CALIBRO .458 WINCHESTER MAGNUM


La cartuccia calibro .458 Winchester Magnum venne realizzata dalla Winchester nel 1956 come munizione adatta per la caccia ai più grossi e pericolosi animali esistenti al mondo. Dalla sua introduzione sul mercato ad oggi, questa cartuccia ha avuto una certa diffusione in Africa, sia presso i professional hunter, sia presso coloro i quali hanno la fortuna di potersi permettere un costoso safari. Il .458 Winchester Magnum ha poi avuto una discreta diffusione anche negli USA, presso tutte quelle persone che si dedicano alla caccia ad animali molto pericolosi come l'orso bruno e alce, o che lavorano come guide o guarda parchi in luoghi come selvaggi l'Alaska. Per il nostro Paese, e per l'Europa in genere, il calibro in commento è TOTALMENTE fuori luogo, tuttavia ci sono dei cacciatori che lo usano per replicare le prestazioni del .45 - 70 Government tramite un'attenta operazione di ricarica delle proprie munizioni. In altre parole, alcuni cacciatori europei (pochi per la verità) acquistano un'arma camerata per questo poderoso calibro ma ricaricano le proprie munizioni impiegando palle molto più leggere rispetto a quelli che sono i pesi di palla solitamente disponibili con  le munizioni commerciali (cioè 500grs.). Usando palle da 300 - 350grs. di peso (N.B. 19,4 - 22,4 GRAMMI), alcuni cacciatori europei realizzano munizioni ad hoc per dare la caccia al cinghiale e, in alcuni casi, anche all'alce (europeo). Dunque il .458 Winchester Magnum è una cartuccia flessibile nelle mani di un ricaricatore ESPERTO, ma NON è comunque una cartuccia per tutti, dal momento che con il caricamento originale (palla FMJ-RN da 500grs. spinta a circa 650 m/s) il suo rinculo è veramente difficile da sopportare ANCHE per i cacciatori più esperti!! Così come accade per tutte le munizioni da caccia grossa, anche per poter impiegare efficientemente il .458 Winchester Magnum serve un lungo e costante allenamento. E' poi necessario impiegare "...l'arma giusta..." (cioè un fucile con il peso corretto) con "...la tecnica giusta..." (cioè bisogna assumere la corretta posizione di tiro e sapere premere il grilletto nel modo più corretto possibile). Quelli che seguono sono i principali dati dimensionali del .458 Winchester Magnum :


- Diametro massimo del proiettile = 11,66mm (.459")
- Lunghezza massima della cartuccia assemblata (O.A.L.) = 84,84mm
- Lunghezza massima del bossolo  = 63,50mm, ma in sede di ricarica casalinga i bossoli vengono tagliati e rifilati a 63,30mm esatti
- Diametro del colletto = 12,22mm
- Diametro alla base della spalla = il .458 Winchester Magnum NON ha una spalla nel senso proprio del termine, dal momento che impiega un bossolo di tipo pressochè lineare (straight-wall case) con una LIEVE rastrematura
- Diametro alla base del corpo = 13,03mm
- Diametro del fondello = 13,51mm
- Pressione di esercizio (media massimale) =   4300bar (430MPa)
- Tipologia degli inneschi = Large Rifle Magnum
- Passo di rigatura (commerciale) tipico = 1 giro in 14" per canne da 635mm (25") con palle da 300 a 500 grs.  di peso
- Crimpatura = Si, è essenziale per assicurare una corretta combustione della polvere. Solitamente, le munizioni in questo calibro hanno una crimpatura a 4 pieghe, oppure un'orlatura con una piega di circa 0,2mm (all'interno) rispetto all'asse del bossolo
- Compressione = come accade in tutte le cartucce da caccia grossa, anche in questa la polvere è più o meno leggermente compressa allo scopo di togliere lo spazio vuoto tra la colonna di polvere e la base della palla, onde facilitare la combustione della (grossa) massa di polvere
 

                                                                            ATTENZIONE !!

PER FAVORE PULITE SEMPRE LA CANNA CON PRODOTTI SPECIFICI COME IL MILFOAM (consultate il sito www.milfoam.fi per ulteriori informazioni) OD IL GUNSLICK (consultate il sito www.gunslick.com per ulteriori informazioni) . SI TRATTA DI OTTIMI PRODOTTI CHE ELIMINANO I DEPOSITI PARASSITI DI RAME IN PROFONDITA' E FACILITANO LE OPERAZIONI DI PULIZIA !!


Va ricordato che il .458 Winchester Magnum è una munizione molto importante non solo sotto il profilo pratico, ma anche sotto quello storico, dal momento che da essa sono derivate altre cartucce importantissime come il .264, il .300 ed il .338 Winchester Magnum (V. voce a se, per ognuna, in questo stesso sito). Sotto il profilo pratico, la ricarica del .458 Winchester Magnum  NON presenta particolari difficoltà. Gli unici punti di rilievo che il ricaricatore DEVE sempre tenere BENE a mente sono i seguenti :

- tutti i bossoli DEVONO avere la STESSA lunghezza, per cui è necessario misurarli con un calibro a corsoio ventensimale e pareggiarli con un tornietto PRIMA di iniziare le operazioni di ricarica personalizzata delle vostre munizioni (N.B. questo è importante perchè le cartucce devono essere adeguatamente crimpate per ottimizzare la combustione, cosa che non sarebbe possibile fare in maniera precisa se i bossoli avessero lunghezze NON costanti !!)
- il volume interno dei bossoli potrebbe variare anche di MOLTO tra produttore e produttore, ed è preferibile introdurre la polvere usando un tubo di prolunga (dropping tube) unito al classico imbuto da ricarica, invece del singolo imbuto puro e semplice, allo scopo di fare assestare la polvere in maniera adeguata

Ciò premesso, i bossoli sono reperibili con relativa facilità in tutte le migliori armerie nazionali, ed eventualmente è possibile reimpiegare con profitto i bossoli di risulta (spent cases) provenienti dai caricamenti commerciali (commercial loadings). Gli inneschi sono i canonici Large Rifle Magnum. Per quanto riguarda le palle, stante il fatto che si tratta di una cartuccia destinata ESCLUSIVAMENTE ad impieghi venatori,  è possibile scegliere tra le migliori palle semibilindate a punta molle presenti sul mercato. La gamma dei pesi di palla disponibili va da 300 a 500grs. (N.B. cioè da 19,4 a 23 GRAMMI), anche se le palle da 500grs. sono di gran lunga le più diffuse. Subito dopo, nelle preferenze dei tiratori / ricaricatori, vengono quelle da 400 grs. di peso (N.B. cioè da 25,8 GRAMMI). Ad onore del vero, va detto che secondo alcuni esperti, il .458 Winchester Magnum, così come lo conosciamo noi oggi, non sarebbe altro che "...il risultato di un errore di progettazione..." !! In altre parole, secondo questi esperti, il .458 Winchester Magnum sarebbe nato attorno ad una palla da 400grs. di peso (25,6 GRAMMI), cosa che lo avrebbe reso molto più efficiente e letale rispetto ad oggi, ma per motivi del tutto mai chiariti la cartuccia venne poi commercializzata con la MENO efficiente la palla da 500grs. (32 GRAMMI). La prova di tutto ciò, secondo questi esperti, si ravviserebbe nei seguenti fattori :

- la curva  pressoria del tutto anomala, che porterebbe la palla quasi ad arrestarsi dentro alla canna prima di fuoriuscirne
- le velocità troppo basse, che sarebbero invece molto più alte con la palla da 400grs.
- la scarsa letalità (rapportata all'impiego !!), che sarebbe stata molto più alta con la palla da 400grs.
- la comparsa del .458 Lott (V. voce a se), il quale sarebbe stato creato proprio per rimediare ai difetti del .458 Winchester Magnum
- la comparsa di caricamenti commerciali basati su palle semiblindate da 400grs. a partire dalla fine del XX secolo

Quale che sia la verità, il .458 Winchester Magnum CONTINUA ad essere commercializzato (e ricaricato a livello casalingo) con la palle da 500grs. (N.B. o addirittura da 510grs. in alcuni casi !!), anche se NON va sottaciuto il fatto che sono sempre di più i fabbricanti che commercializzano munizioni con palle da 400grs. di tipo SP-RN . Venendo ora ai propellenti, il .458 Winchester Magnum da il meglio di se con polveri che hanno un indice di combustione affine a quello della N-135 o della WW-748. Quelle che seguono sono alcune combinazioni utili per la ricarica personalizzata del calibro in commento.


palla da 300grs. semiblindata a punta cava, varie morfologie (O.A.L.  tipico 84,50 mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
IMR-4198     
58,0 (min.) - 63,0 (MAX)
IMR-3031      
66,0 (min.) - 72,0 (MAX)
IMR-4895   
64,8 (min.) - 75,4 (MAX)
IMR-4064   
67,7 (min.) - 76,0 (MAX)
IMR-4320   
68,1 (min.) - 77,9 (MAX)
N-120  
64,0 (min.) - 70,0 (MAX)
N-130            
72,0 (min.) - 78,0 (MAX)
N-135
73,5 (min.) - 79,5 (MAX)


palla da 350grs. semiblindata a punta cava o a punta molle (con o senza profilo rotondo), varie morfologie (O.A.L.  tipico 84,50 mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
IMR-3031      
68,0 (min.) - 75,0 (MAX)
IMR-4895       
72,0 (min.) - 79,0 (MAX)
IMR-4064      
70,0 (min.) - 77,0 (MAX)
IMR-4320     
73,0 (min.) - 81,0 (MAX)
H-335              
79,0 (min.) - 82,0 (MAX)
BL-C2             
76,0 (min.) - 81,0 (MAX)
N-120
61,0 (min.) - 67,0 (MAX)
N-130
69,0 (min.) - 73,5 (MAX)
N-135   
71,5 (min.) - 77,5 (MAX)
N-140  
76,0 (min.) - 80,5 (MAX)


palla da 400 - 405grs. semiblindata a punta molle con profilo rotondo, varie morfologie (O.A.L.  tipico 84,50 mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
IMR-3031      
66,0 (min.) - 73,0 (MAX)
IMR-4895       
70,0 (min.) - 77,0 (MAX)
IMR-4064      
68,0 (min.) - 75,0 (MAX)
IMR-4320     
71,0 (min.) - 79,0 (MAX)
H-335              
77,0 (min.) - 80,0 (MAX)
BL-C2             
74,0 (min.) - 79,0 (MAX)
N-135   
69,5 (min.) - 76,5 (MAX)
N-140  
74,0 (min.) - 78,5 (MAX)
WW-478
74,0 (min.) - 79,0 (MAX)


palla da 450grs. semiblindata a punta molle con profilo rotondo, varie morfologie (O.A.L.  tipico 84,80mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
IMR-3031      
64,0 (min.) - 71,0 (MAX)
IMR-4895       
68,0 (min.) - 75,0 (MAX)
IMR-4064      
66,0 (min.) - 73,0 (MAX)
IMR-4320     
69,0 (min.) - 77,0 (MAX)
H-335              
75,0 (min.) - 78,0 (MAX)
BL-C2             
72,0 (min.) - 77,0 (MAX)
N-135   
67,5 (min.) - 74,5 (MAX)
N-140  
72,0 (min.) - 76,5 (MAX)
WW-748
72,0 (min.) - 77,0 (MAX)


palla da 500grs. semiblindata a punta molle con profilo rotondo, varie morfologie (O.A.L.  tipico 84,80 mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
IMR-3031      
62,0 (min.) - 69,0 (MAX)
IMR-4895       
66,0 (min.) - 73,0 (MAX)
IMR-4064      
64,0 (min.)- 71,0 (MAX)
IMR-4320     
67,0 (min.) - 75,0 (MAX)
H-335              
73,0 (min.)- 76,0 (MAX)
BL-C2             
70,0 (min.) - 75,0 (MAX)
N-135   
65,5 (min.) - 72,5 (MAX)
N-140  
70,0 (min.) - 74,5 (MAX)
WW-748
70,0 (min.) - 75,0 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - alcune fonti bibliografiche indicano una dose di Norma-201 compresa tra  66,0 e 69,0grs.  impiegando una palla da 500 grs. di peso. Se avete dei dubbi consultate sempre più fonti bibliografiche possibili e, in ogni caso, iniziate a ricaricare partendo da una dose ridotta del 10% rispetto alla dose indicata come minima. In ogni caso, rivolgetevi sempre al vostro armiere di fiducia prima di procedere oltre e ponete SEMPRE la massima attenzione alla comparsa di eventuali segni di sovrapressione.

NOTE TECNICHE (2) - alcune fonti bibliografiche indicano una dose di Norma-202 compresa tra  68,0 e 72,0grs.  impiegando una palla da 500 grs. di peso. Se avete dei dubbi consultate sempre più fonti bibliografiche possibili e, in ogni caso, iniziate a ricaricare partendo da una dose ridotta del 10% rispetto alla dose indicata come minima. In ogni caso, rivolgetevi sempre al vostro armiere di fiducia prima di procedere oltre e ponete SEMPRE la massima attenzione alla comparsa di eventuali segni di sovrapressione.


                                                                                      ATTENZIONE !!

NON EFFETTUATE MAI, PER NESSUNA RAGIONE, RICARICHE CON DOSI DI POLVERE DRASTICAMENTE INFERIORI A QUANTO ELENCATO IN QUESTE TABELLE, O POTREBBERO INSORGERE PROBLEMI DI COMBUSTIONE ANOMALA ESTREMAMENTE PERICOLOSI PER ARMA E TIRATORE !!


Così come avviene per la ricarica di TUTTE le munizioni da caccia, anche per il .458 Winchester Magnum vanno rispettati i seguenti principi fondamentali :


- usare SOLO bossoli di buona qualità di cui conoscete la provenienza
- usare SOLO propellenti di buona qualità di cui conoscete le dosi in relazione al tipo di palla che volete impiegare
- usare SOLO palle per impiego venatorio di comprovata qualità
- usare SOLO matrici del calibro adatto e (possibilmente) della qualità più ELEVATA possibile


Particolare CURA va esercitata in riferimento al bossolo (N.B. che come avviene per TUTTE le cartucce è il "cuore" della ricarica !!), dal momento che sarà necessario :


- accertarsi di avere una sede dell'innesco perfettamente ortogonale (intervenendo, se necessario, con l'apposita fresa manuale)
- pulire la sede dell'innesco ad ogni ricarica con l'apposito utensile
- elminare le eventuali imperfezioni presenti dentro il foro di vampa con l'apposito utensile (N.B. una SOLA volta in tutta la vita operativa del bossolo !!)
- impiegare COMUNEMENTE matrici di ricalibratura TOTALE onde massimizzare la facilità di alimentazione della cartuccia e di estrazione del bossolo di risulta


Va segnalato che il calibro in commento è normalmente camerato per armi a ripetizione ordinaria (bolt-action rifles) è, più raramente, per doppiette a canna rigata (c.d. express rifles). Tuttavia, essendo il .458 Winchester Magnum un calibro da caccia grossa, cioè una calibro capace di generare un rinculo MOLTO intenso, per EVITARE pericolosi inceppamenti (dovuti alle palle che fuoriescono dai bossoli in seguito all'azione del rinculo !!) è buona regola quella di effettuare SEMPRE una decisa crimpatura!! Con riferimento specifico ai fucili a ripetizione ordinaria, l'unico problema che il cacciatore / ricaricatore potrebbe incontrare con il .458 Winchester Magnum , è quello di ottimizzare la lunghezza COMPLESSIVA della propria cartuccia in riferimento alla propria arma. Il principio da seguire è quello di realizzare cartucce che abbiano una lunghezza totale PROSSIMA a quella della larghezza del serbatoio della propria arma. Per ulteriori chiarimenti su questo aspetto si rimanda il lettore all'apposita pagina presente in questo sito, relativa all'ottimizzazione della ricarica per le munizioni per arma lunga.



                                                                                      ATTENZIONE !!

NONOSTANTE LA PUBBLICITA' FATTA DA MOLTI IDIOTI, SI PREGA DI NON ASSEMBLARE PER NESSUNA RAGIONE CARICAMENTI IN DOSI DRASTICAMENTE SUPERIORI A QUANTO RIPORTATO IN QUESTA SEDE. SI TRATTA DI UNA PRATICA ESTREMAMENTE PERICOLOSA CHE POTREBBE GENERARE SOVRAPRESSIONI DEVASTANTI PER ARMA E TIRATORE !!


Ad ogni modo, chiunque ha la necessità di crimpare le proprie munizioni (N.B. si tratta di un problema che riguarda tutti coloro i quali impiegano cartucce da caccia grossa !!) può risolvere il problema tramite l'ausilio di specifiche matrici come la Matrice per la Crimpatura Industriale (factory crimp die) prodotta dall'americana LEE (N.B. in questo caso si tratta di un prodotto "fuoriserie" che deve essere esplicitamente richiesto alla casa produttrice e richiede l'esborso di un prezzo maggiorato rispetto al normale !!). A questo proposito va ricordato che la quasi totalità delle munizioni commerciali destinate ad impieghi venatori presentano una palla trattenuta in sede da una decisa crimpatura. Il motivo va ricercato nel fatto che non potendo i produttori di munizioni realizzare cartucce ottimizzate per ogni singola arma, preferiscono realizzare cartucce di qualche decimo di mm più corte del normale sulle quale applicare delle decise crimpature. In questo modo i produttori di munizioni ottengono due importantissimi risultati:


- sono certi che le loro cartucce verranno camerate in QUALSIASI arma (N.B. perchè essendo più corte del normale le cartucce entreranno ovunque !!)
- sono certi di avere una combustione uniforme in QUALSIASI arma (N.B. perchè avendo la crimpatura la pressione crescerà in maniera UNIFORME prima che la palla lasci il bossolo !!)


Sono queste le ragioni per cui solitamente (al poligono o sui manuali di ricarica) si dice che "...le cartucce da caccia sono più corte di quelle da tiro...". Il motivo è che mentre per le cartucce da caccia la pressione cresce uniformemente a causa della presenza della crimpatura, in quelle da tiro lo stesso risultato si otterrà facendo avvicinare il più possibile la palla all'inizio di rigatura. E' chiaro che si tratta di considerazioni generali, poichè nella realtà ogni arma fa storia  se, ed è qundi necessaria uan valutazione specifica varibile da caso a caso. Conclusivamente, se tutte (o quasi) le munizioni commerciali per impieghi venatori adottano crimpature più o meno decise, a maggior ragione chi impiega una cartuccia ad alta intensità come il .458 Winchester Magnum, dovrà effettuare una netta crimpatura delle proprie munizioni prima di "...impiegarle sul campo..." !!


                                                                                       ATTENZIONE !!

TUTTE LE VOLTE CHE VENGONO IMPIEGATE LE MATRICI PER LA CRIMPAURA DEL BOSSOLO, E' CONSIGLIABILE NON ESAGERARE MAI CON IL LIVELLO DI CRIMPATURA APPLICATO (CIOE' CON LA FORZA APPLICATA ALLA LEVA DELLA PRESSA)!!



In linea di massima, con canne di lunghezza ordinaria (630 - 635mm) le velocità oscillano tra i 790 - 795m/s (con le palle più leggere) ed i 635 - 640 m/s (con le palle più pesanti).



Sezione 1 - Questioni tecniche sul calibro .458 Winchester Magnum : ricariche depotenziate per il tiro di divertimento (allenamento) con palle in lega ternaria


Per chi è in possesso di un'arma camerata per il .458 Winchester Magnum e NON vuole dedicarsi alla caccia ma SOLO al mero tiro di divertimento, oppure per chi si dedica alla caccia ma vuole allenarsi SENZA sprecare inutilmente le proprie munizioni, potrebbe essere utile effettuare dei tiri con ricariche specialistiche assemblate impiegando palle in lega ternaria. Un buon punto di partenza è costituito dalle palle da 292grs. fuse tramite i blocchetti fondipalle di produzione Lyman. Per ulteriori informaizoni, rivolgetevi al vostro armiere di fiducia o consultate il catalogo ufficiale Lyman .


ricarica di potenza ridotta con palla in lega ternaria da 292grs. ottenuta per fusione domestica tramite stampo Lyman n°457191 (O.A.L. tipico 76,05 - 76,10mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Unique               
19,0 (min.) - 23,0 (MAX)
N-120
42,5 (min.) - 48,5 (MAX)
IMR-4227       
44,5 (min.) - 50,5 (MAX)
IMR-4198     
54,0 (min.) - 58,0 (MAX)
IMR-3031      
60,0 (min.) - 69,0 (MAX)
IMR-4064      
64,0 (min.) - 72,0 (MAX)


ricarica di potenza ridotta con palla in lega ternaria da 385grs. ottenuta per fusione domestica tramite stampo Lyman n°457124 (O.A.L. tipico 76,50mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
Unique       
18,0 (min.) - 22,0 (MAX)
N-120
42,0 (min.) - 48,0 (MAX)
IMR-4227   
44,0 (min.) - 50,0 (MAX)
IMR-4198   
53,0 (min.) - 57,0 (MAX)
IMR-3031    
59,0 (min.) - 68,0 (MAX)
IMR-4064      
62,0 (min.) - 70,0 (MAX)


ricarica di potenza ridotta con palla in lega ternaria da 475grs. ottenuta per fusione domestica tramite stampo Lyman n°457671 (O.A.L. tipico 79,90mm)


Polvere (tipo)
Dose (grs.)
N-120
28,0 (min.) - 33,0 (MAX)
IMR-4227  
29,0 (min.) - 35,0 (MAX)
IMR-4198  
37,5 (min.) - 41,5 (MAX)




Sezione 2 - Questioni tecniche sul calibro .458 Winchester Magnum : come organizzare al meglio la vostra battuta di caccia grossa e scegliere la vostra arma in maniera adeguata


Se volete organizzare un safari od una battuta di caccia grossa dovete sempre scegliere un adeguato binomio arma-munizione. Dal momento che le prede che dovrete cacciare hanno grosse dimensioni e sono molto pericolose, sarà necessario scegliere un'arma capace di impiegare validamente una cartuccia di potenza adeguata. Per certi aspetti, forse per certa selvaggina non c'è mai una cartuccia che risulti "...troppo grossa..." per lo scopo specifico, motivo per cui si cerca sempre di acquistare la cartuccia più potente che le proprie finanze consentono di acquistare. Purtroppo però, la dimensione della singola cartuccia genera spesso un senso di falsa sicurezza nel suo acquirente finale. il denaro può permettervi di acquistare armi costose capace di impiegare cartucce altrettanto costose, ma quelo che il denaro non potrà mai consntirvi di acquistare è l'affidabilità di un'arma. Pochi riescono a capire che impiegare un'arma di grosso calibro significa scendere a patti con tutta una serie di problemi, essenzialmente generati dal rinculo, che possono generare guai molto seri in una battuta di caccia grossa!! In manier alquanto sintetica, possiamo dire che a partire dal .375 Holland & Holland Magnum, si cominciano a manifestare tutta una serie problemi pratici che normalmente non sono presenti con le cartucce capaci di generare inferiori livelli di potenza (rectius, di energia cinetica alla bocca). In primo luogo il rinculo tende a generare una paura intrinseca nel tiratore che lo porta a sbagliare maldestramente anche a breve distanza. In secondo luogo, l'arma risulta sottoposta ad una usura del tutto fuori dalla norma, il che determina il manifestarsi di fenomeni del tutto peculiari ed estremamente pericolosi per la vita del tiratore / cacciatore. Eccone alcuni tra i più significativi (N.B. tutti gli esempi che segunono sono "episodi di vita vissuta" che hanno avuto come protagonisti alcuni dei nostri collaboratori esterni i quali stavano impiegando armi di pregio assoluto realizzate da costruttori di fama mondiale !!)  :


- durante una battuta di caccia al leone, usando un fucile calibro .458 Winchester Magnum di marca X, il disinserimento della sicura causa improvvisamente ed inaspettatamente la partenza di un colpo che va completamente fuori bersaglio. Per fortuna il leone è fuggito a rotta di collo decidendo di non attaccare il cacciatore
- durante una battuta di caccia al bufalo, usando un fucile calibro .416 Rigby di marca X, in seguito alla partenza del primo colpo il sebatoio si apre all'improvviso facendo cadere a terra tutto il suo contenuto. Il  bufalo per fortuna non era antiproiettile, ed il cacciatore non ha avuto conseguenze
- durante una battuta di caccia all'ippopotamo, un prestigioso express in .470 N.E. di marca X perde la sua tacca di mira brillantemente fissata dal costruttore dopo avere sparato il primo colpo. Il cacciatore non può doppiare il primo colpo ma viene salvato dal PH che lo stava accompagnando
- durante una battuta di caccia al bufalo, un prestigioso express in .500 N.E. di marca X subisce il distacco di ambo le canne dalla bascula dopo avere sparato i primi due colpi . Il bufalo era ancora in piedi ed il cacciatore non poteva in alcun modo ricaricare, ma viene salvato dall'intervento del PH che lo stava accompagnando
- durante una battuta di caccia all'elefante, un prestigioso express in .470 N.E. di marca X non riesce ad espellere i bossoli dopo che il cacciatore aveva aperto l'arma per ricaricarla. Il cacciatore non poteva ricaricare ma viene salvato dal PH che lo stava accompagnando
- durante una battuta di caccia al bufalo, un fucile in calibro .375 H&H Magnum di marca X subisce il distacco dell'estrattore dopo avere sparato il primo colpo. Il cacciatore tenta di ricaricare per doppiare il primo colpo ma l'arma risulta inesorabilmente inceppata. Fortunatamente il sangue freddo dal PH che lo stava accompagnando riuscirà a salvargli la vita
- durante una battuta di caccia al bufalo, usando un fucile calibro .416 Weatherby Magnum, in seguito alla partenza del primo colpo il sebatoio si apre all'improvviso facendo cadere a terra tutto il suo contenuto. Il  bufalo per fortuna non era antiproiettile, ed il cacciatore non ha avuto conseguenze
- durante una battuta di caccia all'elefante, usando un fucile calibro .460 Weatherby Magnum, in seguito alla partenza del primo colpo il sebatoio si apre all'improvviso facendo cadere a terra tutto il suo contenuto. Il  bufalo per fortuna non era antiproiettile, ed il cacciatore non ha avuto conseguenze
- durante una battuta di caccia al bufalo, un prestigioso express in .475 N.E. di marca X subisce il distacco di ambo le canne dalla bascula dopo avere sparato i primi due colpi . Il bufalo era ancora in piedi ed il cacciatore non poteva in alcun modo ricaricare, ma viene salvato dall'intervento del PH che lo stava accompagnando
- durante una battuta di caccia al bufalo, un prestigioso express in .475 n°2 N.E. di marca X subisce il distacco di una canna dalla bascula dopo avere sparato i primi due colpi . Il bufalo era ancora in piedi ed il cacciatore non poteva in alcun modo ricaricare, ma viene salvato dall'intervento del PH che lo stava accompagnando


Tutto questo dimostra che non esiste nessuna arma o nessuna organizzazione meccanica assolutamente priva di difetti. Prima di tutto non è vero che gli esxpress sono migliori delle carabine o viceversa, dato che entrambi possono andare incontro a rotture, inceppamenti o altri problemi. Limitando il discorso alle carabine, non è poi vero che una determinata azione, fatta da un certo costruttore, è superiore ad un'altra. Piuttosto andrebbe detto che con certe armi, certi problemi sono sempre in agguato. Questo elenco non è esaustivo. Naturalmente tutto questo non sta a significare che questo è quel calibro è meglio o peggio di un altro calibro, piuttosto si vuole sottolineare come le armi da caccia grossa possano avere particolare difetti o siano inclini ad andare incontro a incidenti le cui conseguenze possono essere molto pericolose. Per cercare di LIMITARE il più possibile queste conseguenze,  è importante tenere  bene a mente le seguenti regole  :


1) ispezionate SEMPRE la vostra arma nella sua interezza = dopo avere acquistato l'arma e dopo OGNI sessione di tiro dovete sempre ispezionare la vostra arma per verificare che non vi siano rotture, crepe o difetti di alcun genere

2) scegliete SEMPRE le vostre munizioni con cura maniacale  = dovete sempre scegliere munizioni di ottima qualità poichè da esse dipende la vostra vita. Di solito la gamma di munizioni commerciali oggi disponibili è ampiamente sufficiente a soddisfare le esigenze di ogni cacciatore. Se decidete di ricaricare, dovete farlo in modo da scegliere il miglior compromesso possibile tra velocità, peso di palla e precisione. Dovete poi agire con con la massima attenzione onde EVITARE le cariche ECCESSIVAMENTE compresse (N.B. nelle cartucce da caccia grossa è normale che ci sia un certo livello di compressione della polvere, ma questa non deve mai essere esagerata !!), che in ambienti come quello africano od asiatico provocherebbero facilmente delle sovrapressioni a causa delle ALTE temperature ivi presenti .

3) effettuate le vostre sessioni di tiro usando SEMPRE un'arma COMPLETAMENTE carica = se usate una classica carabina da caccia grossa, effettuate le vostre sessioni di tiro con il serbatoio sempre pieno!! Questo vi consentirà di capire se l'arma funziona adeguatamente, dal momento che molte armi del genere (anche di lusso) funzionano se si inserisce una sola cartuccia nel serbatoio ma si inceppano (oppure lasciano aprire il serbatoio) se il serbatoio viene riempito completamente!! Lo stesso discorso vale anche se avete un express, a prescindere da chi lo ha costruito. Molti express tendono a generare una doppia caduta dei cani o un blocco degli estrattori dopo avere sparato, per cui state molto attenti a difetti del genere prima di partire per la vostra battuta di caccia grossa

4) iniziate SEMPRE ad allenarvi con il necessario anticipo = non iniziate mai ad allenarvi qualche giorno prima di partire, ma agite sempre con anticipo sufficiente!! Per prima cosa dovete azzerare l'arma o, in caso di armi con mire fisse, dovete sapere esattamente dove l'arma spara alle varie distanze alle quali la dovrete impiegare. A caccia i problemi derivano quasi sempre dal fatto che il cacciatore NON ha confidenza con la propria arma e NON è capace di sparare in maniera precisa, per cui dovrete cercare di allenarvi per essere il più precisi possibile  con la vostra arma.

5) usate SEMPRE una tecnica di tiro il più logica possibile = non sparate mai più di 10 - 12 cartucce per ogni sessione. Accertatevi di usare un'arma dotata di un buon calciolo. Se avete ulteriori problemi, usate una giacca da tiro con la spalla imbottita. Ricordatevi che dopo avere azzerato l'arma, o dopo esservi accertati dell'effettivo punto di impatto della vostra arma usando la posizione seduta (al bancone da tiro), dovrete sparare tutti gli altri colpi dalla posizione eretta. Ricordate che dovrete allenarvi a sparare non solo dalla posizione eretta, ma anche dalla posizione inginocchiata. Abituatevi poi ad usare un appoggio costituito da un bastone, sia dalla posizione eretta che da quella inginocchiata.

6) sottoponete SEMPRE l'arma a regolare manutenzione = se non sottoponete la vostra arma ad adeguata e regolare manutenzione, non potrete pretendere che essa funzioni come stabilito dal rispettivo costruttore !!