- GF-Blu28
- GF-Blu32
- GF-Blu36

E' chiaro che per potere usare al meglio queste polveri nella ricarica del munizionamento per armi corte, è ESSENZIALE usare dosatori "a cassettino" (Dillon o Lee) o "a tamburo" (Lee) debitamente lubrificati con grafite in polvere (prima di introdurre la polvere), al posto dei tradizionali dosatori "a cilindro" (CH, Hornady, RCBS, Redding). Dal punto di vista delle potenzialità applicative, le GF-Blu 24 e 28 (= cioè quelle più rapide a bruciare) sono adatte al caricamento di cartucce con scarsa volumetria e basse pressioni di esercizio come 7,65 Browning, 9 Corto, 38Spl., 9mm Ultra, 9mm Makarov, 38 S&W, .32 S&W Long, .45 ACP/HP. La GF-Blu24 è ottima per realizzare caricamenti da tiro nel .38Spl con palla da 148grs. di tipo WCBB. Le GF-Blu 24 e 28, nello specifico, danno ottimi risultati con il .45ACP/HP o il .45LC. Le GF-Blu 32 e 36 sono adatte a munizioni con volumetria più ampia e pressioni di esercizio più elevate, con bossoli linerare (straight wall case) o a bottiglia (bottle-neck case), come ad esempio 7,65 Parabellum, 7,63 Mauser, 7,62 Tokarev, 357 SIG, .400 C-B, .41 Avenger, .41AE, 9x25 Dillon, 9x23 +P, .38SA, 9x21, 9mm Mauser Export, .40S&W, 10mm Auto. Inoltre, la GF-Blu 36 risulta adatta al caricamento delle più diffuse cartucce magnum come .357Magnum, .41Magnum, .44 Magnum, oltre a quelle meno diffuse come il .357 Maximum, .414 Supermagnum, .445Supermagnum, .454Casull, .50AE ed altri ancora. Venendo al 9x21, le polveri più adatte per la ricarica sono senza dubbio le GF-Blu32 e 36, cioè le due più lente a bruciare. Viceversa, le GF-Blu24 e 28 danno risultati molti scarsi, dal momento che la velocità di combustione male si adatta all'impianto termobalistico della cartuccia in esame. Usando dosi basse e palle in lega ternaria, si ottengono ottimi caricamenti per il tiro di puro divertimento. Naturalmente si tratta di dosi "ribassate", specifiche per il tiro informale e non per la ricerca delle massime prestazioni.


Polveri GF-Blu palla in Piombo da 120 - 125grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
GF-Blu32
4,0 (min.) - 5,5 M(AX)
GF-Blu36
5,0 (min.) - 6,5 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - con la GF-Blu32 si ottengono COMUNQUE caricamenti subsonici impiegando una palla GFL da 123grs. tipo FMJ-RN sparata in una Beretta M98. Alla dose massima, infatti, si ottengono circa 330m/s.

NOTE TECNICHE (2) - con la GF-Blu36 si ottengono caricamenti subsonici impiegando una palla GFL da 123grs. tipo FMJ-RN spinta dalla dose minima e sparata in una Beretta M98. Viceversa, alla dose massima si ottengono circa 355m/s.


Stante la continua diffusione di palle realizzate in lega ternaria in pesi difformi da quelli tipici per il calibro in commento (cioè diversi da 115 e 125grs.), si è ritenuto opportuno introdurre alcuni dati di ricarica relativi a palle da 135 grs. di peso, di vario profilo, con o senza trattamento elettrolitico superficiale in Rame iperpuro. Similmente a prima, inizieremo la nostra breve analisi con un gruppo di polveri prodotte dalla Baschieri & Pellagri.


Polveri Baschieri & Pellagri, palla in Piombo da 135grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
BP-101 3,0 (min.) - 3,5 (MAX)
BP F2-SS 3,0 (min.) - 3,7 (MAX)
BP MB 205-S 3,0 (min.) - 3,9 (MAX)


Passiamo ora ad esaminare sinteticamente alcune ricariche con polveri prodotte dalla SNIA fra cui spiccano per notorietà quelle basate sulle polveri SIPE-N, S-4 e GM-3.


Polveri SNIA,  palla in Piombo da 135grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)

 
Polvere (tipo)
Dose (grs.)
SIPE N 3,5 (min.) - 4,2 (MAX)
S-4 3,5 (min.) - 4,3 (MAX)
PRIMA 3,0 (min.) - 3,8 (MAX)
SIDNA 4,0 (min.) - 4,5 (MAX)
GM-3 3,0 (min.) - 4,0 (MAX)
TECNA 4,0 (min.) - 5,4 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - la polvere nota con la denominazione commerciale di GM-3 venne realizzata sul finire degli anni '60 del XX secolo dall'italiana SNIA - BPD. Faceva parte di una famiglia di polveri che comprendeva la GM-1, la GM-2, la GM-fine e la Gm-66. Il suffisso "GM" derivava dai nomi dei due tecnici della SNIA-BPD che la crearono. Oggi la GM-3 "originale" non esiste più. Tuttavia, grazie alla francese Nobel Sport, un'azienda controllata dal gruppo industriale SNPE (N.B. è il più importante gruppo industriale francese operante nel settore degli esplosivi), è ancora disponibile nelle armerie italiane la versione attuale della GM-3. Di fatto non ci sono grosse differenze tra la "vecchia" e la "nuova" GM-3, per cui tutti gli appassionati possono utilizzare l'attuale GM-3 con altrettanta soddisfazione!! Sotto il profilo chimico - fisico, si tratta di una singola base nitrocellulosica di tipo GRANULARE, creata per il caricamento delle munizioni per armi a canna liscia, e caratterizzata dalla presenza di un vasto quantitativo di granuli FORTEMENTE irregolari. Dal punto di vista più spiccatamente chimico, si tratta di una polvere "simile" a propellenti come WW-450, Vihtavuori N-320, Rex- Gialla o PEFL-26. Si ricorda che "simile", per le polveri, NON SIGNIFICA uguale !!

NOTE TECNICHE (2) - la polvere nota con la denominazione commerciale di SIPE era originariamente prodotta da un'azienda milanese (nata negli anni '20 del XX secolo) più nota come Società Italiana Prodotti Esplodenti, da cui l'acronimo di SIPE con cui la stessa azienda è genericamente conosciuta (N.B. molte fonti bibliografiche riportano altresì la denominazione Società Italiana Polveri ed Esplosivi). Sotto il profilo chimico - fisico, si tratta di una polvere a doppia base (= cioè composta da nitrocellulosa e nitroglicerina) di tipo LAMELLARE, creata per il caricamento di cartucce per fucile ad anima liscia di tipo spezzato. In Italia questa polvere è famosa per almeno due motivi ben precisi. PRIMO, è stata impiegata per decenni dai tecnici del Banco Nazionale di Prova delle Armi Portatili di Gardone Val Trompia (BS), per l'assemblaggio delle cartucce destinate all'esecuzione delle prove sulle armi che dovevano essere "bancate" (N.B. termine gergale con cui si indica la prova a pressione forzata che, per legge, deve essere fatta dai tecnici del Banco Nazionale di Prova !!).  SECONDO, si tratta di una polvere nota per la sua INSENSIBILITA' generalizzata al mutamento delle condizioni ambientali e, più in generale, alle condizioni ambientali disagevoli. Un altro motivo per cui la SIPE è diventata famosa, almeno nel nostro Paese, è che al pari di molti altri propellenti nati per il caricamento delle munizioni per armi a canna liscia, anche la SIPE viene impiegata da decenni per il caricamento delle munizioni per arma  CORTA assemblate a livello casalingo. Oggi la SIPE "originale" non esiste più. Tuttavia, grazie alla francese Nobel Sport, un'azienda controllata dal gruppo industriale SNPE (N.B. è il più importante gruppo industriale francese operante nel settore degli esplosivi), è ancora disponibile nelle armerie italiane la versione attuale della SIPE, nota come SIPE-N. Per la precisione la SIPE-N viene prodotta nella Repubblica Ceca dalla Explosia SA e viene poi importata in Francia dalla SNPE. Quest'ultima la distribuisce in tutta Europa attraverso la Nobel Sport. Di fatto non ci sono grosse differenze tra la "vecchia" e la "nuova" SIPE, tant'è vero che la quesi totalità delle fonti bibliografiche considera equivalenti le prestazioni e, dunque, i relativi dati di ricarica. Altre fonti bibliografiche affermano che la "nuova" SIPE sarebbe leggermente più progressiva della "vecchia" SIPE. Ad ogni modo, tutti gli appassionati possono utilizzare l'attuale SIPE-N con ottimi risultati.


Il prossimo gruppo di polveri è quello prodotto dall'americana Du-Pont. Si tratta di polveri destinate al caricamento per cartucce per  fucile ad anima liscia, che presentano alcuni profili applicativi anche in riferimento al calibro in commento con  palle più pesanti del solito


Polveri IMR (Du Pont) ad alta vivacità, palla in Piombo da 135grs., vari profili
(O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
700-X 3,0 (min.) - 3,8 (MAX)
4576 4,0 (min.) - 4,7 (MAX)
800-X 5,0 (min.) - 6,4 (MAX)
PB 3,0 (min) - 3,8 (MAX)
SR-7625 3,0 (min.) - 3,9 (MAX)


Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati di ricarica relativi alle polveri ICI di produzione Nobel Sport. Si tratta di polveri di tipo vivace, scarsamente reperibili e, per questo, non particolarmente diffuse tra i ricaricatori nostrani. Pur se non specificamente adatte allo scopo, queste polveri possono trovare applicazione anche alla ricarica con palle di peso anomalo.


Polveri ICI (Nobel), palla in Piombo da 135grs., vari profili
(O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
ICI  n°2 4,0 (min.) - 5,0 (MAX)
ICI  n°3 3,0 (min.) - 3,9 (MAX)


Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati di ricarica relativi alle polveri di produzione Vectan specifiche per la ricarica delle cartucce a pallini. A causa del peso anomalo, diversamente da prima verrà utilizzato un solo tipo di polvere in luogo di quattro tipi diversi.


Polveri Vectan, palla in Piombo da 135grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
BA-9 4,0 (min.)  - 4,7 (MAX)
      

Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati di ricarica relativi alle polveri prodotte dall'americana Accurate Arms. Si tratta, più precisamente, di un'unica polvere di tipo particolarmente vivace, idonea a sviluppare elevata precisione insieme a scarso rilevamento e basso rinculo.


Polveri Accurate Arms, palla in Piombo da 135grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
AA#2 3,0 (min.) - 4,1 (MAX)


Passiamo ora all'analisi dei dati di ricarica relativi alla JK-3, prodotta dalla svedese Bofors. Dato che i dosaggi relativi a questa polvere potenzialmente sarebbero molteplici, ci si limiterà a riportare solo uno di quelli più adatti alle ricariche specifiche per il tiro informale con palla da 135grs. di peso.


Polveri Bofors, palla in Piombo da 135grs.,  vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
JK-3 5,0 (min.) - 6,1(MAX)


Per concludere non  poteva mancare una breve disamina delle polveri prodotte dal gruppo industriale Rex - Nitrokemia, così tanto diffuse presso i tiratori italiani. Naturalmente si tratta di dosi "ribassate", specifiche per il tiro informale, nonchè adattate ad una palla da 135 grs. di peso.


Polveri Rex - Nitrokemia, palla in Piombo da 135 grs., vari profili (O.A.L. tipico 29,30 - 29,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Rex Rossa 3,0 (min.) - 3,5 (MAX)
Rex Gialla 3,0 (min.) - 4,3 (MAX)
Rex Verde 4,0 (min.) - 4,4 (MAX)



                                     


- Una rassegna di ricariche sperimentali in calibro 9x21mm pronte per essere testate in laboratorio su vari blocchi di gelatina balistica nuda o mascherata. I bossoli sono di produzione WW, mentre gli inneschi sono gli ottimi CCI#-500. Per tutte la lunghezza complessiva massima (O.A.L.) è stata fissata in 29,50mm. -


 
                          
 

- Una rassegna di ricariche sperimentali nel calibro 9x21. Da sinistra, Lapua "Mega-Shock" di seconda generazione (123grs.), CCI / SPEER "Gold - Dot" (124grs.), REMINGTON "Golden Saber" (124grs.), Hornady HP-XTP (115grs.), Hornady HP-XTP (124grs.) e Hornady blindata a punta cava di vecchio tipo (124grs.) . Tutte sono state caricate con polvere SIPE-N. Per tutte le ricariche la lunghezza complessiva massima (O.A.L.) è stata fissata in 29,50mm. -

                                                                 

- Una rassegna di alcune munizioni commerciali in calibro 9x21mm facilmente disponibili nelle armerie italiane. Contrariamente a quanto sostenuto da alcuni, tutti i principali produttori mondiali di munizioni hanno in catalogo cartucce in questo calibro. Purtroppo, non sempre la qualità è a livelli di eccellenza, per cui la ricarica casalinga delle proprie munizioni può aiutare molto se si necessita di cartucce specificamente adatte alle proprie esigenze, o se si desidera una qualità superiore alla media -


Esempio di rilevazioni cronografiche di ricariche per il 9x21mm assemblate con polvere Rex - 32  in dose di 6,0grs. +/- 0,1grs. (velocità media = 396 m/s)


1) 395 m/s
6) 393 m/s
2) 391 m/s
7) 398 m/s
3) 398 m/s
8) 389 m/s
4) 401 m/s
9) 407 m/s
5) 394 m/s
10) 394 m/s


                                                                       NOTE TECNICHE


Bossoli = GFL originali
Inneschi = CCI-500
Palla = RNBB da 95grs. di produzione Action Bullets (diametro .356" ; altezza = 11,5mm ; peso reale = 97grs.)
O.A.L. = 28,00mm
Cronografo = Prochrono Digital posto ad 1m dalla volata dell'arma
Arma = Beretta M-98G Elite 2 con canna da 5"
Temperatura ambiente = 22 °C
Crimpatura = Si, effettuata con matrice RCBS per il calibro 9x19mm


Esempio di rilevazioni cronografiche di ricariche per il 9x21mm assemblate con polvere Rex - 32  in dose di 4,6grs. +/- 0,1grs. (velocità media = 327,1 m/s)


1) 324 m/s
6) 338 m/s
2) 320 m/s
7) 332 m/s
3) 332 m/s
8) 319 m/s
4) 327 m/s
9) 328m/s
5) 324 m/s
10) ND


                                                                       NOTE TECNICHE


Bossoli = GFL originali
Inneschi = CCI-500
Palla = LTC da 123grs. di produzione IGF (diametro .356" ; altezza = 14mm)
O.A.L. = 28,00mm
Cronografo = Prochrono Digital posto ad 1m dalla volata dell'arma
Arma = Beretta M-98G Elite 2 con canna da 5"
Temperatura ambiente = 22 °C
Crimpatura = Si, effettuata con matrice RCBS per il calibro 9x19mm


Esempio di rilevazioni cronografiche di ricariche per il 9x21mm assemblate con polvere Rex - 32 in dose di 5,0grs. +/- 0,1grs. (velocità media = 353,9 m/s)


1) 360 m/s
6) 355 m/s
2) 355 m/s
7) 350 m/s
3) 354 m/s
8) 349 m/s
4) 354 m/s
9) 358 m/s
5) 350 m/s
10) ND


                                                                       NOTE TECNICHE


Bossoli = GFL originali
Inneschi = CCI-500
Palla = LTC da 123grs. di produzione IGF (diametro .356" ; altezza = 14mm)
O.A.L. = 28,00mm
Cronografo = Prochrono Digital posto ad 1m dalla volata dell'arma
Arma = Beretta M-98G Elite 2 con canna da 5"
Temperatura ambiente = 22 °C
Crimpatura = Si, effettuata con matrice RCBS per il calibro 9x19mm


Esempio di rilevazioni cronografiche di ricariche per il 9x21mm  assemblate con polvere B&P MBx36 in dose di 6,5grs. +/- 0,1grs. (velocità media = 370,4 m/s)


1)  370 m/s
6) 375 m/s
2)  375 m/s
7) 380 m/s
3)  367 m/s
8) 372 m/s
4)  363 m/s
9) 376 m/s
5)  362 m/s
10)  364 m/s


                                                                       NOTE TECNICHE


Bossoli = GFL originali
Inneschi = GFL small pistol
Palla = LTC da 123grs. di produzione IGF  (diametro .356" ; altezza = 14mm)
O.A.L. = 28,00mm
Cronografo = Prochrono Digital posto ad 1m dalla volata dell'arma
Arma = Beretta M-98G Elite 2 con canna da 5"
Temperatura ambiente = 22 °C
Crimpatura = Si, effettuata con matrice RCBS per il calibro 9x19mm


Esempio di rilevazioni cronografiche di ricariche per il 9x21mm assemblate con polvere GM-3  in dose di 4,2grs. +/- 0,1grs. (velocità media = 331,6 m/s)


1) 333 m/s
6) 337 m/s
2) 329 m/s
7) 337 m/s
3) 329 m/s
8) 332 m/s
4) 331 m/s
9) 326 m/s
5) 329 m/s
10) 333 m/s


                                                                       NOTE TECNICHE


Bossoli = GFL originali
Inneschi = GFL small pistol
Palla = LTC da 123grs. di produzione IGF  (diametro .356" ; altezza = 14mm)
O.A.L. = 28,00mm
Cronografo = Prochrono Digital posto ad 1m dalla volata dell'arma
Arma = Beretta M-98G Elite 2 con canna da 5"
Temperatura ambiente = 22 °C
Crimpatura = Si, effettuata con matrice RCBS per il calibro 9x19mm


Esempio di rilevazioni cronografiche di ricariche per il 9x21mm assemblate con polvere GM-3  in dose di 4,2grs. +/- 0,1grs. (velocità media = 335,2 m/s)


1) 339 m/s
6) 333 m/s
2) 338 m/s
7) 335 m/s
3) 334 m/s
8) 334 m/s
4) 334 m/s
9) 335 m/s
5) 335 m/s
10) 335 m/s


                                                                       NOTE TECNICHE


Bossoli = GFL originali
Inneschi = GFL small pistol
Palla = LTC da 123grs. di produzione IGF  (diametro .356" ; altezza = 14mm)
O.A.L. = 28,00mm
Cronografo = Prochrono Digital posto ad 1m dalla volata dell'arma
Arma = Tanfoglio P21L con canna da 5"
Temperatura ambiente = 22 °C
Crimpatura = Si, effettuata con matrice RCBS per il calibro 9x19mm



Esempio di rilevazioni cronografiche di ricariche per il 9x21mm assemblate con polvere 3N38  in dose di 9,0grs. +/- 0,2grs. (velocità media =  409 m/s)


1) 413 m/s
8) 415 m/s
2) 401 m/s
9) 401 m/s
3) 407 m/s
10) 406 m/s
4) 413 m/s
11) 412 m/s
5) 410 m/s
12) 410 m/s
6) 413 m/s
13) 406 m/s
7) 404 m/s
14) 413 m/s


                                                                       NOTE TECNICHE


Bossoli = GFL originali
Inneschi = GFL small pistol
Palla = LTC da 123grs. di produzione IGF  (diametro .356" ; altezza = 14mm)
O.A.L. = 28,00mm
Cronografo = Prochrono Digital posto ad 1m dalla volata dell'arma
Arma = Beretta 98 G Elite2 con canna da 5"
Temperatura ambiente = 20 °C
Crimpatura = Si, effettuata con matrice RCBS per il calibro 9x19mm
NOTE= Si ringrazia l'Ing. Carmine Tepedino per la gentile collaborazione prestata



Sezione 5 - Questioni tecniche sul calibro 9x21mm: brevi note sulle applicazioni pratiche delle polveri a lenta combustione    



Una della qualità più ignorate e meno studiate del calibro in commento, è rappresentata dalla sua capacità di sfruttare proficuamente le potenzialità delle polveri a lenta combustione per arma corta attualmente disponibili sul mercato. Similmente a quello che avviene per calibri come il .38SA, il 9mmTSW (rectius, 9x21,5mm), il 9x23mm, il 9x25 Dillon od il recentissimo .357SIG, anche il 9x21 può SFRUTTARE egregiamente le potenzialità balistiche  delle più affermate (ma poco conosciute) polveri a lenta combustione.



                       


- Una superlativa Tanfoglio modello "Limited" nella variante "921 HC-Custom". Costruita completamente  in acciaio inossidabile e dotata di uno scatto in sola Singola Azione (N.B. con possibilità di regolazione fine del collasso di retroscatto e della precorsa), quest'arma viene realizzata con estrema cura dai tecnici specializzati del Tanfoglio "Custom Shop". Il caricatore in acciaio (V. foto a Sx) è completamente cromato ed è dotato di un fondello in Alluminio anodizzato tenuto in posizione non solo dal dente della piastrina di blocco, ma anche da una apposita vite di ritegno (N.B. una finezza artigianale oggi ormai rara !!). Il frontalino ed il dorsalino dell'impugnatura sono completamente zigrinati. Il cane è alleggerito e serve per ridurre i tempi di percussione. Le  mire sono installate manualmente con estrema cura su intagli a coda di rondine. In particolare, la tacca di mira è una LPA completamente regolabile in alzo e in deriva. Di estremo interesse è la canna a rigatura semipoligonale di tipo pesante (V. foto a Dx). Questa canna ha un profilo tronco-conico che facilita il riallineamento in sede di chiusura, colpo dopo colpo, contribuendo così a massimizzare la precisione. Il fatto che sia di tipo pesante (heavy barrel) contribuisce altresì a ridurre l'impennamento al momento dello sparo -


Uno degli esempi più noti in tal senso è forse  quello rappresentato  dalla Vihtavuori N-105. Trattasi di una polvere monobasica a struttura cilindrica del tipo a lenta combustione, talvolta impiegata in cartucce di tipo Magnum con palle MOLTO leggere (V. voce a se), ma che può anche essere proficuamente utilizzata per la ricarica di cartucce per armi semiautomatiche. Dal punto di vista dell'indice di combustione si tratta di una polvere molto affine (N.B. "affine" NON significa "uguale", per cui le polveri NON possono essere sostituite !!) alla propellenti come WW-571, Hodgdon HS-7 , Alliant "Blue-dot" e, tanto per dare un esempio delle sue prestazioni, essa può lanciare una palla da 115grs. a velocità comprese tra 420 e 450 m/s (N.B. la stessa polvere lancia la stessa palla a circa 475 m/s nel calibro .357SIG), in tutta sicurezza, e SENZA alcun rischio per l'incolumità (strutturale) dell'arma e (personale) del tiratore !!


Peso
Tipo
Dose
O.A.L.
123 - 125
FMJ-RN
7,4 (min.) a 8,4 (MAX)
29,50
130 - 135
FMJ-RN
7,2 (min.) a 8,2 (MAX)
29,50
145 - 147